Switch apre un nuovo data center a Milano

Una struttura di circa 42.000 metri quadri sorgerà nei pressi di Milano per un investimento prossimo ai 300 milioni di euro

Anche se Milano non rientra tra le mete più ambite per la costruzione di nuovi data center, è in ogni caso da Switch, primo data center a Milanoconsiderarsi come un interessante punto strategico per affacciarsi sul mercato europeo: IBM, come alcuni dei nostri lettori ricorderanno, ha aperto alcuni mesi fa il suo primo cloud data center italiano a Cornaredo (MI) ; la stessa TelecityGroup, che sarà acquisita dalla statunitense Equinix per la “modica” cifra di 2.35 miliardi di sterline, dispone di tre facility nell’area.

Switch, data center provider con sede a Las Vegas che può vantare tra i propri clienti alcune aziende della Top 1000 Fortune come Google e Sony, è intenzionato a consolidare la propria presenza a livello globale ed ha ufficilizzato, proprio in questi giorni, la costruzione della prima facility oltreoceano alle porte della città sede di Expo 2015. Per l’esattezza la struttura da 40 megawatt sorgerà a Siziano e coprirà circa 42.000 m2.

Tra gli altri dati resi noti anche l’intenzione di ottenere la certificazione Tier IV dell’Uptime Institute (pare che il provider punti esclusivamente a costruire data center conformi ai requisiti della più alta categoria disponibile) ed un investimento per l’avvio e completamento del progetto pari a circa 300 milioni di euro.

“Siamo lieti di [avviare la nostra strategia di espansione] dall’Italia. Il nostro progetto ha un obiettivo molto preciso: utilizzare sistemi ridondanti ed un design intelligente per rispondere alle esigenze di chi necessita di essere presente in più aree geografiche e di trasferire una considerevole quantità di dati tra vari Stati” ha dichiarato Khaled Bichara, CEO di Supernap (l’ente formato da Switch ed altri investitori per supervisionare ed attuare la costruzione dei vari data center).

 

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *