Serverweb.net shared hosting entry-level: il lowcost in cluster

Introduzione ServerWeb.net e un'azienda relativamente giovane nel mondo del webhosting, nata come brand di EOS Net Srl, la storia della societa milanese ci porta di fronte ad un gruppo di professionisti del settore IT che hanno deciso di unire le loro forze per avviare un marchio di qualita nel settore hosting. Nessun stupore a trovare dietro al brand anche Cristiano Gatti, imprenditore del settore webhosting, che dopo aver creato e ceduto una compagnia di successo, ha deciso di entrare in Eos Net per arricchire i servizi della societa con la visione e l'esperienza di chi ha lavorato agli albori del settore.

Introduzione

ServerWeb.net è un’azienda relativamente giovane nel mondo del webhosting, nata come brand di EOS Net Srl, la storia della società milanese ci porta di fronte ad un gruppo di professionisti del settore IT che hanno deciso di unire le loro forze per avviare un marchio di qualità nel settore hosting. Nessun stupore a trovare dietro al brand anche Cristiano Gatti, imprenditore del settore webhosting, che dopo aver creato e ceduto una compagnia di successo, ha deciso di entrare in Eos Net per arricchire i servizi della società con la visione e l’esperienza di chi ha lavorato agli albori del settore.

Schermata 2009-10-18 a 17.40.46.png

ServerWeb è specializzata in soluzioni hosting professionali, reselling e fornitura di ambienti virtuali VMware, tuttavia la compagnia fornisce anche un piano lowcost dal costo di 23 Euro annui. L’azienda ha effettuato un grosso investimento iniziale per dotarsi di una infrastruttura in cluster, con la quale gestisce tutte le soluzioni hosting, dal lowcost al servizio professionale, scelta inusuale e di grandissimo valore aggiunto, come vediamo nel seguito della recensione.

Caratteristiche del piano hosting

Caratteristiche

Nome del piano: Piano Hosting base cPanel Linux
Spazio web: 500 MB
Traffico mensile garantito: 10 GB
Database MySQL utilizzabili: 1
Account di posta: 6
Backup manuale: si
Account FTP: 3
Sottodomini: 1
Backup automatico del server: si
Costo: 23 Euro + IVA annui
Opzione Soddisfatti o rimborsati: Si

Si tratta di risorse standard per l’installazione dei CMS più comuni e il mantenimento di siti di piccole dimensioni. I piani non vengono attivati su singoli server, ma all’interno di una struttura in cluster, soluzione utilizzata dall’azienda per tutti i propri piani in shared hosting. Dopo aver concluso la recensione abbiamo voluto chiedere all’azienda come avviene l’host di questi piani e quali precauzione vengono prese per il carico dei server, pubblichiamo la risposta ricevuta via email:

Si ragione non tanto a numeri di siti ma a risorse occupate. Se su una macchina per esempio 10 siti business occupano già un carico da noi deciso a priori che è massimo 1.5 (load) circa, quella macchina non sarà più popolata da nuovi siti
Idem per il low cost. Se invece su una macchina con 250 siti è a 0.8% di load, allora ne inseriamo altri. Nel momento in cui il load và fuori policy, migriamo qualche dominio da un server ad un altro senza chieder nulla al cliente in quanto la migrazione è interna e non si accorge di nulla. Se però il problema è un sito mal configurato (script esosi di risorse perchè non ottimizzato), scriviamo al cliente chiedendo di sistemare la situazione.

Connettività e uptime del piano shared hosting Serverweb.net

Connettività e uptime del piano shared hosting Serverweb.net

ServerWeb.net si appoggia alla webfarm di Kpnqwest di Milano, una dei data center più conosciuti, al suo interno l’azienda dispone di racks con doppia alimentazione e accesso a più carriers per la connettività di rete, una soluzione che ci spiega le ottime performance ottenute sul fronte della connettività. Abbiamo iniziato a monitorare il piano di ServerWeb.net in data 2 maggio 2009 e abbiamo concluso in data 26 Settembre 2009 il monitoring tramite Pingdom.com, ottenendo un valore di uptime del 99.88%, un ottimo risultato che posiziona il nostro piano lowcost con un downtime di quasi 3 ore in oltre 4 mesi di test.

uptime.jpg

Altrettanto buona la latenza riscontrata, parliamo di un tempo medio di risposta del server di 106 ms, con un picco minimo di 82 ms e uno massimo di 146 ms, tra i valori più bassi che la redazione di HostingTalk.it abbia trovato nella prova di una soluzione di shared hosting, sempre considerando che il check viene eseguito da più continenti ogni minuto. 

latency.jpg

Il ping eseguito da una connessione ADSL wholesale di Telecom Italia riscontra una latenza che va da 54 a 59 ms, più che accettabile. In download, con un file da 50 MB abbiamo raggiunto i 600 Kbit/s, sempre tramite il collegamento di una linea ADSL residenziale wholesale

Assistenza Serverweb.net

Assistenza Serverweb.net

Serverweb.net fornisce assistenza tramite chat, email, ticket, forum e telefono. Nel caso del piano lowcost non abbiamo a disposizione l’assistenza telefonica ma una pagina molto chiara del sito della compagnia (http://www.serverweb.net/supporto-faq.php) chiarisce esattamente quali sono le modalità e i tempi di risposta dell’azienda. 

L’azienda dichiara di fornire un controllo automatico e umano completo sui propri server, in modo da verificare istantaneamente eventuali anomalie.

Per testare l’assistenza abbiamo aperto un ticket generico per la richiesta di aggiunta al database MySQL di un file .sql da 10 MB: non abbiamo volutamente fornito spiegazioni alla compagnia, e abbiamo indicato in seguito la impossibilità di eseguire l’operazione tramite timeoute. 

L’apertura del ticket, alle ore 18.46 di Sabato 18 Settembre, abbiamo ricevuto risposta alle ore 18.59, a 15 min esatti di distanza: il supporto, ci ha suggerito di procedere tramite phpMyAdmin, al secondo ticket, con nostra spiegazione dell’impossibilità dovuta ad un timeout di phpMyAdmin, abbiamo ricevuto il supporto completo dell’assistenza, oltre ad una risposta che ci ha particolarmente soddisfatto e riportiamo di seguito:

assistenza

Una spiegazione che ci ha sorpreso e ci ha mostrato molta chiarezza e professionalità da parte dell’azienda. Come specificato il servizio lowcost fornisce all’utente tutti gli strumenti necessari per lavorare in completa autonomia, l’assistenza ha quindi fornito una prima risposta indicativa degli strumenti a noi messi a disposizione, con l’indicazione del procedimento. 

Da notare che il supporto ha provveduto anche all’individuazione del database e dei dati di accesso ad esso dall’installazione di Joomla presente sull’account, dati appositamente omessi da noi per vedere quale fosse il comportamento dell’assistenza. 

Con una risposta di soli 15 min al nostro ticket e un comportamento altamente professionale, ci sentiamo di suggerire pienamente questo piano hosting, il cui standard di servizio nell’assistenza è ben più alto della categoria di appartenenza e solitamente presente per piani il cui costo sale a qualche centinaio di euro annuali. 

Software e pannello di controllo cPanel

Software e pannello di controllo cPanel

Subito dopo aver effettuato la registrazione e il pagamento del nostro spazio riceviamo una serie di email che ci forniscono tutte le spiegazioni e i dati di accesso al piano: l’attivazione è stata per lo più immediata, abbiamo ricevuto tutto entro pochi minuti dal pagamento (eseguito tramite PayPal) e la email inviata contiene già tutti i dati per l’accesso al pannello e alla gestione del sito anche se il dominio non risulta ancora attivo.

cpanel.jpg

La scelta di Serverweb, per il pannello di controllo, è ricaduta sul noto cPanel, il pannello che troviamo è completamente tradotto in Italiano e risulta subito facile muoversi tra le numerose opzioni, un classico di questo prodotto; Serverweb.net ha preferito un template molto semplice per la sua installazione di cPanel, forse con l’idea che il piano sia destinato, di fatto, a persone che non sempre hanno già avuto a che fare con un servizio di webhosting. Dal pannello possiamo fare quasi tutto, un modo molto pratico per far si che l’utente non sia costretto a contattare l’assistenza per ogni piccola modifica o necessità. 

Il webserver presente sulla nostra installazione è Apache 2.2.10, PHP in versione 5.2.6 e MySQL in versione 5.0.81. Abbiamo a disposizione 6 caselle di posta totali, e fino a 3 account FTP attivabili, più che sufficiente considerando che il piano può ospitare un solo nome a dominio e dispone di uno spazio disco complessivo di 500 MB. Il piano provato è già configurato per poter ospitare i principali CMS, come Joomla o Drupal, nel nostro caso abbiamo scelto di installare Joomla, lasciandolo in produzione per tutto il tempo necessario alla prova. 

Stress test sul webserver

Stress test sul webserver

Trattandosi di un piano hosting entry level abbiamo deciso di provare una classica installazione di Joomla, con un sito già attivo, e su di esso abbiamo eseguito lo stress test del webserver tramite il software opensource Siege. Abbiamo deciso di simulare la presenza sul sito di 50 e 100 con i relativi risultati da mostrare:

Siege -t10M -i -c50 -d30 (50 utenti contemporanei)

Lifting the server siege… done.

Transactions: 4367 hits

Availability: 100.00 %

Elapsed time: 600.01 secs

Data transferred: 23.17 MB

Response time: 0.33 secs

Transaction rate: 6.33 trans/sec

Throughput: 0.05 MB/sec

Concurrency: 2.35

Successful transactions: 4034

Failed transactions: 0

Longest transaction: 1.50

Shortest transaction: 0.06

siege -t10M -i -c100 -d30 (100 utenti contemporanei)

Transactions: 18679 hits

Availability: 100.00 %

Elapsed time: 600.11 secs

Data transferred: 181.30 MB

Response time: 0.31 secs

Transaction rate: 16.94 trans/sec

Throughput: 0.10 MB/sec

Concurrency: 4.64

Successful transactions: 17564

Failed transactions: 0

Longest transaction: 3.78

Shortest transaction: 0.05

In entrambi i casi non abbiamo riscontrato rallentamenti tali da impedirci la navigazione, il test con 100 utenti ha reso la navigazione meno fluida ma sempre possibile.  

Conclusioni e valutazioni sul piano di Serverweb.net

Conclusioni e valutazioni sul piano di Serverweb.net

La prova del piano hosting entry-level di Serverweb.net ci lascia del tutto soddisfatti, si tratta di una soluzione molto solida, basata su una struttura cluster e gestita in maniera da consentire all’utente di lavorare in piena libertà sul proprio sito, senza preoccuparsi di configurazioni o problemi relativi allo spazio web. Il costo è molto contenuto, per 23 Euro annui difficilmente troviamo nel web italiano un piano hosting gestito tramite una struttura in cluster e con un tempo di risposta dell’assistenza inferiore ai 15 minuti. Ottima anche la scelta di cPanel, ci rendiamo conto che nulla potrebbe far sembrare questo piano un entry-level, se non il costo e la marcata dichiarazione dell’azienda, che in ogni passaggio sottolinea come si tratti di un piano “economico”. 

Una scelta, quest’ultima, che comprendiamo assai poco e che rappresenta l’unico punto a sfavore, non tanto per i clienti, quanto per l’azienda: il piano provato ha prestazioni che potrebbero portarlo ben oltre il canone annuo richiesto, tuttavia ServerWeb.net lo distingue dal resto dei suoi piani marcandolo come “economico”, e quindi potenzialmente allontanando una buona base di utenti che potrebbe venire soddisfatta dall’offerta.

Nulla da dire su connettività e assistenza, per quest’ultima siamo rimasti abbastanza sorpresi per la risposta ricevuta, lontana dai soliti messaggi “preimpostati” che spesso troviamo in un hosting lowcost, sarebbe stato anche auspicabile una pronta esecuzione di quanto richiesto al primo messaggio del ticket, ma in questo caso è stata una nostra mancanza, l’assistenza di Serverweb.net infatti documenta in modo chiaro tutto quel che l’utente può fare e può non fare direttamente tramite il pannello di controllo cPanel.

A cura di Stefano Bellasio per HostingTalk.it

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *