Ubuntu è l’OS più diffuso nel cloud

E' quanto emerge dall'analisi dei dati raccolti su Amazon Web Services. Ubuntu continua ad essere la scelta preferita di aziende e privati


Ubuntu

Il cloud pubblico preferisce Ubuntu. I dati raccolti dal sito “The Cloud Market”, relativi alle istanze AWS EC2 (Elastic Compute Cloud), lasciano pochi dubbi a riguardo: con 135.000 istanze registrate, il sistema operativo Canonical stacca nettamente la concorrenza che non riesce ad eguagliare la prima posizione nemmeno sommando il numero di istanze degli inseguitori – 54.000 per Linux Amazon Machine Image ; 17600 per Windows ; 8500 per CentOS ; 5600 per Red Hat Enterprise Linux.

Secondo quanto afferma il portale ZDnet, essere il sistema operativo più diffuso su AWS equivale ad essere in generale la prima distribuzione Linux per il cloud.  AWS, in base agli ultimi report RightScale sulla situazione del settore, detiene infatti  il 57% del mercato seguita a lunga distanza da Azure (12%).

Se diamo uno sguardo ad ambienti cloud privato ed ibrido, la strategia adottata da Canonical (OpenStack, partnership di un certo rilievo con aziende come Microsoft ed Oracle) sembra rivelarsi nuovamente vincente: la distribuzione Linux si posiziona sempre in cima alla classifa con il 53% delle preferenze – CentOS resta invece fermo al 29%.

Alcuni potrebbero considerare il predominio di Ubuntu come un’avvenimento inaspettato ma non è affatto così, ribadisce ZDnet. Il malinteso è dovuto all’errata percezione che buona parte dell’utenza ha dell’OS Canonical, ovvero un sistema operativo pensato per ambienti desktop. Niente di più errato, la verità è proprio l’esatto contrario: la versione desktop è solo una valida aggiunta, il core business di Canonical resta infatti ancorato al cloud.

AWS EC2 ed istanze Ubuntu

 

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *