1&1 Hosting Unlimited Pro: la recensione di HostingTalk

Nella recensione che HostingTalk vi presenta oggi analizzeremo approfonditamente il servizio 1&1 Hosting Unlimited Pro di 1&1 Internet

HostingTalk ha avuto la possibilità di testare per tre mesi il piano di shared hosting GNU/Linux di 1&1 Internet, chiamato “1&1 Unlimited Pro”.

Con 14 milioni di clienti e 19 milioni di domini registrati, 1&1 è, di fatto, uno degli hosting provider con maggior bacino d’utenza a livello mondiale. L’azienda nasce nel lontano 1988 come costola di United Internet per la rivendita di connessioni dialup in Germania. L’azienda cresce velocemente e contribuisce anche alla crescita di BTX, azienda che, in seguito, cambierà il proprio nome in T-Online, una delle telco più grandi a livello europeo.

1and1 caratteristiche servizio

1and1 caratteristiche servizio

 

Grazie all’IPO effettuata nel marzo 1988, 1&1 riceve un’importante iniezione di capitali, che le consentiranno di acquisire “Schlund & Partner” e “Puretec”, aziende che permetteranno a 1&1 di entrare nel mondo dell’hosting e della registrazione dei domini partendo da solide basi.  Dopo circa dieci anni, nel giugno del 2000, 1&1 diventa un’azienda internazionale e inizia a offrire ai clienti francesi e UK i propri prodotti hosting. A distanza di ulteriori dieci anni 1&1 apre le porte ai clienti statunitensi e di diverse nazioni europee, tra le quali anche l’Italia.

Il piano hosting 1&1 Unlimited Pro  è offerto a 9,99€/mensili IVA esclusa (12,19€/mensili IVA inclusa) con la registrazione/trasferimento di un dominio it o com inclusa nel prezzo.

 

1. Panoramica sulle caratteristiche tecniche del servizio testato.

Il piano recensito è la soluzione Unlimited Pro

 

Pacchetti disponibili

Pacchetti disponibili

 

Il piano hosting recensito ha le seguenti caratteristiche:

  • Nome del piano: Unlimited Pro (Linux)
  • Piattaforma: LAMP (GNU/Linux, Apache, Mysql 5, PHP5)
  • Registrazione/Trasferimento dominio: 1 it/com incluso nel prezzo
  • Domini aggiuntivi configurabili:illimitati
  • Sottodomini configurabili:illimitati
  • Spazio web: non sono poste limitazioni
  • Memoria RAM garantita: 2GB
  • Caselle Email: illimitate, ognuna con 2GB con Antispam, Antivirus, Alias, Redirect e WebMail
  • Traffico incluso:illimitato
  • Indirizzo IP: dedicato con certificato SSL incluso
  • Accessi FTP: 1000
  • Database MySQL: senza limiti su numero di query eseguibili e database utilizzabili
  • Linguaggi supportati: PERL, PHP5, SSI, CGI
  • Protocolli Email utilizzabili: SMTP, POP3, IMAP (anche over SSL: SMTPs, POPs, IMAPs)
  • Backup automatico: si, giornaliero ad uso interno. Possibilità di gestire ed eseguire autonomamente i backup da Plesk.
  • Sistema di statistiche: Si
  • Cronjobs: si
  • Assistenza: Ticket System, area FAQ, call center.
  • Uptime:best effort.
  • Gestione: pannello di controllo proprietario con application vault, raccolta di template HTML e mobile site builder.

 

2. Infrastruttura hardware/software usata e pannello di gestione.

1&1 Internet, come anticipato, ha fatto il suo ingresso nel mercato dell’hosting decine di anni fa e, nel tempo, ha avuto modo di strutturarsi costruendo 7 datacenter (di cui 2 dislocati negli Stati Uniti d’America) in grado di ospitare oltre 70.000 server in totale. I datacenter sono dotati di alimentazione, sistema di raffreddamento e connettività ridondata (oltre 300Gbit/s totali disponibili).

Il servizio di hosting è erogato in alta affidabilità e sfrutta più datacenter al fine di garantire continuità di servizio anche nel caso in cui accadano eventi catastrofici ad uno dei data center utilizzati.

Per quanto concerne la componentistica software, 1&1 sviluppa internamente i sistemi di hosting automation utilizzati per la gestione della propria infrastruttura hosting.

Il pannello di controllo è molto pulito e chiaro, possiamo trovare tutte le opzioni disponibili navigando tra le sezioni Domini, Hosting, Email ed eBusiness.

homepage servizio

homepage servizio

 

Nella dashboard iniziale è disponibile un elenco di shortcut, l’elenco delle comunicazioni di servizio e le ultime offerte praticate da 1&1.

1and1 menù interno

1and1 menù interno

 

Le impostazioni fondamentali per poter iniziare ad utilizzare il prodotto le troviamo nella sezione Hosting, dove possiamo creare account SSH/sFTP ed i database MySql di cui necessitiamo.

Sezione impostazioni S/FTP

Sezione impostazioni S/FTP

 

Per motivi di sicurezza, 1&1 ha deciso di disattivare del tutto il servizio FTP e di usare sFTP, ovvero SSH File Transfer Protocol. Grazie all’uso del protocollo SSH, i nostri dati (username e password) non viaggeranno in chiaro attraverso la rete, così come avviene usando il normale protocollo FTP.

Oltre agli account sFTP, 1&1 ci permette di accedere in SSH al nostro spazio web e, tramite il pannello, è possibile cambiare la password del nostro account di default.

Accesso SSH

Accesso SSH

Accedendo tramite SSH è possibile notare la presenza di un client GIT. 1&1 pubblicizza la presenza di Git anche all’interno del pannello di controllo, spiegando quali vantaggi vi siano ad utilizzare suddetto strumento per il proprio sito web. Per chi volesse approfondire il funzionamento di GIT, sull’help desk online di 1&1 è possibile prendere visione di diverse FAQ che spiegano come utilizzarlo.

1and1 introduzione a GIT

1and1 introduzione a GIT

Procedendo alla scoperta delle impostazioni disponibili, scopriamo che 1&1 permette la scelta della versione PHP direttamente dal proprio pannello: con un click sarà possibile passare da PHP 5.4 a 5.6.

Configurare versione PHP

Configurare versione PHP

1&1 gestisce i servizi a disposizione dei propri clienti con cluster separati e MySQL non fa eccezione. Avviando la procedura di creazione di un database MySQL, 1&1 sceglierà per noi uno dei cluster MySQL disponibili, creerà un utente di database e ci fornirà le informazioni necessarie per utilizzare il servizio.

Creazione database MySQL

Creazione database MySQL

 

1and1 riepilogo dati database

1and1 riepilogo dati database

 

 

Nel caso in cui si utilizzino prodotti come WordPress, Joomla o Phpbb e non si voglia procedere manualmente alla loro installazione, è possibile utilizzare il Centro App.

 

Schermata Centro App

Schermata Centro App

Dopo aver selezionato l’applicativo di nostro interesse, in questo caso WordPress, bisogna accettare la licenza d’uso e scegliere le credenziali d’accesso per la creazione dell’account amministratore.

Condizioni di utilizzo

Condizioni di utilizzo

 

Dopo pochi secondi il nostro applicativo sarà pronto all’uso e sarà listato nel Centro App.

1and1 schermata di gestione applicazioni

1and1 schermata di gestione applicazioni

Per chi volesse creare in autonomia il proprio sito web, 1&1 mette a disposizione Web Apps e MyWebsite.

Web Apps è un catalogo di applicazioni di terze parti utilizzabili sul proprio sito semplicemente tramite Drag&Drop oppure inserendo uno snippet di codice HTML. In Web Apps ogni applicazione ha una propria descrizione e un link alla documentazione che spiega nel dettaglio come procedere all’installazione.

Web Apps

Web Apps

MyWebsite è un site builder ricco di funzionalità, adatto sia ai neofiti di HTML, CSS e Javascript, sia ad eventuali sviluppatori che vogliono creare e personalizzare velocemente un sito web statico.

MyWebsite templates

MyWebsite templates


Dopo aver selezionato uno dei tanti template disponibili, avremo modo di aggiungere testi personalizzati, nuove pagine ed altri elementi al nostro sito web.

1and1 modifica template

1and1 modifica template

 

La modifica del codice HTML/CSS è semplice e immediata grazie all’apposito editor con highlighting del codice. MyWebsite, inoltre, ci permette di visualizzare il nostro sito anche in versione mobile, per essere certi che il sito sia pienamente fruibile anche da smartphone e tablet.

Una volta caricato o creato il nostro sito web, il servizio 1&1 SiteAnalytics ci permette di controllare in dettaglio le statistiche relative agli accessi, fornendo grafici relativi al numero di pagine viste, ai browser più utilizzati, alle ore con maggior traffico, etc.

Schermata statistiche del portale

Schermata statistiche del portale

 

Nella sezione “Dominio”, invece, è possibile procedere alla registrazione di ulteriori domini e alla gestione della zona DNS di quelli in possesso.

Schermata riepilogo domini

Schermata riepilogo domini

 

Nella sezione Email possiamo creare degli indirizzi di posta, gestire quelli già presenti o aprire la webmail in dotazione. La procedura di creazione di una casella è molto semplice, dopo aver inserito alcuni dati relativi all’utilizzatore della casella ed aver scelto se attivare o meno antivirus ed antispam, basterà cliccare sul pulsante crea per procedere.

 

1and1 impostazioni indirizzo e-mail

1and1 impostazioni indirizzo e-mail

 

La webmail messa a disposizione è sviluppata da Open-Exchange e dispone di tutto il necessario per poter procedere alla lettura/invio di email, catalogazione dei contatti e gestione delle proprie attività.

Schermata Webmail

Schermata Webmail

 

Opzionalmente 1&1 permette anche l’upgrade di una o più caselle email a MailXchange,  la soluzione Business del provider con sincronizzazione di agenda e contatti, sharing tra gli utenti ed altre funzionalità.

Schermata di upgrade account e-mail

Schermata di upgrade account e-mail

 

Finiamo questo viaggio tra le opzioni messe a disposizione da 1&1 andando ad accedere all’area eBusiness.

1and1 area eBusiness

1and1 area eBusiness

 

eBusiness contiene i link a 3 servizi orientati maggiormente all’ambito marketing/sales:  1&1 Newsletter Tool, ottimizzazione per i motori di ricerca e 1&1 SiteAnalytics. Suddetti tools sono inclusi nel piano recensito e possono essere utilizzati con un paio di click.

3. Uptime riscontrato e test sulla connettività

Abbiamo monitorato il servizio 1&1 per 92 giorni, riscontrando un uptime del 99.89%(misurazione avvenuta mediante l’uso del servizio pingdom).

Per portare a termine i test di rete è stata simulata l’attività di download.Sono statisimulati10 utenti che, durante l’arco di  10 minuti, effettuano il download di un file di 100MB dalla VM.

 

[root@siegemachine tmp]# siege -t10M -i -c10 –d1

** SIEGE 2.68

** Preparing 10 concurrent users for battle.

The server is now under siege…

Lifting the server siege…      done.                                        

Transactions:                      22 hits

Availability:                 100.00 %

Elapsed time:                 599.19 secs

Data transferred:            2000.00 MB

Response time:                187.07 secs

Transaction rate:               0.03 trans/sec

Throughput:                     3.66 MB/sec

Concurrency:                    7.56

Successful transactions:          22

Failed transactions:               0

Longest transaction:          221.98

Shortest transaction:         201.37

 

Da come si può leggere, è stato possibile eseguire il download a 3,66 MB/s (pari a 29,28 Mbit/s ).

 

Il test in upload è stato effettuato eseguendo l’upload del file SQL del database di testda un server con banda in upload pari a 100Mbit/s:

ftp> put databasesql.zip

local: databasesql.zip remote: databasesql.zip

200 PORT command successful

150 Opening BINARY mode data connection for databasesql.zip

226 Transfer complete

237176171 bytes sent in 58.29 secs (4068.8 kB/s)

 

Il risultato del test è ottimo, con una velocità media di upload pari a circa 32Mbit/s.

 

4. Risultati Stress test al web server

Come già fatto per precedenti recensioni che abbiamo curato, per analizzare il comportamento del piano, durante il normale utilizzo e durante il verificarsi di picchi improvvisi di visitatori, abbiamo allestito un portale di prova con un forum phpbb2 e 800 MB dati in database.

 

Per effettuare test, che andassero a simulare quanto più fedelmente possibile il comportamento di normali utenti (mettendomi anche nel caso peggiore possibile), abbiamo

– raccolto oltre 15000 link relativi ad altrettante pagine di discussioni;

– disposto i link in maniera casuale con uno script creato ad hoc (in maniera tale da costringere mysql a fare uso intensivo della ram e del disco);

– effettuato diverse simulazioni, tramite il software Siege,specificando un numero sempre crescente di utenti contemporanei che, ad intervalli di 0-30 secondi, richiedevano pagine usando i link raccolti.

 

Il primo test è stato eseguito simulando 25 utenti contemporanei:

Transactions:                     983 hits

Availability:                 100.00 %

Elapsed time:                 599.98 secs

Data transferred:              11.87 MB

Response time:                  0.23 secs

Transaction rate:               1.68 trans/sec

Throughput:                     0.02 MB/sec

Concurrency:                    0.31

Successful transactions:         983

Failed transactions:               0

Longest transaction:            0.87

Shortest transaction:           0.12

 

Il secondo test è stato eseguito simulando 50 utenti contemporanei:

Transactions:                    2001 hits

Availability:                 100.00 %

Elapsed time:                 599.94 secs

Data transferred:              23.92 MB

Response time:                  0.25 secs

Transaction rate:               3.26 trans/sec

Throughput:                     0.04 MB/sec

Concurrency:                    0.66

Successful transactions:        2000

Failed transactions:               1

Longest transaction:            3.73

Shortest transaction:           0.09

 

Il terzo test è stato eseguito simulando 100 utenti contemporanei:

Transactions:                    4038 hits

Availability:                 100.00 %

Elapsed time:                 599.99 secs

Data transferred:              48.51 MB

Response time:                  0.29 secs

Transaction rate:               6.72 trans/sec

Throughput:                     0.08 MB/sec

Concurrency:                    1.25

Successful transactions:        4038

Failed transactions:               0

Longest transaction:            4.01

Shortest transaction:           0.11

 

L’ultimo test è stato eseguito simulando 200 utenti contemporanei:

Transactions:                    7943 hits

Availability:                 100.00 %

Elapsed time:                 599.79 secs

Data transferred:              99.56 MB

Response time:                  0.42 secs

Transaction rate:              13.40 trans/sec

Throughput:                     0.16 MB/sec

Concurrency:                    2.58

Successful transactions:        7943

Failed transactions:               0

Longest transaction:            6.74

Shortest transaction:           0.14

 

I risultati degli stress test sono stati eccellenti, il server ha portato sempre a termine tutte le transazioni avviate, anche quando sono stati simulati 200 utenti contemporanei; i tempi di risposta medi sono stati sempre eccellenti, attestandosi sui 0,3/0,4 secondi.

 

5. L’assistenza di 1&1 alla prova

1&1 assiste i propri clienti tramite call center ( 0236005992 ), email ed arricchendo la raccolta di FAQ presente nel centro assistenza raggiungibile all’indirizzo aiuto.1and1.it. Sono disponibili anche videotutorials sul canale YouTube e articoli dedicati su 1&1 Blog.

Centro Assistenza

Centro Assistenza

 

Durante il periodo di test abbiamo avuto modo di mettere alla prova il supporto tecnico due volte.

Vestendo i panni di un utente neofita, abbiamo chiesto informazioni in merito al funzionamento del pannello di controllo per eseguire operazioni basilari e su come creare semplici pagine web utilizzando il servizio MyWebsite.

La seconda telefonata al supporto, invece, è stata condotta chiedendo assistenza su tematiche più avanzate, relative al supporto SSH e GIT. L’esperienza è stata positiva, il personale si è confermato essere cordiale e disponibile, rispondendo in maniera esaustiva alle nostre domande/richieste.

6. Conclusioni e valutazioni

La ricchezza dei tool presenti a corredo del pacchetto, l’accesso diretto in SSH ai propri file e le performance registrate giustificano pienamente il prezzo del pacchetto, che è stato posizionato nella fascia medio-alta del mercato italiano.

L’infrastruttura utilizzata per l’erogazione del servizio è completamente ridondata, la connettività è di ottima qualità ed il piano garantisce un utilizzo massimo di 2GB di RAM, un ottimo quantitativo che permette anche a CMS più pesanti, come Magento, di poter funzionare senza problemi.

Per quanto riguarda l’assistenza, abbiamo ricevuto sempre risposta alle mie domande/richieste in tempi accettabili. Non avendo mai avuto problemi durante il periodo del test non abbiamo avuto modo di aprire “ticket urgenti”, ma abbiamo motivo di credere che, in quel caso, il supporto si sarebbe mosso velocemente.

In conclusione, ricordando che il piano è proposto a circa 0,30 centesimi di euro al giorno, non possiamo che promuovere a pieni voti e consigliare il servizio offerto da 1&1.

 

Ricapitolando i PRO ed i CONTRO dell’offerta 1&1 Hosting Unlimited Pro, parametrizzati sulla fascia di prezzo media del mercato

PRO:

  • Eccellente infrastruttura, ridondata e ad alta affidabilità
  • Accesso SSH al proprio spazio web
  • Site builder avanzato incluso

 

CONTRO:

  • Non pervenuti.

Facci sapere cosa ne pensi!

  1. Marco says

    1and1 a mio avviso è una azienda che offre servizi scarsi a poco prezzo, inoltre i servizi sono venduti con contratti poco chiari che tendono ad incastrare il cliente con rinnovi automatici ecc..
    Personalmente ho avuto una esperienza negativa con questa azienda, infatti avendo avuto un dominio con rinnovo automatico(senza saperlo) mi sono ritrovato a fare i conti con aziende di recupero crediti per un importo di pochi euro…incredibile!Inoltre da parte dell’azienda non esiste ne collaborazione ne voglia di trovare soluzioni, devi solo pagare.

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *