Equinix: in forte crescita la banda utilizzata dalle interconnessioni

Una panoramica dell'ultimo report Equinix dedicato alle interconnessioni. Entro il 2020 supereranno i valori associati alla rete pubblica.

La cover dell’ultimo studio pubblicato dagli analisti Equinix

Equinix è uno dei principali data center provider del mercato. Tra i servizi più redditizi per la compagnia non solo la colocation ma anche le interconnessioni, collegamenti “diretti” tra le reti “interne” dei clienti e le infrastrutture Equinix sparse per il globo, in grado di bypassare la rete pubblica (Internet) e garantire prestazioni migliori (latenze basse, banda maggiore).

Secondo un recente studio pubblicato da Equinix, il primo a focalizzarsi sulle interconnessioni afferma Data Center Knowledge (DCK), la banda adoperata dai link privati supererà entro tre anni quella “assorbita” dalla rete pubblica.

The worldwide reliance on interconnection bandwidth is growing rapidly as businesses competing within this evolving landscape mature from exchanging traffic over a few connections through a single network carrier as the intermediary, to activating multiple direct interconnection exchange points among a global ecosystem of providers and counterparties”

si afferma in un passaggio dello studio. A quanto ammonta esattamente la banda impiegata e chi si avvale dei servizi appena menzionati lo svelano alcune infografiche che riportiamo qui di seguito, a partire dalle previsioni di crescita nelle quattro principali aree geografiche (Stati Uniti, America Latina, Europa, Asia-Pacifico).

Panoramica a livello globale e per “regioni”

Panoramica a livello globale e regionale sulla crescita delle banda destinata alle interconnessioni. Fonte: report Equinix

Con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 45%, la banda “privata” raggiungerà nel 2020 quota 5000 Tbps  con la quale sarebbe ad esempio possibile eseguire mezzo milione di pagamenti elettronici ogni minuto o inviare 3 volte al secondo tutti i libri presenti nella Biblioteca del Congresso, afferma lo studio per inquadrare meglio gli ordini di grandezza. Le rilevazioni sottolineano che i numeri associati alle interconnessioni sono da due (tasso di crescita) a sei volte (banda impiegata) maggiori di quelli della rete pubblica.

Soffermiamoci ora sulla crescita a livello “regionale”. Come mostrano le tabelle saranno gli Stati Uniti ad impegnare il maggior quantitativo di banda (1795 Tbps) mentre l’America Latina si aggiudica il più alto tasso di crescita (+62%), un dato incoraggiante per le economie emergenti dell’area. Per tasso di crescita e banda disponibile l’Europa si posiziona rispettivamente al terzo (+44%) e secondo posto (1451 Tbps).

Soggetti interessati alle interconnessioni e casi di utilizzo

Equinix suddivide i soggetti interessati ai servizi di interconnessione in due gruppi, Enterprises e Service Providers. Nel primo rientrano ad esempio banche, compagnie assicurative e del settore servizi energetici; nel secondo compagnie che si occupano principalmente di telecomunicazioni, cloud, settore IT, contenuti multimediali. Nelle seguenti tabelle il colore rosso è relativo al 2016 mentre il blu alle previsioni per il 2020.

Casi di utilizzo delle interconnessioni in ambito enterprise

Il valore più interessante è quello delle interconnessioni a provider di servizi IT e Cloud (+160% di CAGR). Fonte: report Equinix

Casi di utilizzo delle interconnessioni nel gruppo dei service provider

Il tasso di crescita più alto è ancora una volta quello delle interconnesioni a provider di servizi IT e Cloud. Fonte: report Equinix

Fonti: 1 (report ufficiale scaricabile), 2

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *