Intel P3608, nuovi SSD per i data center

L'azienda è attiva anche nel settore delle memorie flash ad alte prestazioni per il settore enterprise. Ecco gli SSD della famiglia P3608

SSD Intel Serie P3608

P3608 è la sigla che identifica le ultime proposte SSD Intel destinate al mercato enterprise ed ai data center. Le unità sono disponibili nei tagli 1.6TB, 3.2TB e 4TB ed adottano memorie flash MLC NAND: le performance sono invece variabili e raggiungono naturalmente i valori più elevati sul modello di punta della serie (4TB) . Se le 4K random read IOPS sono le medesime per ogni SSD, ovvero 850.000, le velocità di lettura/scrittura sequenziale sono rispettivamente di 5000/3000, 4500/2600, 5000/2000 MB/s.

A differenza degli SSD più diffusi in ambito consumer, che sono ancora legati all’interfaccia SATA, le controparti enterprise hanno optato da qualche tempo per gli slot PCI Express ed un nuovo standard, noto come NVM Express (Non-Volatile Memory Host Controller Interface Specification), in grado di garantire significativi vantaggi prestazionali rispetto al “passato”. La seguente tabella riassuntiva mostra le principali differenze con lo standard AHCI (Advanced Host Controller Interface).

Confronto tra interfaccia AHCI e NVMe

Per quanto riguarda i modelli della serie P3608, Intel ha deciso di inserire due SSD in una singola scheda (i consumi energetici sono di conseguenza aumentati) in modo da incrementare sensibilmente le velocità di trasferimento (fino a 5GB/s). Secondo quanto dichiarato dall’azienda, l’architettura dual controller e le 8 linee PCIe consentono di ottenere, rispetto a SATA e SAS, un numero di IOPS maggiore al costo di un inferiore carico sulla CPU.

Parlando infine dei prezzi di listino, l’esborso non può che essere considerevole: circa 2,19$ dollari per GB. Intel garantisce tuttavia per i modelli della famiglia P3608 un ciclo di vita pari ad almeno 1 milione di ore di funzionamento o 21.9 petabyte di dati scritti – valori che dovrebbero teoricamente tranquillizzare i potenziali acquirenti.

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *