9 pionieri che hanno cambiato il mondo dei DB NoSQL

Un elenco di nove persone che hanno cambiato il mondo dei database, sviluppando progetti ambiziosi nell'ambito dei DB NoSQL

9 pionieri che hanno cambiato il mondo dei db NoSQL

In questo articolo vogliamo mettere in evidenza 9 persone che possono essere considerate i pionieri del mondo NoSQL, avendo contribuito allo sviluppo di progetti di spessore in tale ambito.

I database NoSQL hanno iniziato a prendere piede intorno agli anni 2006/2007, proprio nel momento in cui i sistemi relazionali SQL, come Oracle, DB2 e PostgreSQL, avevano il predominio assoluto. I pionieri dei sistemi NoSQL hanno sempre confermato che il loro obiettivo non era quello di sostituire i database SQL, ma solo trovare una soluzione che potesse consentire di liberarsi dalle restrizioni che caratterizzano in genere i sistemi SQL. Questa decisione era dettata dalle nuove esigenze richieste da Internet per la gestione delle banche dati anche in tempo reale.

Fin da subito, quindi, si sono delineate delle differenze sostanziali tra i database SQL e NoSQL:

  • Mentre i database relazionali si preoccupavano solo dell’integrità dei dati, i database NoSQL si preoccupavano dell’immediatezza di accesso e pertinenza;
  • Mentre i sistemi relazionali utilizzano la prova del nove per essere certi dei dati, i database NoSQL invocano una “eventuale consistenza”;
  • Mentre i sistemi SQL impongono particolari tipi di dati, i database non relazionali permettono una tolleranza loosey-goosey di più tipi di dati.

L’obiettivo dei sistemi NoSQL era quindi non la precisione e l’integrità dei dati, ma il voler migliorare la capacità di gestire le informazioni ad alto volume e ad alta velocità.

Per questa ragione i primi grandi progetti ad utilizzare i sistemi no relazionali sono stati Twitter e Facebook, i due colossi del social network che possono vantare basi di dati dalle ingenti dimensioni. Avinash Lakshman di Facebook, ad esempio, è stato un pioniere tra i più importanti, avendo lavorato allo sviluppo di due progetti  NoSQL, quali DynamoDB nel periodo in cui lavorava per Amazon e Cassandra come dipendente Facebook.

Nella lista di pionieri che vi presentiamo di seguito non vi è alcuna gerarchia e sicuramente non sono elencati molti dei personaggi che hanno contribuito in maniera fattiva allo sviluppo del NoSQL. Questo elenco vuole essere solo indicativo delle persone di spessore che hanno creduto ad un progetto così ambizioso.

I 9 pionieri del mondo NoSQL

Doug Cutting. L’autore di Hadoop insieme a Michael Cafarella. Al momento lavora presso Cloudera ed è stato eletto presidente della Apache Software Foundation nel settembre 2010, in riconoscimento della sua leadership al progetto open source.

Avinash Lakshman. Insieme a Prashant Malik sono considerati i giganti del settore NoSQL. Coniventore della DynamoDB, ha lasciato Amazon nel 2007 per entrare in Facebook dove ha incontrato Malik. La coppia ha inventato Cassandra. Nel 2011 Lakshman ha lasciato Facebook e nel 2012 è diventato fondatore e CEO di Hedvig.

Dwight Merriman. Co-fondatore e CEO di 10gen, l’azienda che ha sponsorizzato il progetto di sviluppo del sistema MongoDB. Merriman era già co-fondatore e CTO di Doubleclick, dove ha architettato il DART sistema di gestione della pubblicità online, venduto a Hellman e Friedman nel 2005 e rivenduto a Google nel 2007.

Damien Katz. Auto-finanziatore del progetto CouchDB che ha avuto inizio nel 2005-2006 e nel febbraio del 2007  è diventato un progetto open source Apache. Katz era in quel periodo in servizio come CTO di CouchOne, la società da lui fondata per sostenere CouchDB. Nel gennaio 2012 Katz ha annunciato che se ne stava andando da Apache CouchDB per lavorare su Couchbase Server, una combinazione di CouchDB e memcached. Due anni fa ha lasciato quest’ultima azienda per entrare a far parte di Salesforce.com per lasciare dopo un anno e diventare programmatore autonomo.

Jonathan Ellis. Sviluppatore di Cassandra a Rackspace, una società che fornisce servizi gestiti e Infrastructure-as-a Service. È diventato il primo committer al di fuori del progetto Cassandra nel 2009. Nel 2010 decide di fondare l’azienda Riptano, ribattezzata successivamente come DataStax             .

John Quinn. VP of engineering presso Digg. Nel 2010 ha annunciato in un blog il passaggio del social network da MySQL a Cassandra. Per 20 anni Quinn è stato accesso sostenitore di MySQL, ma nel 2010 ha dovuto riconoscere la superiorità dei sistemi NoSQL nella gestione dei dati nei social network. Quinn ha lasciato Digg nel 2012 e nello stesso anno è diventato CTO e fondatore di Bonus.ly.

Salvatore Sanfilippo. Sviluppatore di Redis, sistema NoSQL utilizzato per connettere le sue due piccole imprese tecnologiche. Il codice ha assunto una vita propria, una comunità si è formata intorno ad esso e Sanfilippo, abituato a lavorare sul codice dalla sua casa in Sicilia, è stato sotto pressione per avviare una società attorno a Redis. Ha rifiutato, volendo riservare qualche tempo per la sua famiglia. Redis è attualmente classificato al decimo posto in popolarità tra tutti i sistemi di database.

Andy Gross. E’ il capo architetto e co-autore di Riak, un sistema di database che utilizza MapReduce.

Brad Fitzpatrick. E’ stato il creatore di LiveJournal.com e autore del software Memcached che lo ha alimentato. LiveJournal era un sistema di diario personale on-line utilizzato da persone in tutto il mondo.

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *