Categorie
Webhosting

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Non tutti i provider offrono una soluzione automatica di backup hosting. E così, a volte, ci si trova con pacchetti hosting per cui bisogna organizzare da sé il backup delle configurazioni, dei file e dei database. Questa non è un’operazione difficile, soprattutto se si hanno a disposizione pannelli di controllo hosting come Plesk o cPanel, ma le procedure da seguire costringono gli amministratori a distrarsi da altre attività più proficue

Non tutti i provider offrono una soluzione automatica di backup hosting. E così, a volte, ci si trova con pacchetti hosting per cui bisogna organizzare da sé il backup delle configurazioni, dei file e dei database. Questa non è un’operazione difficile, soprattutto se si hanno a disposizione pannelli di controllo hosting come Plesk o cPanel, ma le procedure da seguire costringono gli amministratori a distrarsi da altre attività più proficue, obbligano a ricordarsi ogni volta di eseguire il backup e di trasferirlo altrove, in un luogo più sicuro o a procedere con configurazioni avanzate affinché i salvataggi avvengano in automatico.

Questa difficoltà di gestione non avviene con provider come Aruba, che propongono pacchetti hosting con backup giornaliero e settimanale già incluso e facilmente raggiungibile senza la necessità di un intervento da parte del supporto tecnico, accedendo semplicemente al proprio spazio FTP.

Certo bisogna comunque poi occuparsi di trasferire gli archivi dei backup altrove, ma di sicuro le procedure automatizzate già predisposte evitano di dover generare manualmente il backup hosting e di dover configurare delle apposite routine affinché la generazione manuale diventi automatica.

Per spiegare meglio ciò a cui ci si riferisce, è possibile operare un confronto su tre differenti soluzioni di backup, quella con Plesk, quella con cPanel e quella messa a disposizione in automatico da provider come Aruba.

Il backup hosting con Plesk

Per effettuare un backup hosting con Plesk, bisogna entrare nel pannello di controllo offerto dal proprio provider hosting e nella home page del pannello individuare la voce Backup manager, disponibile a destra della pagina.

Con un clic su di essa, si entra nella console di gestione dei backup e bisogna imparare fin da subito a orientarsi per ottenere ciò di cui si ha necessità.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Si scopre così che con un clic su Esegui backup si accede a una finestra da cui configurare le impostazioni per generare il backup hosting, digitando il nome dell’archivio, indicando la volontà di creare un salvataggio multi-volume e selezionando quali elementi archiviare nel backup e la destinazione dello stesso.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Proprio per la destinazione, c’è una pagina di configurazione apposita, dove indicare eventuali dati per un accesso FTP a server remoti dove il backup hosting andrà trasferito.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Un vantaggio di Plesk è la presenza della funzionalità di programmazione dei backup hosting, raggiungibile con un clic su Altre Azioni/Impostazioni di backup pianificati.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Questa finestra permette di pianificare i salvataggi affinché avvengano in modo automatico su determinati archi temporali con cadenza periodica giornaliera, settimanale, mensile o annuale. In questo modo, l’utente è sollevato dalla programmazione di routine di automazione apposite.

Il backup hosting con cPanel

I clienti di provider cPanel potrebbero considerarsi avvantaggiati rispetto a coloro che si trovano a usare Plesk. cPanel offre un’esperienza utente semplificata e guida anche gli utenti alle prime armi attraverso tutti gli step di backup hosting, proponendo un wizard che consente in pochi clic di ottenere l’archivio dati desiderato. Di contro, questa facilità si paga con una minore flessibilità dello strumento e con la mancanza di un sistema di pianificazione, che costringe alla programmazione di apposite routine o alla configurazione di ulteriori strumenti che aiutino ad automatizzare i backup hosting secondo necessità.

In cPanel, tutto il necessario è raggiungibile con un clic sull’icona Backup guidato della sezione File.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Un clic su Backup permette di decidere se effettuare un Backup completo o se scaricare l’archivio della sola Home directory, del Database MySQL o dei Filtri e server di inoltro e-mail.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Nel caso dei backup parziali, i file vengono subito proposti per il download, mentre qualora si decida di generare un salvataggio completo, si deve intervenire manualmente su un’altra schermata che permette all’utente di decidere dove salvare il backup hosting (nella Home directory, in un Server FTP remoto o in SecureCopy SCP).

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Un clic su Genera backup e l’archivio viene salvato nella destinazione indicata. Al termine dell’operazione, la notifica di avvenuto backup viene inviata all’indirizzo email indicato.

Il backup hosting di Aruba

Con Aruba, non ci sono procedure da configurare. Scegliendo un pacchetto hosting provvisto del servizio di backup hosting automatico, Aruba mette a disposizione i backup giornalieri e quello settimanale direttamente del percorso FTP del proprio spazio e da qui possono essere prelevati senza difficoltà, trasferendoli sul proprio PC o altrove con qualsiasi client o software ad accesso FTP.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

A carico dell’utente resta solo l’eventuale sincronizzazione di questi file su altri dispositivi di memorizzazione remota, per evitare di prelevare manualmente i file quando se ne ha necessità e per delocalizzare le copie di backup.

Per procedere in questo senso, si hanno tre opportunità:

  • gli utenti più esperti possono confezionare uno script, ad esempio in linguaggio PHP, per comprimere e trasferire i backup offerti da Aruba verso altre destinazioni. Questo script può essere eseguito in modo automatico, sfruttando lo strumento di Scheduled task disponibile in tutti i piani hosting proposti da Aruba;
  • i neofiti possono ricorrere a un software di sincronizzazione open source e gratuito come Free File Sync o Synkron per copiare il contenuto delle cartelle di backup hosting offerte da Aruba sia in tempo reale, sia in modalità programmata
  • chi vuole una soluzione nel cloud può affidarsi al Cloud Object Storage di Aruba, ricorrendo a software come CloudBerry o a appositi cron job impostati in Linux con l’uso di rsync.

I pacchetti hosting Aruba includono anche uno strumento per il backup hosting dei database MySQL e MSSQL.

Il provider evita all’utente di ricorrere a soluzioni avanzate come l’esecuzione di MySQLDump, script Python e PHP e tanti altri modi che potrebbero sembrare di difficile svolgimento a chi è digiuno di determinate pratiche tecniche.

Con il servizio di backup database, invece si hanno a disposizione tutti i backup giornalieri dei database attivi, pronti per essere trasferiti in locale o per essere ripristinati al volo con un clic, risolvendo così qualsiasi condizione avversa.

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

Backup hosting: tre soluzioni a confronto

 

In definitiva, il confronto mostra che sia per gli utenti alle prime armi sia per gli amministratori più avanzati, disporre di pacchetti hosting comprensivi dell’automazione necessaria per ottenere i backup hosting e i backup database in modo automatico, non può che agevolare la gestione dell’hosting stesso.

 

ArubaQuesto articolo è offerto da Aruba.it. Aruba gestisce una propria rete di Data Center a livello Europeo ed è leader nell’erogazione di servizi di hosting condiviso in Italia con oltre 1 milione di clienti attivi. L’offerta di hosting condiviso include diverse soluzioni per il singolo professionista o l’azienda, verifica la migliore per te.  Aruba S.p.A., fondata nel 1994, è la prima società in Italia per i servizi di web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini, la società gestisce oltre 2 milioni di clienti. In aggiunta ai servizi di web hosting, Aruba fornisce anche tutti una serie di servizi come server dedicati, housing e colocation o servizi managed. Aruba propone anche tutte le soluzioni nell’ambito dell’e-Security, come la firma digitale, la PEC e la conservazione sostitutiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.