Desktop virtuale Amazon WorkSpaces: cos’è e come funziona – 1

Amazon WorkSpaces è la soluzione di desktop virtuale basata sul cloud computing più conosciuta e utilizzata a livello aziendale. Conosciamola insieme...

Desktop virtuale Amazon WorkSpaces: cos’è e come funziona

Amazon WorkSpaces, conosciuto anche come AWS, è un servizio di desktop virtuale nel cloud offerto da Amazon, l’azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni di cloud computing. Si tratta di una piattaforma che permette agli utenti finali di accedere ad applicazioni, risorse e documenti da qualsiasi dispositivo (computer, portatile, tablet, smartphone e così via), attraverso l’utilizzo di un semplice desktop virtuale.

Trattandosi di una soluzione di cloud computing gli utenti avranno modo di sfruttare servizi altamente efficienti e qualitativi senza doversi preoccupare di investire tempo e denaro nella manutenzione e potenziamento delle risorse in loco.  Inoltre, i servizi offerti con Amazon WorkSpaces sono facilmente scalabili e, quindi, possono essere configurati secondo le esigenze aziendali attuali. Ma entriamo nel dettaglio e vediamo di cosa si tratta e come funziona AWS.

Amazon WorkSpaces: come funziona il desktop virtuale

Come sopra specificato la principale funzionalità di AWS è quella di fornire un desktop virtuale a tutti clienti, che non dovranno quindi preoccuparsi di acquistare e distribuire hardware o installare software. A tutto ciò ci pensa Amazon. Un team di esperti, infatti, si occuperà di gestire l’hardware, nonché eseguirà operazioni di manutenzione, aggiornamento e patch sulle applicazioni, garantendo agli utenti finali un’esperienza di alto livello senza preoccupazioni.

Spesso le aziende si trovano a dover investire risorse umane ed economiche per la gestione di soluzioni desktop tradizionali o per la creazione di infrastrutture con desktop virtuale in loco, che richiedono davvero una grande complessità di gestione e distribuzione. Si tratta di investimenti che in qualche modo vengono sottratti al business principale aziendale. Per molte aziende affidarsi al cloud computing potrebbe essere la soluzione ideale, in quanto, grazie alla formula pay-per-use è possibile pagare solo per le risorse effettivamente utilizzate e non si hanno ulteriori spese di manutenzione e gestione hardware. Con Amazon WorkSpaces, ad esempio, l’utilizzo di un ambiente desktop virtuale basato sul cloud fornisce agli utenti finali un metodo semplice e conveniente per accedere a potenti e sicure risorse, eliminando di fatto gli investimenti iniziali e sollevando le aziende dall’onere di manutenere una intera infrastruttura.

Per quanto concerne il calcolo dei costi, AWS utilizza un metodo basato su tariffa mensile che tiene conto di parametri quali: l’elaborazione, lo storage persistente e le applicazioni in uso.

Per attivare un desktop virtuale è sufficiente selezionare uno dei pacchetti WorkSpace individuato in funzione delle proprie esigenze sia a livello software, sia a livello hardware, e avviare il numero di WorkSpaces necessarie. Quando quest’ultime saranno pronte, gli utenti che ne hanno fatto richiesta, riceveranno una email che ne conferma l’attivazione e illustra le istruzioni su come scaricare e accedere al proprio WorkSpace. Come specificato a inizio articolo, gli utenti potranno accedere al proprio spazio di lavoro da qualsiasi dispositivo e salvare di volta in volta il proprio lavoro. Così facendo nulla andrà perduto e i documenti importanti saranno sempre disponibili in qualunque posto ci si trovi.

La gestione del desktop virtuale di Amazon WorkSpaces può avvenire utilizzando gli stessi strumenti normalmente impiegati per la gestione dei desktop tradizionali, in modo da poter mantenere il pieno controllo amministrativo.

Nella prossima parte del post scopriremo i vari pacchetti e i relativi costi, nonché i vantaggi di utilizzare i servizi AWS. Continuate a seguirci!

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *