Cina in vetta alla top500 dei supercomputer

La Cina si riconferma al primo posto della prestigiosa top500 dei supercomputer anche se a medio termine lo scenario potrebbe cambiare.

Tianhe-2 si è aggiudicato nuovamente la prima posizione della top 500 dei supercomputer riconfermando il record stabilito nel giugno 2013, 33,86 petaflop al secondo.  Tianhe-2 è stato costruito in Cina presso la National University of Defense Technology ed ha ottenuto le stesse performance nelle misurazioni effettuate a Giugno  e Novembre 2014.

Supercomputer e Nvidia TeslaAl secondo posto, ennesima riconferma anche per la medaglia d’argento, figura invece il supercomputer statunitense Titan (“solo” 17,59 petaflop al secondo) presso l’U.S Department of Energy’s Oak Ridge National Laboratory. E’ tuttavia di oggi la notizia riguardante un progetto da quasi 325 milioni di dollari (più altri 100 destinati alla ricerca), supervisionato sempre dal Department of Energy (DOE), destinato alla realizzazione di due supercomputer (Summit e Sierra) in grado di raggiungere insieme tra i 250 e i 350 petaflop (tra i 150 e i 250 per Summit e 100 per il solo Sierra).

Il boost prestazionale, stando all’annuncio, è evidente e sarebbe possibile grazie all’impiego degli acceleratori di prossima generazione IBM Power e  le gpu (graphics processing unit) Nvidia Tesla con tecnologia NVLink . Le promesse del DOE sono ancora più clamorose se si pensa che, nell’attuale top 500, la somma totale delle performance di tutti i supercomputer presenti arriva a circa 309 petaflop (250 a Novembre 2013).

Per quanto riguarda  i trend del settore, anche a fronte di cambiamenti pressochè nulli in classifica, non ci sono importanti novità rispetto al passato: IBM è sempre il  leader tra i vendor del mercato (155 su 500 supercomputer) così come Infiniband lo è in ambito di connettività di rete  (presente su 225 sistemi su 500) e Linux tra i sistemi operativi (485 sistemi su 500 lo adoperano).

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *