Backorder dominio in scadenza, le tecniche di guadagno | IV parte

Ecco svelati tutti gli strumenti online dove reperire gli elenchi dei nomi a dominio in scadenza, per lanciarsi al meglio nelle sfide del backorder

Abbiamo concluso l’ultimo approfondimento dedicato al mondo del backorder dominio ponendo una domanda a cui ci eravamo ripromessi di fornire una risposta specifica: come si ottengono le liste dei domini in scadenza?

A questa domanda eravamo pervenuti dopo aver preso coscienza che nel mondo ogni giorno si liberano migliaia di domini, di cui non si è a conoscenza. Chi vuole iniziare a destreggiarsi nel mondo del backorder, magari per creare delle nuove opportunità di guadagno, deve comunque sapere quali domini stanno per rendersi liberi, in modo da studiare la migliore strategia di acquisto e rivendita, sulla base del valore del dominio stesso.

Per venire a conoscenza dei domini in scadenza e prossimi alla registrazione non ci serve un agente 007 o una spia dell’NSA, ma basta semplicemente affidarci a una serie di servizi online appositi, che elencano tutti i nomi a dominio di prossima scadenza, fra cui scegliere quello di maggiore interesse.

Per comodità di trattazione, abbiamo deciso di suddividere gli elenchi online sulla base dell’estensione del nome a dominio, valutando i servizi che forniscono informazioni sulle TLD generiche (.COM, .NET, .ORG, .BIZ, ecc) e sull’estensione geografica nostrana .IT.

Buona lettura!

Liste dei nomi a dominio in scadenza per estensioni generiche

I domini .COM e .NET sono davvero un’infinità. Nel momento in cui scriviamo, i nomi a dominio .COM attivi sono pari a oltre 113 milioni, mentre i .NET superano la cifra di 15 milioni di attivazioni. Questi numeri possono essere estratti dai contatori pubblici predisposti da Verisign, che si occupa di tenere aggiornati gli elenchi dei domini attivi per le gTLD .COM e .NET, gestendo direttamente il così detto zone file, ossia una lista generale che contiene tutti i domini e i DNS utilizzati per risolverne il nome.

Questi elenchi sono di pubblica consultazione, previa richiesta, per cui potrebbe essere semplice ottenere le liste dei domini attivi di giorno in giorno e, da un confronto fra i contenuti, scoprire quali domini siano andati in scadenza. Si tratta di un lavoro che non può essere certo svolto a mano, ma se abbiamo competenze specifiche su Excel o sull’uso dei database possiamo riuscire a gestire e confrontare questa mole di informazioni in tutta semplicità.

Se invece siamo più pigri e abbiamo paura che la nostra richiesta di accesso agli zone file venga rigettata, possiamo servirci di una serie di servizi online già pronti all’uso e capaci di informarci su ogni cambiamento di stato del ciclo di vita di qualsiasi dominio prossimo alla scadenza.

Fra i servizi online più rinomati, c’è FreshDrop.com

Backorder dominio in scadenza, le tecniche di guadagno | IV parte

Una volta collegati al sito di FreshDrop.com, possiamo vedere tutti i domini scaduti o in cancellazione, scegliendo eventualmente anche la tipologia di stringa, di lingua, di contenuti o di posizione geografica a cui siamo interessati.

La pagina ci permette di fare una ricerca libera fra i domini che risultano pronti a ricevere una seconda vita commerciale e sul lato destro della finestra troviamo anche un pannello per le ricerche avanzate, dove possiamo selezionare le estensioni alle quali siamo interessati o eventuali parametri legati alle caratteristiche di base, alla SEO, al traffico o alla rivendibilità del dominio di cui siamo a caccia.

L’elenco ottenuto attraverso l’applicazione di tutti questi filtri può essere esportato in un foglio Excel, utilizzando l’apposito pulsante Export. Mentre la consultazione del servizio è libera, per sfruttare tutti i servizi fin qui descritti dobbiamo sottoscrivere un abbonamento di 19.95 dollari al mese, magari dopo aver provato il servizio gratuitamente per sette giorni.

Liste di nomi a dominio in scadenza via JustDropped.com e tanti altri

Un servizio completamente gratuito che ci permette di applicare particolari filtri di ricerca ai domini in scadenza è JustDropped.com.

Backorder dominio in scadenza, le tecniche di guadagno | IV parte

Qui, possiamo immettere il nome esatto del dominio a cui siamo interessati, ma siccome la maggior parte delle volte le tecniche di backorder non si basano su domini già prefissati, possiamo anche pensare di inserire le iniziali o le finali del nome a dominio, eventuali caratteri che ci interessa siano presenti, la lunghezza minima e massima della stringa, la disponibilità e l’eventuale registrar.

Una volta impostati tutti i filtri di ricerca, otteniamo un elenco personalizzato di domini che potrebbero fare al caso nostro e dietro ai quali si potrebbe nascondere l’opportunità di guadagno che stiamo cercando. Questo servizio è completo anche perché permette di selezionare solo determinate estensioni fra .COM, .NET, .ORG, .INFO, .BIZ e .US.

Il servizio richiede comunque una registrazione gratuita per essere utilizzato.

Più limitato è invece il servizio Expired Domains.

Backorder dominio in scadenza, le tecniche di guadagno | IV parte

Infatti, a fronte di un numero maggiore di estensioni su cui possiamo lavorare (vi sono anche le ccTLD come .UK, .IT, .FR e via discorrendo), in realtà sono pochi gli strumenti di manipolazione dei dati. Cliccando sul link di interesse dalla pagina principale veniamo catapultati nella lista dei domini cancellati e con un clic destro su ciascuna riga dell’elenco possiamo accedere direttamente a una piattaforma di backorder fra quelle elencate (di cui ci occuperemo nelle prossime puntate) oppure possiamo ottenere informazioni dal Whois o da Screenshots.com.

Molto interessante a fini statistici il conteggio dei domini in cancellazione nei giorni a seguire, suddiviso per estensione e disponibile in formato tabellare a destra della pagina principale del servizio.

A questi servizi citati, possiamo aggiungere DailyChanges (tabelle di confronto e statistiche sui domini di tutto il mondo, in un servizio offerto da DomainTools) , DomainMonster (fornisce un motore di ricerca per i nomi a dominio di prossima cancellazione nei cinque giorni successivi a quello di consultazione), NameJet (che fa parte di una piattaforma di backorder di cui parleremo in un prossimo appuntamento) e PDDW – Pending Delete Domain Watcher (un servizio a pagamento che aggrega i nomi a dominio in scadenza di tutto il mondo e li rende facilmente consultabili).

Liste dei nomi a dominio in scadenza per l’estensione .IT

Per chi si affaccia ora al mondo del backorder, consultare l’elenco dei nomi a dominio con estensione .IT è davvero molto semplice.

Infatti, a partire dallo scorso 24 giugno, il Registro.it ha iniziato a pubblicare l’elenco dei domini in rilascio nel giorno successivo a quello di consultazione, nei due turni delle 9 e delle 16 e in formato TXT. Dalla sezione Drop Time, infatti, possiamo accedere alle cancellazioni del giorno corrente, a quelle recenti e a quelle previste per il giorno successivo.

Backorder dominio in scadenza, le tecniche di guadagno | IV parte

Prima che partisse questo servizio, le liste dei domini .IT in scadenza non erano pubbliche e venivano costruite in modo amatoriale, partendo da un bug nel sito del NIC.it (l’attuale Registro.it) che aveva permesso ad alcuni avventurieri di scaricare in modo fraudolento una lista che non sarebbe mai stata pubblicata. Le liste costruite in questo modo non sono mai state complete e questa situazione ha portato a non poche problematiche nel settore del backorder italiano.

Al di là del servizio di Drop Time del Registro.it, possiamo anche citare i servizi DominiCancellati.it e Magellan.it. Il primo è una replica dei dati presenti sul sito Registro.it, mentre il secondo potrebbe essere definito come il Google italiano dei domini scaduti, consultabile a pagamento.

Backorder dominio in scadenza, le tecniche di guadagno | IV parte

Dopo aver utilizzato questi servizi per scegliere uno dei tanti nomi a dominio in scadenza, possiamo provare ad aggiudicarcelo utilizzando un’apposita piattaforma di backorder. Alla prossima puntata!