Windows 10, maggiore sicurezza con la micro virtualizzazione

Windows 10 migliora la sicurezza per merito della tecnica della micro virtualizzazione, implementata grazie alla partnership intrapresa con Bromium

Windows 10, maggiore sicurezza con la micro virtualizzazione

Bromium, una venture capital con base a Cupertino, California, specializzata in tecnologie di micro virtualizzazione è il partner che Microsoft ha prescelto per lo sviluppo di Windows 10. La volontà è di investire in sicurezza dando vita ad un prodotto quanto più sicuro sul mercato.

Cos’è la micro virtualizzazione?

La virtualizzazione in informatica è una tecnica di implementazione dei sistemi IT che garantisce maggior affidabilità e sfruttamento delle risorse di un sistema. Un server di tipo fisico può ospitare diverse macchine di tipo virtuale. Le risorse del server singolo sono condivise tra differenti ambienti. Evitando l’esigenza della fisicità delle macchine si riesce a risparmiare tanto sul capitale quanto sull’energia elettrica. Più risorse “libere” garantiscono anche maggior controllo e sicurezza.

La micro virtualizzazione funziona in maniera simile ma su applicazioni astratte e i loro sotto processi. Si tratta sostanzialmente di una virtualizzazione più mirata e fine. Le applicazioni possono, grazie alla micro virtualizzazione,  girare su ambienti isolati senza “intaccare” l’hardware.

La micro virtualizzazione in Windows 10

Su Windows 10, la micro virtualizzazione è garantita da un software proprietario realizzato da Bromium che svolge a funzione di “microvisor”. La tecnologia di Bromium  rappresenta un complemento per la sicurezza di Windows 10 in grado di isolare ed eliminare eventuali cyber attacchi prevenendo compromissioni al sistema finale.

Per gli sviluppatori il sistema rappresenta la miglior tecnologia in termini di micro virtualizzazione. La vera forza del sistema è rappresentata dalla natura “granulare” del sistema che permette di interagire su diversi livelli di profondità.

I clienti ci dicono che migliorare notevolmente la sicurezza è un requisito critico e una delle principali ragioni per cui adotteranno rapidamente Windows 10“, ha dichiarato Jim alkove, partner director del programma di management e sicurezza per le imprese all’interno del gruppo Windows e Devices di Microsoft. “Siamo entusiasti di vedere il nostro partner Bromium sviluppare funzionalità di sicurezza con soluzioni di micro-virtualizzazione per aiutare i nostri clienti ad eliminare gli attacchi“.

La tecnologia di Bromium estende ed integra anche ulteriori sistemi di sicurezza di Microsoft come la Systems Center Endpoint Protection. Microsoft Windows 10 utilizzerà anche sistemi di virtualizzazione della CPU.

Il CEO di Bromium, Ian Pratt è certo che la micro virtualizzazione rappresenterà un fondamento per la sicurezza dei sistemi desktop da qui in avanti. “Le soluzioni sviluppate da Bromium sono compatibili e complementari con gli sforzi compiuti da Microsoft verso la sicurezza di Windows. Microsoft e Bromium assieme rendono Windows un prodotto sicuro, scongiurando attacchi e monitorando in tempo reale le minacce. Siamo orgogliosi di collaborare vicini a Microsoft e aiutare le aziende” – ha confermato Pratt.

La micro virtualizzazione riesce ad isolare numerose azioni tra cui l’accesso ad internet, l’apertura di allegati, file e sistemi di memorizzazione dati esterni. In questo modo risulta più puntuale intercettare malware che possono compromettere il sistema entrando nella rete aziendale.

Facci sapere cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *