A che punto è il cloud nelle imprese? Cloud pubblico e privato è il giusto mix

i riultati di un sondaggio promosso da Rightscale mostrano lo stato attuale del cloud computing all'interno delle strategie aziendali, sono sempre di più le aziende che lavorano con il cloud, moltissime preferiscono ancora modelli ibridi, un mix di modelli cloud pubblici e privati.

Oggi sempre più aziende si affidano a strategie cloud per abbassare i costi e snellire le loro infrastrutture IT. Ma quali sono i modelli più utilizzati e quali sono le tendenze nel settore? Un sondaggio di Rightscale, promosso di recente, fornisce dati piuttosto interessanti a riguardo. Nello specifico è sempre più bassa la percentuale di aziende che tutt’ora non sono interessate a questo tipo di soluzioni. Al momento sono solamente l’8% contro il 49% che le usa attualmente (in maniera massiva o meno), il 17% che sta sviluppando una strategia per migrare al cloud e il rimanente 26% che è ancora ad uno stato embrionale di sviluppo.

Considerando compagnie più grandi, dai 1000 dipendenti in su, i numeri cambiano leggermente, ma la tendenza è simile. E qui si riscontra un’altra tendenza interessante. Tra queste grandi compagnie, il 77% preferisce soluzioni Multi-cloud e di queste il 47% usa, o pianifa di usare, modelli ibridi, come si può vedere dal grafico in figura.

Un ulteriore aspetto interessante emerso dal sondaggio è sul grado di maturità dell’utilizzo del cloud per l’impresa e come questo influenzi il giudizio su questo tipo di servizi. Per esempio, problemi legati alla sicurezza dei dati sensibili vengono visti come un punto di ulteriore sviluppo da parte del 38% dei neo-utenti mentre la percentuale si abbassa al 18% quando la stessa domanda viene posta a clienti con maggiore esperienza. Analogamente solo il 30% dei nuovi utenti considera sensibilmente più veloci le soluzioni cloud, mentre la percentuale positiva nella categoria “utente esperto” sale all’87%.

In conclusione, il sondaggio evidenzia come sia sempre più in crescita la figura del DevOps in quanto importanti per le gestione ottimale di servizi cloud e anche la possibilità di crescita che ne deriva. Il 54% dei rispondenti al sondaggio valuta positivamente questo aspetto. Quanto emerge è la propensione ad adottare modelli di cloud ibrido, con condivisione fra cloud pubblico e privato, una tendenza che i vendor conoscono e che compagnie come Amazon stanno cercando di “studiare” per promuovere sempre più il passaggio verso l’ambiente pubblico.