eBay: l’e-commerce si trasferisce nel cloud

eBay mostra alcune tendenze del 2015 in ambito e-commerce: cloud computing, mobile e nuovi mercati sono i punti cardine dei retailer USA

Dopo gli incoraggianti risultati ottenuti dall’e-commerce “nostrano”, è tempo di allargare lo sguardo al ben più vasto mercato statunitense: l’opportunità di sondare i probabili trend emergenti del 2015 ci è offerta dall’ultimo studio di eBay Enterprise.

La ricerca ha coinvolto 1000 professionisti dell’e-commerce e del marketing impiegati presso retailer con rendite comprese frai i 3 e i 250 milioni di dollari.eBay trend e-commerce statunitense

Il primo dato da segnalare è che quasi i 3/4 del campione affermano di aspettarsi, per l’anno corrente, una crescita del 17%. Ed il balzo delle rendite sarà supportato principalmente dal cloud e dagli investimenti nel mobile – il recente aggiornamento dell’algoritmo Google è probabilmente un altro segnale inequivocabile dell’affermazione dei dispositivi portatili a livello globale.

Nonostante un 26% avanzi ancora dubbi sulla reale sicurezza del cloud, il 55% dei retailer ha affermato di avere in programma di approdarvi con il proprio e-commerce; e sempre alla nuvola sarà affidata la gestione dell’inventario (46% delle preferenze),  la gestione delle strategie di marketing (40%) e delle relazioni con i clienti (40% –  in inglese customer relationship management o CRM).

E-commerce tra cloud, mobile ed Estremo Oriente

L’espansione della propria attività a livello globale è un altro trend riscontrato da eBay: il 47% si è dichiarato pronto a raggiungere nuovi mercati, in particolare la Cina, anche se  le questioni legate alla localizzazione dell’e-commerce in un’altra lingua rappresentano una notevole sfida per le aziende.

Il terzo ed ultimo trend indicato dallo studio è quello legato agli investimenti nel mobile, a partire dall‘ottimizzazione dei portali (54%) fino allo sviluppo di applicazioni per dispositivi portatili (46%). Le “app”, divenute a tutti gli effetti  parte integrante delle strategie di marketing, saranno sviluppate principalmente per Android (51% del campione) ed iOS (50%).

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *