Container: un trend in continua ascesa

Una serie di report fotografano meglio la situazione dei container individuando casi di utilizzo più diffusi e tool di orchestrazione preferiti

Docker containers

I container proseguono la loro ascesa nel settore enterprise (e non solo) e le aziende sono sempre più propense a “sperimentare” i vantaggi dell’interessante tecnologia “rilanciata” sul mercato dalla startup Docker. Secondo Cloud Foundry Foundation il 16% delle imprese (dati ricavati da un campione di oltre 700 decision maker tra USA, Europa e Giappone) utilizza già i container in produzione. Il 2017 potrebbe essere tuttavia l’anno della “consacrazione” con uno spostamento di massa della fase di produzione nei container (lo prevede il 64% degli interpellati).

Quali i casi di utilizzo più comuni per i container? In prima posizione troviamo l’impiego in ambienti di sviluppo applicazioni (54%), seguito dalla condivisione di risorse (42%), dall’utilizzo come sistema operativo (33%) e come sostituti delle macchine virtuali (30%).

Ogni tecnologia di successo porta prevedibilmente con sè una serie di problematiche che ne rallentano l’adozione. Secondo quanto affermato dagli interpellati la gestione dei container è inseribile tra le sfide più impegnative per gli addetti ai lavori (50%),  seguita da procedure di monitoraggio (38%), persistent storage (36%), sicurezza ed isolamento (30%).

Ecosistema container: le soluzioni più popolari

L’entusiasmo degli sviluppatori è quindi alle stelle e, vista l‘elevata richiesta di adeguati strumenti per l’orchestrazione dei container, non potrebbe esserci un momento migliore per coloro che sono già attivi o intendono lanciarsi in questo settore. Non a caso, come abbiamo visto recentemente, diversi progetti legati alla gestione dei container hanno fatto la loro comparsa sul mercato (ed altri se ne attendono) conquistando anche l’attenzione di Linux Foundation. Un report di ClusterHQ non ha naturalmente perso l’occasione per sondare gli equilibri di forza: quali sono le soluzioni più apprezzate e popolari?

Per quanto riguarda la tecnologia adottata dalle imprese, Docker ottiene quasi un plebiscito con il 94% delle preferenze. Spostandoci invece sui tool di orchestrazione la situazione cambia nettamente: in prima posizione troviamo Kubernetes (40%) seguito da Docker Swarm (30%), Amazon Web Services EC2 Container Services (24%) ed Apache Mesos (15%). Interessante poi notare che il 32% delle imprese utilizza direttamente strumenti “sviluppati in casa”. La variegata rosa dimostra, secondo gli analisti, che ci troviamo ancora in una fase di sperimentazione nella quale si sta valutando con attenzione ogni tool per comprendere quale sia il più adatto alle esigenze dell’azienda e degli sviluppatori.

 

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *