ICANN: nessuna data certa per i prossimi gTLD

L'ICANN prende tempo e sceglie di non forzare il rilascio di nuove estensioni gTLD che potrebbero addirittura arrivare sul mercato nel 2020.

Il presidente del board of directors ICANN Steve Crocker ha risposto alcuni giorni fa ad una lettera inviata dall’RySG (Registries Stakeholder Group), il gruppo che tutela gli interessi di tutti i Registri che hanno un contratto in corso con l’ICANN.

La richiesta del RySG è stata inviata nella prima settimana di Giugno e riguardava la definizione di una scadenza, idealmente l’ultimo trimestre del 2018, per l’immissione sul mercato di nuove estensioni gTLD – e relativo application round, procedura con la quale si assegna la gestione dei gTLD ai vari Registri.

Crocker ha tuttavia dichiarato che non spetta al board stabilire la data del prossimo round gTLD ma alla community. Affinchè si possa passare alla fase successiva devono essere inoltre portate a termine una serie di procedure, come sottolineato nel seguente passaggio (grassetto non presente nella missiva):

As the Registry Stakeholder Group is aware, previous commitments were made for certain activities to be completed before considering when to open another application process for gTLDs, including:

¤ A review of the effects of the New gTLD Program on the operations of the DNS root system

¤ A review of the trademark clearinghouse

¤ A review of the Uniform Rapid Suspension (URS) system

¤ A review of the impact of the New gTLD Program on competition, consumer trust, and consumer choice. In addition, the Subsequent Procedures PDP Working Group is working to determine how additional gTLDs will be introduced.

While the first three reviews are completed, the last one and the PDP are still underway.

Il portale Domain Incite osserva che i lavori del PDP, sebbene siano ormai in corso da 18 mesi, procedono abbastanza a rilento – sembra che non sia stato trovato nemmeno un accordo sulle raccomandazioni preliminari.

“Quando arriveranno allora i prossimi gTLD?” si chiedono in molti. Secondo le iniziali stime dell’ICANN intorno al 2020, ad 8 anni di distanza dal primo round gTLD. L’ICANN e la community avranno altri tre anni circa per studiare adeguate strategie in grado di rilanciare i gTLD – ad oggi ancora in difficoltà, come evidenziato dal più recente report Verisign (q1 2017).

Fonti: 1, 2

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *