Google, arriva il nuovo Cloud SQL Service

La nuova versione di Google Cloud SQL Service (la seconda) è stata ufficialmente lanciata e resa disponibile in beta. Ecco alcuni dettagli

google-cloud-platform

I servizi legati ai tradizionali database SQL sono ancora in grado di assicurare ai provider ampi margini  di guadagno e negli ultimi anni la competizione in tale segmento di mercato è aumentata considerevolmente.

Ad esempio AWS ha lanciato la scorsa estate Aurora, la soluzione MySQL hosted in grado di offrire, secondo la compagnia di Jeff Bezos, prestazioni fino a 5 volte superiori ai classici database, e successivamente un tool destinato ad agevolare le procedure di migrazione (Database Migration Service).

SQL server Google

Prima e seconda generazione: prestazioni a confronto

La seconda generazione di Google Cloud SQL (la prima risale al 2011) ha l’arduo compito di competere con il portfolio AWS : Google, consapevole della difficile sfida da affrontare, ha deciso di adottare una politica prezzi particolarmente aggressiva: durante il periodo di beta sarà infatti possibile usufruire non solo di un credito omaggio pari a 300$ ma anche di un’ulteriore sconto nel caso si utilizzi frequentemente il servizio (sustained use discount).

Per quanto riguarda le caratteristiche rese note da Mountain View, Cloud SQL sarà in grado di scalare fino a 10TB, 15.000 IOPS e 104GB di RAM per istanza e, ad un prezzo inferiore rispetto alla prima generazione, offrire performance relativamente migliori. Vedremo ad ogni modo nel corso del 2016 se la strategia di Google riuscirà effettivamente ad attirare l’attenzione dei clienti enterprise, target verso il quale l’azienda non è ancora in grado di esercitare lo stesso appeal di competitor come Microsoft ed AWS.

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *