Fastnom.it: innovare nello shared hosting italiano è possibile

Innovare e un processo complicato, per sua stessa definizione, l'innovazione va intesa come miglioria di cio che gia c'e, di cio che non si adatta perfettamente alle esigenze tecnologiche o alle richieste del mercato. In un settore come quello del webhosting, l'innovazione non e sempre semplice, si lavora sull'aspetto tecnologico, sulla comunicazione e sul marketing, ma difficilmente si riesce a portare sul mercato un prodotto che rivoluzioni il concetto di shared hosting o di reseller hosting.

Innovare è un processo complicato, per sua stessa definizione, l’innovazione va intesa come miglioria di ciò che già c’è, di ciò che non si adatta perfettamente alle esigenze tecnologiche o alle richieste del mercato. In un settore come quello del webhosting, l’innovazione non è sempre semplice, si lavora sull’aspetto tecnologico, sulla comunicazione e sul marketing, ma difficilmente si riesce a portare sul mercato un prodotto che rivoluzioni il concetto di shared hosting o di reseller hosting.  Innovare non è però una opportunità riservata solo alle grandi aziende, Fastnom.it, l’azienda che ospitiamo oggi su HostingTalk.it, è entrata da pochi mesi nel campo del webhosting, o meglio, dello shared hosting, e lo ha fatto con un approccio innovativo, non cercando la rivoluzione ma migliorando sensibilmente diversi aspetti che le offerte italiane del settore trascurano, escludendo una buona percentuale di clienti che si rivolgono a servizi esteri.

Antonio Genna (alias Anto78 sul nostro forum, con account aziendale Fastnom)ha creato Fastnom.it su HostingTalk.it, non ha lasciato nulla al caso, si è informato, ha chiesto pareri e ha studiato la migliore soluzione per entrare in questo settore; evidentemente i consigli devono averlo condotto a diverse valutazioni interessanti, tanto da rivedere molti dei piani “comuni” che siamo abituati a vedere, e prevedendo formule come l’hosting di illimitati domini su un piano reseller. Ha creato un servizio esclusivamente dedicato alla posta elettronica e ha investito nel lancio di diverse promozioni, nei domini e negli spazi hosting, solitamente visibili solo sui siti delle grandi aziende.

Fastnom.it confessa, il modello spesso è stato quello delle aziende oltreoceano, ma l’assistenza e l’attenzione per i clienti sembrano essere quelle che distinguono il mercato italiano. Con Fastnom.it abbiamo parlato del loro arrivo sul mercato, delle difficoltà incontrate e di come guardano, a pochi mesi dalla nascita, ad un futuro in questo settore, fatto di nuovi servizi ed espansione del proprio parco macchine.

Di seguito l’intervista con Antonio Genna di

  • Ciao Antonio, per prima cosa mi piacerebbe che tu ci parlassi di Fastnom e di come avete portato online il vostro progetto

Ciao Stefano, grazie per l’opportunità che ci state offrendo di presentare FastNom agli utenti di HostingTalk.it. FastNom è una compagnia che offre servizi professionali di web hosting (sia low-cost che shared frazionabile) compatibili con tutti i principali CMS, registrazione domini Internet, servizi di posta elettronica, soluzioni per reseller e certificati SSL. In particolare, su alcuni dei nostri pacchetti hosting offriamo gratuitamente un software, denominato SiteBuilder (è possibile provare la demo di SiteBuilder all’indirizzo http://sitebuilder.fastnom.com), che permette a chiunque di costruire un sito web in pochi minuti e senza bisogno di avere competenze tecniche grazie ad un’interfaccia semplice e intuitiva.

Come si vede, i nostri servizi sono pensati per un’utenza molto ampia e variegata, che va dal neofita fino al professionista e all’azienda.
La nostra attenzione è costantemente rivolta ad offrire alla nostra clientela servizi innovativi e di qualità ponendo un occhio di riguardo anche al prezzo, che, per quella che è la nostra filosofia, deve essere equo e accessibile per tutti.
FastNom è un progetto nato nel 2007. Il periodo di gestazione è stato, in verità, piuttosto lungo, ma volevamo essere davvero pronti per affrontare una sfida così grande e impegnativa. Partiti da zero, siamo andati avanti per gradi, step by step, perchè volevamo cercare di mettere su un’impresa di hosting che potesse offrire quanto di meglio c’è attualmente sul mercato a prezzi molto competitivi. La fase di preparazione è stata un’esperienza entusiasmante e sinceramente anche faticosa e non priva di problemi, ma eravamo convinti di aver intrapreso la strada giusta… e ora che FastNom è nata da alcuni mesi, crediamo di aver vinto questa sfida, dato che finora non abbiamo avuto un solo minuto di downtime nè altri problemi tecnici e la nostra clientela, seppure ancora limitata nei numeri, si mostra soddisfatta dei nostri servizi.

  • Fastnom.it possiamo dire che sia nata “in casa”, so che come utente hai partecipato più volte su HostingTalk.it per chiarire dubbi e pareri in merito all’apertura di un’attività in questo settore, quali sono stati i passi fondamentali e i più difficili?

E’ vero, Stefano. La scoperta di HostingTalk.it è stata decisiva nel processo di sviluppo di FastNom. Colgo, anzi, l’occasione per ringraziare te, gli altri provider e tutti gli utenti del vostro forum che con i loro interventi hanno dato un prezioso contributo per aiutarci a chiarire tutti quei dubbi e problemi che sono emersi man mano che il nostro progetto prendeva corpo.

Come dicevo, siamo partiti da zero ed effettivamente abbiamo incontrato molteplici difficoltà di tipo tecnico, amministrativo-contabile e burocratico (non sto qui ad elencare tutti i problemi perchè non basterebbe una pagina intera…) nel percorso che ha portato alla nascita di FastNom.

Infatti, non ci si inventa provider da un giorno all’altro. In un business complesso come quello dell’hosting, sono tanti e di varia natura i fattori e le competenze che entrano in gioco se si vuole costituire un’attività seria e professionale ed è quindi facile rischiare di smarrirsi.

Anche noi abbiamo incontrato delle difficoltà nella fase di creazione della nostra compagnia, ma per fortuna abbiamo trovato in HostingTalk.it molta disponibilità e un valido supporto per risolvere tutti quei problemi che via via si sono presentati e ora credo che i risultati siano sotto gli occhi di tutti.
Per quella che e’ stata la nostra esperienza, lo scambio di informazioni si è rivelato davvero utile e quindi possiamo dire che è anche merito di HostingTalk.it se oggi FastNom è una realtà del mercato hosting italiano.

  • Quali scelte avete fatto per Fastnom in merito a gestione e collocazione dei server?

Essendo una piccola realtà e non disponendo quindi delle risorse necessarie per poterci dotare di un nostro datacenter, sapevamo che il primo e fondamentale passo da compiere era quello di trovare dei fornitori di server affidabili che ci potessero aiutare nella crescita del nostro progetto.

Abbiamo vagliato numerose offerte di server provider di varie parti del mondo e alla fine abbiamo scelto due collocazioni in Italia e Inghilterra che riteniamo strategiche per la nostra attività presente e futura.

In particolare, abbiamo deciso di ospitare il nostro sito FastNom.it su server collocati presso il datacenter BlueSquare di Londra, il principale datacenter inglese e uno dei più apprezzati a livello europeo e non solo. La scelta di collocare il nostro sito in Inghilterra nasce da una duplice esigenza: da un lato, volevamo poter contare su una velocità di connessione che fosse ottimale anche dall’Italia, dato che FastNom.it si rivolge prevalentemente al mercato italiano; e, dall’altro, abbiamo scelto l’Inghilterra anche in vista di una futura espansione di FastNom a livello europeo e internazionale.

Per quanto riguarda, invece, i server su cui ospitiamo i piani hosting dei nostri clienti, abbiamo scelto di collocarli presso la server farm I.Net di Milano, leader italiano nel campo dell’Information and Communication Technology (ICT), tramite l’ottima gestione fornita dalla società SeFlow s.n.c.

Per il momento, abbiamo dei server a noleggio, ma contiamo presto di poter fare un salto di qualità e dotarci di server di nostra proprietà.
La gestione dei server viene effettuata in loco da personale altamente specializzato con cui siamo in costante contatto e che ci garantisce la risoluzione di tutti gli eventuali problemi che dovessero verificarsi con grande rapidita’ e competenza. In definitiva, possiamo dire di essere pienamente soddisfatti dei partner tecnologici che abbiamo scelto per il nostro business.

  • Quale è il vostro background e come mai entrare in un settore, già “affollato”, come quello dello shared hosting?

Fino a un paio di anni fa non avrei mai pensato di poter entrare in un settore come quello dell’hosting, dato che ho una formazione commerciale e studi universitari di tipo umanistico. Poi, circa due anni fa, guardando casualmente un banner pubblicitario di un provider straniero, ho cominciato ad appassionarmi al mondo dell’hosting e progressivamente mi sono reso conto che con lo studio e tanto impegno poteva diventare più di una passione ma una vera e propria attività… ed è così che ho costituito un passo per volta la compagnia fino al lancio nei mesi scorsi di FastNom.it.

E’ vero… nel campo dello shared hosting ci sono già tanti provider attivi da diversi anni e quindi la competizione sicuramente non manca, ma a noi le sfide piacciono e crediamo anche di avere validi argomenti (basta dare un’occhiata alle nostre offerte per rendersene conto) per poterci ritagliare un ruolo in questo settore. In base all’esperienza maturata sul campo in questi primi mesi di attività, abbiamo compreso che l’utente medio cerca servizi di hosting affidabili e semplici da utilizzare che siano anche a buon mercato ed è esattamente quello che offre FastNom: servizi di qualità ad un prezzo decisamente più basso rispetto agli altri provider.

In questo modo, speriamo di poter dare il nostro piccolo contributo per rendere più competitivo il mercato italiano dell’hosting.
 

  • In sostanza, cosa pensi che possa garantire FastNom in più rispetto ad altre aziende del settore?

Beh… con una battuta (non molto lontana dalla realtà) potrei risponderti che conviene scegliere FastNom perchè offre di più ad un prezzo più basso.
Proponiamo, infatti, servizi estremamente competitivi con un ottimo rapporto qualità/prezzo in grado di venire incontro ad ogni tipo di esigenza. E già questo credo che sia un buon motivo per preferire i nostri servizi.

Naturalmente, non possiamo dire di essere migliori degli altri, ma crediamo di meritare la fiducia degli utenti. Da noi troveranno sempre cortesia, disponibilità, attenzione alle loro esigenze, professionalità, competenza e una eccellente qualità del servizio. Quello che ci contraddistingue è la cura dei dettagli che fa di un semplice fornitore di hosting un vero e proprio partner per il proprio progetto online a cui rivolgersi con fiducia.

In ogni caso, a ulteriore riprova della validità dei nostri servizi e della nostra serietà, affidabilità e trasparenza, offriamo su tutti i nostri servizi di hosting la garanzia 30 giorni soddisfatti o rimborsati. Questo significa che, se per qualsiasi motivo il cliente non fosse soddisfatto dei nostri servizi, gli garantiamo per 30 giorni il rimborso di quanto pagato.
Quindi, scegliere FastNom per costruire la propria presenza sul Web significa poter contare su un partner affidabile che ha come priorità assoluta la soddisfazione del cliente.

Hosting italiano ma con uno sguardo alle peculiarità dei piani esteri. Così Fastnom potenzia il reselling.

  • FastNom è una delle poche aziende italiane che ha realizzato piani
    multidominio, senza limiti, da cosa nasce questa scelta e come
    gestite un simile servizio?

La scelta di proporre piani hosting frazionabili e multidominio deriva proprio dalla constatazione che, a differenza di quanto accade all’estero e in particolare negli Stati Uniti, pochi altri provider italiani offrono questo tipo di servizio.
Noi, invece, riteniamo che l’hosting frazionabile sia la soluzione ideale e più conveniente per tutti gli utenti che hanno più di un sito web, perchè permette di attivare e gestire tutti i propri domini e siti web da un unico account, risparmiando così tempo e denaro.

Al fine di aiutare a comprendere in cosa consiste l’hosting frazionabile e perchè è così conveniente per l’utente, possiamo fare un piccolo esempio.

Se un utente possiede due o più siti web da mettere online, ha di fronte a sè due diverse opzioni: può rivolgersi ad un provider con hosting non frazionabile e in questo caso dovrà acquistare tanti piani hosting quanti siti possiede con un conseguente notevole esborso di denaro. Oppure, può scegliere i piani hosting frazionabili di FastNom ed attivare sul proprio account illimitati domini e siti web semplicemente ordinando un addon slot per ogni dominio aggiuntivo.
Come si vede, le soluzioni di hosting frazionabile sono molto vantaggiose perchè permettono un notevole risparmio economico e poi si rivelano particolarmente comode per l’utente. A questo proposito, il pannello Plesk si è rivelata davvero una scelta azzeccata sia per l’utente che può gestire con semplicità tutti i propri domini e siti web tramite un unico pannello di controllo sia per noi che possiamo settare con pochi click gli account frazionabili ed attivare i domini aggiuntivi richiesti di volta in volta dal cliente.

  • Non ho potuto fare a meno di notare gli account reseller, lo stile
    è quello dei servizi USA, avete tratto ispirazione da qualche nome
    famoso?

Anche nel caso dei piani reseller, ci siamo accorti che sul mercato italiano i pochi servizi reseller disponibili offrono risorse di spazio e banda decisamente inferiori alla media delle offerte dei grandi provider stranieri.

Per questo motivo, abbiamo deciso di colmare questo vuoto ed offrire piani reseller con spazio, banda e prezzi paragonabili ai principali provider internazionali (due nomi su tutti: HostGator e ResellerZoom) ma con server collocati in Italia e assistenza in lingua italiana.

I nostri piani reseller sono la soluzione ideale per tutti i professionisti del settore Web che desiderano offrire servizi di hosting con il proprio marchio, senza doversi preoccupare della gestione del server. Grazie al pannello reseller di Plesk, è possibile creare con semplicità illimitati accounts per i propri clienti ed assegnare le risorse di spazio, posta, database e molto altro.

Inoltre, con i pacchetti reseller offriamo gratis anche il nostro Domain Reseller Account, che permette al rivenditore di registrare autonomamente tutte le principali estensioni internazionali a partire da soli € 5,95 l’anno. In questo modo, il rivenditore potrà disporre per sè ed offrire ai propri clienti un pannello di controllo white label personalizzabile con il proprio logo per la registrazione e la gestione completa dei domini.
 

  • La scelta del pannello di controllo è ricaduta su Plesk, i clienti apprezzano questa scelta? Quale è stato fino ad ora il vostro riscontro in merito?

Prima di scegliere il pannello di controllo Plesk per i nostri servizi di hosting, abbiamo avuto modo di testare tutti i principali e più diffusi pannelli di controllo per server Linux e alla fine la scelta è ricaduta sul pannello Plesk perchè si è rivelato in assoluto il più curato, completo e performante pannello di controllo attualmente disponibile sul mercato.
Innanzitutto, a differenza degli altri pannelli di controllo, il pannello Plesk supporta la lingua italiana, il che lo rende particolarmente adatto per il mercato italiano.
Inoltre, permette all’utente anche meno esperto di gestire autonomamente il proprio account di hosting e di svolgere tutte le principali funzioni tipiche di un buon pannello di controllo (come monitorare lo spazio e il traffico, vedere le statistiche, creare indirizzi email, leggere la posta online, lavorare sui domini, gestire i DNS, creare sottodomini, creare e gestire database MySQL, utilizzare il File Manager, e molto altro…) in modo molto semplice e intuitivo. Plesk consente anche di installare con pochi semplici click più di 50 applicazioni, come Joomla, Mambo, Drupal, WordPress, osCommerce, Magento, Zen Cart…, per creare istantanemente blog, portali, shop online, forum, gallerie fotografiche, ecc.
A corredo, forniamo ai nostri clienti la guida completa di Plesk in italiano e degli utili video tutorial.
Finora i feedback che abbiamo ricevuto dai nostri clienti sul pannello Plesk sono stati molto positivi ed incoraggianti. Lo trovano estremamente completo e semplice da utilizzare.
Quindi, in definitiva, possiamo dire di essere molto soddisfatti sotto tutti i punti di vista per aver fatto questa scelta.
 

  • Avrete intenzione in futuro di abilitare veri e propri account reseller con la possibilità di gestire anche la fatturazione dei clienti?

Per dare maggiore autonomia operativa ai nostri rivenditori, offriamo gia’ la possibilità di attivare gratuitamente il nostro Domain Reseller Account, che permette di automatizzare la procedura di registrazione dei domini tramite una piattaforma white label. In questo modo il rivenditore non sarà più costretto a rivolgersi ad un maintainer esterno per la registrazione dei domini, ma potrà diventare per così dire egli stesso maintainer ed offrire ai propri clienti anche un comodo pannello di controllo per la gestione completa dei domini.

Stiamo anche pensando alla possibilità di arricchire ulteriormente i nostri piani reseller offrendo alcuni tra i più famosi software gestionali del settore hosting, ma questo progetto è ancora in fase embrionale. Sono diversi, infatti, i fattori che ci frenano. Innanzitutto, per quella che è la nostra esperienza, non c’è al momento sul mercato italiano un livello di richiesta tale da giustificare questo investimento.

In secondo luogo, l’assistenza su questi programmi verrebbe comunque fornita dalla software house e, dato che la quasi totalità di questi software è prodotta da compagnie anglofone, ci sarebbe eventualmente anche l’ostacolo della lingua per il cliente medio italiano. Per questi motivi, pur essendo interessati all’idea di abbinare ai nostri pacchetti reseller anche un software di fatturazione, preferiamo per il momento aspettare l’evoluzione del mercato, rimandendo comunque vigili anche su questo fronte.

  • Siete tra i pochi provider italiani che prevedono un servizio di email professionale, ci spieghi da cosa nasce questa esigenza e come gestite le caselle?

Abbiamo introdotto il servizio di email professionale solo di recente per venire incontro alle esigenze di tutti quegli utenti che hanno già un dominio (tenuto anche presso altri provider) o desiderano registrarne uno, ma che non necessitano per il momento anche di un account di hosting.

Con questa soluzione professionale ma a basso costo (solo 8,95 euro l’anno), il cliente potrà creare illimitati indirizzi email personalizzati da 1 GB ciascuno sul proprio dominio, del tipo nomecasella@dominio.com, e cominciare fin da subito ad inviare e ricevere email tramite una comoda interfaccia web oppure scaricandole in locale sul proprio client di posta.

Riteniamo che questo servizio possa essere utile ai professionisti che necessitano di indirizzi email affidabili e dal look professionale, e diventare anche una valida alternativa a servizi gratuiti come Gmail.

Per quanto riguarda la gestione del servizio Email Pro, abbiamo deciso di affidarci all’ottimo servizio di posta elettronica lanciato nei mesi scorsi dal nostro Registrar su una nuova piattaforma, che ci permette di offrire un servizio di qualità elevata con la possibilità di configurare illimitate caselle di posta elettronica ad un prezzo molto conveniente.

  • Concludiamo con una domanda inerente l’hosting free, da poco avete avviato una promozione che regala il primo anno per chi trasferisci il proprio sito e dominio, avete riscontrato una richiesta alta?

Come abbiamo già avuto modo di dire in questa intervista, la nostra priorità è rappresentata dal cliente e quindi abbiamo pensato di venire incontro alle tante persone che hanno un dominio in parcheggio o che non sono soddisfatte del loro attuale provider, offrendo loro la possibilità di trasferire il loro dominio presso FastNom e ricevere gratuitamente per un anno intero un servizio di hosting di qualità con ben 1 GB di spazio web e tanti altri servizi (illimitate caselle email, sottodomini, database MySQL, 1-click application installer, ecc.), per poter costruire fin da subito una significativa presenza sul Web in modo semplice, veloce e gratuito.

Per il momento, stiamo riscontrando un buon interesse verso questa nostra iniziativa e confidiamo col tempo che la nostra offerta di free hosting possa essere scelta da un numero sempre crescente di utenti.

Concludo ringraziando te Stefano per la disponibilità e il tempo che ci hai dedicato.
 

A cura di Stefano Bellasio per HostingTalk.it

Facci sapere cosa ne pensi!

  1. says

    Ho appena cancellato dominio/servizio/account con FastNom. Sarebbe opportuno aggiornare l’articolo. Attualmente offrono un servizio vergognoso e un’assistenza pessima. Meglio stare alla larga e affidare anche qualche spicciolo ad altri. Non valgono nemmeno 2/euro all’anno!

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *