Qboxmail: il servizio di email hosting cloud per rivenditori

Hosting Talk ha testato il servizio di cloud email hosting messo a disposizione da Qboxmail, una piattaforma orientata alla rivendita delle caselle email.

Conclusioni e valutazioni

Nella pagina “Chi Siamo”, Cecchi Business Solutions descrive il servizio testato con la seguente frase: “Qboxmail è pensato per offrirti le stesse prestazioni e flessibilità di un Mail Server Dedicato ma senza la necessità di doversi preoccupare dell’hardware e della gestione dei server“. Dopo diversi mesi di utilizzo del servizio non possiamo che confermare la veridicità di suddetta affermazione: il servizio mette a disposizione tutte le funzionalità di un classico servizio di gestione email, con l’aggiunta di un set di strumenti che rendono perfetto Qboxmail da parte di rivenditori e sviluppatori.

Qboxmail è allo stesso tempo sia un SaaS (Software as a Service), se lo si usa semplicemente per gestire le caselle di posta attraverso le webmail disponibili, sia un PaaS (Platform as a Service), se lo si usa come base per costruire il proprio applicativo/prodotto mediate le API REST a disposizione.

Dal punto di vista infrastrutturale il servizio poggia su cluster eterogenei atti a garantire la disponibilità del servizio e tutti i server sono collocati all’interno di una delle sale dati di KPNQwest collocate a pochi metri dal MIX. Il pannello di gestione, contando tutte le funzionalità messe a disposizione, è semplice da utilizzare e corredato da un buon quantitativo di documentazione.

In merito all’assistenza tecnica, durante il periodo di test essa si è comportata bene, rispondendo alla richieste in circa 30 minuti, permettendomi di poter sfruttare appieno tutte le funzionalità offerte.

L’unica nota stonata dell’offerta è la gestione del Service Level Agreement (SLA), ovvero dei livelli minimi di servizio garantiti da contratto: solo chi sottoscrive un contratto annuale potrà usufuire di un SLA del 99,9%, con penale del 5% per ogni ora di downtime oltre la soglia prestabilita, fino ad un massimo del 100% relativo all’importo dell’ultima fattura pagata.

Ricapitolando i PRO ed i CONTRO dell’offerta:

PRO:

  • Suite completa di strumenti per la gestione del servizio, adatta sia a rivenditori sia a sviluppatori
  • Pannello di controllo e webmail facilmente personalizzabili (whitelabeling)
  • Ottima infrastruttura e connettività

CONTRO:

  • Il SLA è valido solo per contratti della durata minima di un anno.

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *