451 Research: Azure in recupero su AWS

451 Research conferma l'efficacia delle strategie Azure che avvicinano la piattaforma Microsoft ai vertici del mercato IaaS. I dettagli.

Azure Cloud Platform

Le periodiche ricerche degli analisti fotografano la situazione delle principali piattaforme cloud nel settore più redditizio ed importante, ovvero quello enterprise. La news di oggi è dedicata all’ultimo report di 451 Research che certifica ancora una volta il predominio dei “soliti quattro” (AWS, Azure, Google Cloud Platform, IBM) ma anche il positivo momento vissuto dalla piattaforma Microsoft.

Il dato più significativo e da citare in prima battuta, anche per via della nostra posizione geografica, è il successo di Azure nel Vecchio continente dove nel 43% dei casi è adoperata come soluzione di riferimento (AWS è al 32%). A livello globale i valori tornano invece “nella norma” e vedono Amazon al 55%. Si tratti ad ogni modo di segnali da non trascurare.

Anche in alcune voci delle pagelle redatte dagli analisti, AWS perde inaspettatamente la leadership: nella sezione “qualità prezzo” cede la vetta a Google mentre in “comprende le necessità dei clienti” si posiziona dietro ad IBM e Microsoft.

Passando invece alla cosiddetta sezione “IaaS Vendor Window” ritroviamo i soliti piazzamenti – ma nuovamente Azure ottiene un risultato molto vicino a quello di AWS. La tabella riporta il rendimento di ciascuna piattaforma in base a due variabili: le promesse (promise) del vendor e quel che realmente si concretizza (fullfilment) una volta data fiducia al provider. Abbiamo rispettivamente:

  1. AWS (76 – 77)
  2. Azure (74 – 73)
  3. Google Cloud Platform (73 – 74)
  4. IBM Cloud/Softlayer (72 – 70)
  5. Altri (65 – 64)
IaaS vendor Window - Fonte: 451 Research

IaaS Vendor Window – Fonte: 451 Research

Strategie multi-cloud tra Azure ed AWS

In un precedente report, sempre curato da 451 Research, si affermava che almeno un terzo delle imprese preferisce affidarsi a due o più piattaforme cloud. Una sezione della Vendor Window è dedicata proprio a questo argomento e ribadisce la popolarità di AWS ed Azure in ambito enterprise ed il legame tra le due piattaforme, aggiungendo inoltre interessanti dettagli sulle strategie delle imprese. Per quanto riguarda le percentuali: il 48% dei clienti AWS si rivolge ad Azure; il 51% di coloro che utilizzano Azure si appoggiano anche ad AWS.

Sulle strategie multi-cloud è Melanie Posey (research vice president, lead analyst presso Research 451) a delineare meglio il quadro generale: le aziende, afferma, non utilizzano AWS ed Azure per gestire le stesse tipologie di workload; preferiscono bensì appoggiarsi ad uno o l’altro provider in base ad alcune variabili (obiettivi di business, necessità dei clienti, tipologia di workload). AWS può rivelarsi quindi utile per servire clienti ed utenti finali nel Nord America mentre Azure per l’hosting di applicazioni destinate a clienti europei.

Fonte: 1

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *