Cina, il mercato dei domini continuerà a crescere

Con "solo" 751 milioni di persone connesse alla Rete (54% del totale), la Cina offre ampi margini di crescita al mercato dei domini. Il report CNNIC.

La CNNIC (China Internet Network Information Center) è un’agenzia del Ministero dell’Industria e dell’IT (MIIT) cinese che si occupa di pubblicare due volte all’anno un report circa la situazione della Rete nel Paese.

Lo studio, pubblicato nel mese di Luglio 2017, afferma che solo il 54% della popolazione ha accesso ad Internet e che sono presenti 5 milioni di siti legati ad attività imprenditoriali. Se si considera che l’intera popolazione degli USA è di 323 milioni di persone e che il numero di imprese stimate dalla CNNIC è pari a 77 milioni (diverse aziende sono offline o non dispongono di un proprio sito o si appoggiano a portali come JD.com), è evidente come il futuro dell’internet economy cinese sia radioso.

I servizi ed i prodotti correlati ad Internet, prosegue la CNNIC, saranno sempre più richiesti. Nuove compagnie giungeranno sul mercato e con esse la necessità di nuove estensioni di dominio da registrare. Tra i settori attualmente in espansione figurano: ecommerce (shopping, pronotazione di viaggi, acquisto di generi alimentari e consegna a domicilio). car sharing, formazione online, intrattenimento online (musica, video, videogiochi etc.),

Per quanto riguarda il mercato dei domini (rilevazioni di Dicembre 2016, nel report di Luglio non sono stati inseriti dati aggiornati) sono state registrate ad oggi 42 milioni di estensioni: a guidare la classifica .CN (48.7%) seguito dal sempreverde .COM (33.9%). Notevolmente distaccate le altre estensioni .NET (3.9%), .中国 (.CINA – 1.1%), .ORG (0.8%), .BIZ (0.5%) e .INFO (0.5%).

Investire in Cina: l’importanza del mobile

Chiunque sia intenzionato ad investire in Cina, afferma Kassey Lee di Domain Name Wire, dovrà tenere conto della centralità del settore mobile e dei rischi associati ad alcune estensioni.

WeChat è una della app di messaggistica più popolari in Cina

Wechat è una della app di messaggistica più popolari in Cina ed è sviluppata da Tencent.

Secondo il report CNNIC, il 96% degli utenti preferisce navigare da smartphone o device portatili. Il 92% degli utenti utilizza come strumento di comunicazione applicazioni di messaggistica , le più popolari sono WeChat (che ha provato negli ultimi anni ad espandersi anche dalle nostre parti, molti ricorderanno la campagna pubblicitaria con testimonial un noto calciatore) e QQ. Per entrare in contatto con i potenziali compratori, osserva Lee, sarà quindi necessario affidarsi alle app piuttosto che alle classiche emai (newsletter, DEM etc.).

Puntare su estensioni come .CN, ricorda il giornalista, può essere rischioso: nel 2009 il governo cinese approvò ad esempio una legge che obbligava i registrant a fornire informazioni personali e foto identificative. Molti investitori (soprattutto esteri) non apprezzarono l’annuncio e decisero di non rinnovare i propri domini o rinviare la propria avventura nel mercato cinese.

Fonte: 1

 

 

 

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *