Amazon cambia il modello di pagamento per EC2

Il cloud computing di Amazon si aggiorna e aggiunge nuove modalita di pagamento e gestione dei propri servizi per i clienti. Fin dal lancio del servizio, nel 2006, il modello di pagamento si e basato sul pagamento per utilizzo, andando a calcolare le ore di computazione utilizzate dai clienti e i GB trasferiti nel caso della banda e del sistema di storage S3. Ora, per quanto riguarda EC2, c'e una nuova possibilita di gestione: la compagnia ha creato le Reserved Instances, ovvero delle istanze comuni di EC2 che possono essere pero acquistate (riservate) per un anno o piu, e comportano in tal modo una notevole riduzione del costo del servizio, Amazon infatti applica un sensibile tasso di sconto sulla tariffa oraria del servizio, passando da 0.10 a 0.067 dollari di costo.

Il cloud computing di Amazon si aggiorna e aggiunge nuove modalità di pagamento e gestione dei propri servizi per i clienti. Fin dal lancio del servizio, nel 2006, il modello di pagamento si è basato sul pagamento per utilizzo, andando a calcolare le ore di computazione utilizzate dai clienti e i GB trasferiti nel caso della banda e del sistema di storage S3. 

Ora, per quanto riguarda EC2, c’è una nuova possibilità di gestione: la compagnia ha creato le Reserved Instances, ovvero delle istanze comuni di EC2 che possono essere però acquistate (riservate) per un anno o più, e comportano in tal modo una notevole riduzione del costo del servizio, Amazon infatti applica un sensibile tasso di sconto sulla tariffa oraria del servizio, passando da 0.10 a 0.067 dollari di costo. 

Si tratta sicuramente di un passo avanti per la diffusione del cloud computing anche in quelle aziende che sono restie nell’acquisto di un servizio che potrebbe portare a costi nascosti o non prevedibili. Le reserved instances non eliminano il pagamento a consumo, ma di sicuro lo rendono meno importante agli occhi del cliente, Amazon paragona l’acquisto annuale dell’istanza all’acquisto di nuovo hardware in una comune infrastruttura e il costo della computazione è paragonabile ai costi operativi di gestione di un comune servizio.