AWS: nuove VM con GPU e region francese in arrivo

Due importanti annunci per AWS: arrivano le istanze P2 con GPU ed una nuova region europea con data center a Parigi. I dettagli.

AWS nuove istanze con GPU

Fonte blog ufficiale AWS

Amazon Web Services (AWS) ha ufficialmente annunciato il lancio di nuove istanze (P2) con GPU pensate per workload che necessitano di elevata capacità computazionale: machine learning, deep learning, realizzazione di modelli molecolari, complesse analisi legate al settore finanziario ed alle scienze dei materiali etc.

Le VM si affidano ai processori grafici Nvidia K80 (fino ad otto GPU utilizzabili), soluzioni pensate espressamente per data center e carichi di lavoro in precisione singola (performance dichiarate fino a 2.91 Teraflop) e doppia (fino a 8.74 Teraflop). La K80 è una dual-gpu, a bordo della scheda troviamo infatti due Nvidia GK210  – ciascuna delle quali dispone di 12GB di memoria GDDR5 (240GB/s di banda passante) e 2496 parallel processing core. Per quanto riguarda le istanze, AWS mette a disposizione tre varianti:

  • p2.large (1 GPU, 4 vCPU e 61GB di RAM);
  • p2.8xlarge (8 GPU, 32 vCPU e 488GB di RAM, connessione 10 Gigabit);
  • p2.16xlarge (16 GPU, 64 vCPU e 732GB di RAM, connessione 20 Gigabit).

Le istanze P2 sono attualmente disponibili nelle region US East (Nord Virginia), US West (Oregon) ed Europa (Irlanda). Per l’occasione è stata rilasciata anche un’AMI (Amazon Machine Image) per il deep learning, liberamente installabile nelle VM P2 e dotata dei principali framework per workload di tale tipologia (sono presenti TensorFlow, Theano, MXNet, Caffe e Torch).

Prestazioni Nividia K80

Prestazioni Nividia K80 – Fonte documentazione Nvidia

AWS continua ad espandersi nel Vecchio Continente

Ed a proposito di region, Amazon ha inoltre confermato l’arrivo di una nuova region in Francia con un data center localizzato probabilmente a Parigi. L’ampliamento infrastrutturale della compagnia è probabilmente un buon segnale per il mercato europeo, afflitto da diverso tempo da varie problematiche di natura economica e non solo.

In base a quanto pubblicato dal CTO Werner Vogels sul blog aziendale, l’investimento in Francia sarebbe stato incoraggiato sia dal generale trend di crescita dell’azienda – per fine anno si ipotizza probabilmente un fatturato superiore ai 10 miliardi di dollari, ben oltre le aspettative dei vertici AWS – che dalla volontà di rafforzare il business di AWS nel Paese d’oltralpe.

“Negli ultimi 10 anni abbiamo assistito ad una sostenuta crescita di AWS. Abbiamo annunciato altre region per Canada, Cina, Ohio e Regno Unito tutte in arrivo nei prossimi mesi. Non abbiamo intenzione di rallentare o fermarci qui. Stiamo lavorando attivamente all’apertura di nuove region in zone dove i nostri clienti ne hanno più bisogno” ha affermato Vogels.

Come avviene spesso in queste occasioni, i provider “mettono in mostra” un elenco di importanti brand che si appoggeranno alla region appena presentata. Nel caso di quella francese sono stati menzionati Schneider Electric, Veolia Water France, Lafarge e Dassault Systemes. Nell’immediato futuro, sebbene non vi siano state ancora conferme ufficiali, si ipotizza anche la costruzione di alcuni data center AWS in Italia. 

 

 

 

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *