Block Storage e Object Storage: cosa sono – 2

L'Object Storage rappresenta uno strumento di archiviazione dati tra i più diffusi nel cloud computing. Vediamo di cosa si tratta

Block Storage e Object Storage: cosa sono

Object Storage e Block storage rappresentano i due servizi di archiviazione nel cloud computing tra i più utilizzati. Nella parte precedente dell’articolo ci siamo soffermati sul Block Storage, abbiamo visto come funziona e quali sono le soluzioni disponibili nel cloud. In questa seconda parte ci soffermeremo, invece, sull’Object Storage.

L’Object Storage è un’architettura che gestisce i dati come oggetti, al contrario di altre architetture di memorizzazione come il file system, che prevede una gestione dei dati secondo una gerarchia di file trattati come blocchi all’interno di singoli settori. Ogni oggetto include in genere i dati stessi, una quantità variabile di metadati e un identificatore univoco globale. L’Object Storage può essere implementato a livelli multipli ed include il livello di dispositivo, il livello di sistema e il livello interfaccia.

I dati mantenuti su dispositivi di Object Storage possono essere accessibili direttamente attraverso API o http/https. E’ possibile archiviare ogni tipo di dato, foto, video e file di log. Questo tipo di archiviazione garantisce che i dati non vengano persi. I dati archiviati con questa modalità possono essere replicati attraverso differenti data center e offrono semplici interfacce Web per l’accesso.

Impieghi dell’Object storage

Un semplice impiego per l’Object Storage potrebbe essere rappresentato dall’utilizzo di questo servizio come strumento di archiviazione per gli sviluppatori che lavorano con grandi quantitativi di media ed hanno bisogno di spazio illimitato. L’Object Storage, infatti, diventa via via sempre più attrattivo dal momento in cui i dati da archiviare aumentano a dismisura, come accade ad esmepio con i servizi che permettono agli utenti di caricare media (specialmente video).

Archiviazione di dati destrutturati come musica, immagini e video, ma anche backup, dump di database e file di log rappresentano i casi più comuni di utilizzo dell’Object Storage.

Soluzioni di Object Storage nel cloud computing

Di seguito un elenco di servizio Object Storage offerti dai provider di cloud computing in Rete

Amazon S3:  archivia dati attraverso risorse chiamate “bucket”. AWS S3 offre caratteristiche come durevolezza, replica cross- region, notifiche crittografia  e opzioni di storage flessibili (ridondanti e standard).

Cloud Files: scrive ciascun file su tre dischi di archiviazione su nodi separati che hanno doppia alimentazione. Tutto il traffico tra le applicazioni e Cloud Files usa SSL per aumentare il grado di sicurezza. Si possono ospitare siti statici come blog, brochure, piccoli siti aziendali con un CDN globale.

Azure Blob Storage: è adatto per utenti con un’ampia infrastruttura di dati da archiviare nel cloud. Il servizio offre una soluzione scalabile e con un costo effettivo. Ogni settore è organizzato come un contenitore che può archiviare fino a 500 TB di capacità.

Google cloud storage: supporta oggetti individuali fino al Terabyte di dimensione. Supporta anche un gran numero di “bucket” per account. Il servizio fornisce tempi rapidi di accesso in scrittura e riscrittura. Sono disponibili due tipi di servizio Standard Storage e Storage Near line, quest’ultimo rappresenta la  soluzione più economica proposta da Google e pensata per le piccole e medie imprese.

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *