Cisco Intercloud chiude a Marzo 2017

I servizi della piattaforma cloud computing di Cisco, Intercloud Services, andranno offline fra tre mesi. I dettagli della vicenda. 

Cisco

Dopo l’abbandono di HP Helion (Gennaio 2016) e Verizon (Aprile 2016) anche Cisco si avvia verso l’uscita dal mercato cloud computing pubblico (è interessante ricordare le previsioni degli analisti Gartner nel 2014): il 31 Marzo 2017, a circa tre anni dal lancio ufficiale, Intercloud Services, piattaforma basata su OpenStack, cesserà di fornire servizi.

Presentata nel 2014, Intercloud poneva l’accento sulla partnership tra Cisco e differenti provider a livello globale, con l’intenzione di dare vita ad un vero e proprio cloud network nel quale i clienti avrebbero potuto spostare agilmente i workload da un ambiente all’altro. Intercloud offriva un portfolio simile a quello delle altre principali aziende che operano nel settore, ponendolo inevitabilmente in competizione con loro: servizi cloud, storage, networking, istanze ottimizzate per workload che richiedono elevate quantità di RAM, istanze general purpose e via dicendo.

La dismissione di tutti i servizi della piattaforma è stata confermata da un comunicato ufficiale (alcuni stralci nel paragrafo successivo) che, in sintesi, motiva la scelta di “staccare la spina” come parte di una nuova strategia promossa dai vertici aziendali ed orientata al cloud ibrido. Secondo quanto ha riferito il portale The Register, il primo a pubblicare online la notizia nella giornata di martedì, i clienti sono già stati informati della chiusura della piattaforma mentre tutti i workload Cisco saranno trasferiti su altre infrastrutture, incluse “piattaforme pubbliche” delle quali non sono stati menzionati ovviamente i provider.

Il comunicato Cisco

“Cisco has internally communicated that we are discontinuing one of our internal cloud platforms and will be transitioning affected workloads onto other platforms. We do not expect any material customer issues as a result of this transition. For the last several months we have been evolving our cloud strategy and our service provider partners are aware of this.”

“Cisco continually re-evaluates its technology strategy as customers’ needs evolve. The cloud market has shifted considerably in the last two years, and many of our customers are asking Cisco to help them develop cloud strategies that will help drive their digital transformations. With the global availability of cloud offerings, the trend toward rapid application development with microservices, and the ability to orchestrate workloads across private and public clouds, Cisco has evolved its cloud strategy from federating clouds to helping customers build and manage hybrid IT environments. Our cloud strategy centers on building and delivering secure hybrid cloud infrastructure, platforms, and services — with our partners — that offer customers the freedom to choose the best environments and consumption models for their traditional and new cloud-native applications.”

Alcuni siti specializzati si chiedono se Cisco continuerà ad appoggiarsi o meno ad OpenStack o se la riconversione all’ibrido di Intercloud segnerà l’abbandono definitivo: una circostanza che, tenendo anche conto del “naufragio” di Helion e del cambio di strategia Rackspace, potrebbe destare più di qualche preoccupazione nel consiglio d’amministrazione della Fondazione.

 

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *