Microsoft: nuovi dettagli sulla “svolta” ARM

Microsoft risponde ad alcune domande riguardanti il coinvolgimento di Qualcomm e Cavium in Project Olympus e l'utilizzo di chip ARM nei propri data center

Logo di Cavium, uno dei produttori di chip ARM coinvolti nel progetto Olympus

Il logo di Cavium, uno dei produttori di chip ARM coinvolti nel progetto Olympus Microsoft

Tra le notizie della scorsa settimana, quella riguardante l’introduzione di processori ARM nei data center Microsoft ha attirato l’attenzione della stampa specializzata e dell’industria. Nel corso dell’Open Compute Project (OPC) Summit di Santa Clara, Redmond ha presentato infatti la lista delle aziende coinvolte nel progetto Olympus, i server custom di prossima generazione che la compagnia utilizzerà nelle infrastrutture alla base della piattaforma cloud Azure.

Tra le varie imprese chiamate in causa anche Qualcomm e Cavium, noti produttori di chip basati su architettura ARM: ma Microsoft si è spinta oltre annunciando che la compagnia sta attualmente testando una build di Windows Server ARM destinata ai propri data center.

Per chiarire meglio la questione ARM Mary Jo Foley, nota redattrice del portale ZDNet, ha posto una serie di domande a Microsoft che, per mezzo di un portavoce, ha risposto alla giornalista. Di seguito vi proponiamo in traduzione lo “scambio di battute” tra gli interlocutori, la versione originale è consultabile a questo link.

Q&A con il portavoce Microsoft

Mary Jo Foley (MJF): La variante ARM di Windows Server sarà mai resa disponibile ai [vostri partner] e clienti? Se si, quando?

Microsoft (MS): La versione di Windows Server per architetture ARM è solo per uso interno, il che ci permette di valutare [le capacità dei server ARM con i servizi Azure]. Microsoft non ha al momento alcuna informazione da condividere in merito alle future roadmap.

(MJF): Il motivo per cui Microsoft utilizza Windows Server (e non Azure o Azure Stack) con i server ARM è perchè Azure ed Azure Stack non sono eseguibili [su questi ultimi]? [supportano solo Intel]

(MS): Azure è eseguita attualmente su Windows Server, questa scelta ci permette quindi di valutare internamente ARM come piattaforma per [l’esecuzione] di determinati servizi Azure. [Il portavoce ha successivamente specificato che Microsoft Azure è eseguita su Hyper-V, l’hypervisor che viene messo a disposizione di tutti gli utilizzatori di Windows Server. Microsoft afferma di utilizzare l’opzione di installazione “Server core” ndr]

(MJF): Qual è il ruolo di Cavium [in relazione] all’annuncio di oggi ? [si riferisce alla lista di aziende coinvolte nel progetto Olympus ndr]

(MS): Cavium ha realizzato una scheda madre compatibile con Project Olympus che Microsoft può [installare] nei propri data center.

(MJF): Perchè Microsoft sta testando Windows Server con [chip] ARM? E’ forse perchè ARM garantisce [una migliore efficienza energetica rispetto ad Intel]? Perchè Microsoft pensa che sia meglio appoggiarsi [a varie architetture]? Per insoddisfazione nei riguardi delle prestazioni di Intel […]? O per tutte/nessuna delle ragioni [appena menzionate]?

(MS): Un ecosistema di server vendor ARM in ottima salute garantisce [una ricerca continua] in merito a funzionalità tecniche come core e numero di thread, chache, istruzioni, opzioni di connettività ed acceleratori. C’è anche un consolidato ecosistema software e di sviluppatori ARM che beneficiano degli stack software dei cellulari top di gamma.

(MJF): Project Olympus [è stato progettato da Microsoft per offrire agli utenti ampia libertà di scelta nel design]. Intel Xeon (Skylake) con Intel FPGA o Intel Nervana; AMD Naples. Avete inoltre affermato di aver lavorato con Qualcomm e Cavium “allo sviluppo dei cloud server ARM compatibili con Project Olympus”. Ciò signigica che i server Olympus possono utilizzare anche processori ARM nelle proprie schede madri?

(MS): I design ARM64 creati da Qualcomm e Cavium sono compatibili con Project Olympus.

(MJF): Nel vostro blog post si afferma che i server ARM sono adatti per [task cloud interne] come la ricerca ed l’indicizzazione, lo storage, i database, big data e workload machine learning. Ciò significa che potreste eseguire in qualche modo questi workload solo su server ARM ed altri workload Azure su server Intel/AMD?

(MS): Microsoft sta attualmente valutando i server ARM per apportare innovazione ai servizi cloud interni dei propri data center ed al momento non ha altre informazioni da condividere.

(MJF): Il tweet di  Jeffrey Snover (Microsoft Technical Fellow) mi ha confuso. Come si spiega la scelta di [eseguire Windows Server su soluzioni ARM destinate ai clienti se si tratta solo di server destinati all’uso interno]?

(MS): L’innovazione nei data center Microsoft [apporta benefici anche agli utenti finali grazie a migliori prestazioni e maggiore efficienza].

Conclusioni

Secondo la redattrice di ZDNet l’obiettivo di Microsoft è abbastanza chiaro: l’introduzione di vendor ARM nel gruppo di aziende coinvolte nel progetto ha lo scopo di porre sotto pressione l’attuale leader del mercato, ovvero Intel – ma è il caso di aggiungere che anche la presenza di AMD ha il medesimo scopo, soprattutto se si pensa all’arrivo di “Naples”.

Fonte: 1

 

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *