Data center: principali mercati europei in forte crescita

Prosegue anche nel 2018 il positivo andamento dei principali mercati data center del Vecchio Continente: Londra, Franconforte, Amsterdam e Parigi.

Londra

CBRE Research ha pubblicato i dati relativi al q1 2017 dei principali mercati data center europei attestandone il positivo andamento – Data Center Knownledge parla di vero e proprio “boom”. A guidare la classifica delle aree monitorate dagli analisti è Londra che, a discapito della tanto temuta Brexit, ha raggiunto nel primo trimestre i 17.5MW di capacità assorbita.

CBRE sottolinea inoltre che nel periodo successivo alla richiesta d’applicazione dell’articolo 50 (29 Marzo 2017), nel Regno Unito non è stata registrata alcuna flessione del settore e della domanda. “[Dopo la Brexit, a Londra i nostri ordini sono aumentati]. […] [Forse dipende dal fatto che ad un certo punto l’incertezza è stata superata]” ha aggiunto Bill Stein (CEO Digital Reality) indicando gli hyper-scale provider (AWS, Microsoft, Google etc.) come principali sostenitori della domanda.

 

Mercato europeo dei data center. Fonte: CBRE

La crisi finanziaria del 2008 ha notevolmente rallentato il mercato dei data center che si è ripreso, senza troppi sussulti, solo nel 2012. Il balzo improvviso è arrivato tuttavia nel 2016 (da 60MW a 160MW). Secondo gli analisti i positivi effetti dello scorso anno sono alla base del “successo” riscontrato nel q1 2017.

In attesa…

Il Regno Unito continuerà sicuramente ad avere una non trascurabile rilevanza anche dopo l’attuazione della Brexit.

In attesa che la procedura avviata dall’articolo 50 si concluda, tericamente tra Marzo ed Aprile 2019, i data center provider ed i loro clienti hanno iniziato naturalmente a prepararsi a “quel che verrà”: in particolare modo differenti leggi e normative inerenti la tutela dei dati sensibili ed il loro trasferimento renderanno cruciale l’utilizzo di infrastrutture localizzate tanto in UK quanto in Europa, in modo da continuare ad operare senza problemi nei Paesi membri.

Fonte: 1

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *