I Big Data hanno ancora bisogno di noi

Di Big Data si è parlato a lungo negli ultimi tempi (e si continuerà a parlare): insieme al cloud computing ed ai container erano stati infatti inseriti a fine 2014 fra i “trend tecnologici” dell’anno che ci apprestiamo a salutare tra circa due settimane. Come osservato anche da Google, buona parte delle aspettative che nutrivamo nei confronti […]

Real Time Advertising: Quantcast spiega come funziona

In un recente comunicato stampa, il nuovo Direttore Generale di Quantcast Italia, Ilaria Zamponi, ha spiegato cos’è il Real Time Advertising e quali sono i suoi reali vantaggi. Quantcast, l’azienda americana con sede in San Francisco, è specializzata in questo settore sin dal 2006, anno durante il quale da pioniera iniziava ad occuparsi di advertising online e rivelazioni dell’audience digitale.

Facebook cerca la migliore strategia edilizia per i nuovi data centers

Cosa condividono Facebook, Lego e Ikea? L’azienda di Mark Zuckerberg sta tentando di imprimere il suo “Mi piace” su un nuovo sistema costruttivo che consenta di edificare nuovi data center in circa la metà del tempo impiegato attualmente e il nuovo metodo potrebbe proprio ispirarsi a una delle filosofie delle aziende appena citate (Lego e Ikea). Dopo aver innalzato tre enormi campus di data center, Facebook sembra intenzionato ad accelerare il processo costruttivo, definendo un iter ripetibile che internamente all’azienda chiamano Rapid Deployment Data Center

Opteron A1100: la CPU ARM di AMD dedicata ai server

Quest’ultimo Open Compute Project è stato pregno di innovazioni e di importanti cambiamenti: Facebook con l’archiviazione Blu-Ray, l’ingresso di Microsoft e le novità per server (e non solo) di AMD nell’ambito dei processori. Durante l’evento tenutosi a San Josè, AMD ha elargito agli intervenuti alcuni spunti di riflessione sulla nuova serie di processori Opteron A1100, sviluppati con nome in codice Seattle. La presentazione del nuovo processore all’Open Compute Project è tutt’altro che una coincidenza, soprattutto se si pensa che questa è la prima linea di processori della famiglia Opteron basati su architettura ARM

ADSL e banda larga, l’Italia arretrata non rispetta i tempi dell’UE

Siamo abituati da sempre a concepire il digital divide come un problema interno al territorio italiano, una difficoltà di natura tecnica e soprattutto commerciale che impedisce agli operatori TLC nostrani di estendere la rete ADSL a tutti gli italiani. Così parliamo del digital divide fra Nord e Sud, dei problemi di digital divide in alcune zone del settentrione (nella bassa lodigiana forse solo ora riescono a superare il gap di connettività) e via discorrendo. Il digital divide è anche oltreconfine, fra il BelPaese e nazioni europee

Il futuro di Internet nei palloncini di Google

Se dovesse essere progettata una nuova Internet, come sarebbe? Nei laboratori delle grandi aziende vive il futuro della Rete, perseguendo la continua e spasmodica ricerca di nuove soluzioni di connettività che consentano di collegare tutti i punti del globo superando le difficoltà tecniche e i limiti tecnologici esistenti. Abbandonando la terra e il sottosuolo, molte aziende come Google guardano al cielo come al mezzo di prossima generazione dove coltivare i sistemi di collegamento al Web

Facebook 10 anni di vita e nuova strategia di gestione data center

Facebook cerca sempre nuove soluzioni e adotta nuovi strumenti. Così ad affiancare il sistema di storage basato su dischi Blu-Ray, nei data center del social in blu saranno presenti anche gli strumenti necessari a rilevare informazioni cruciali da fornire ai tecnici di Palo Alto. L’azienda di Zuckerberg, infatti, ha annunciato la collaborazione con CA Technologies per l’implementazione della piattaforma DCIM (Data Center Infrastructure Management), dedicata a una gestione completa dei data center del social dal punto di vista energetico e non solo

Facebook esosa di storage: esperimenti con i dischi Blu-Ray

Facebook ha fame di storage e potrebbe placarla ricorrendo ai Blu-Ray, gli stessi dischi che in salotto ci consentono di vedere i film ad altissima definizione. Procediamo con ordine: il noto social network deve affrontare problemi tecnologici di non facile soluzione che prevedono non solo la gestione di un miliardo e duecentomila utenti, ma soprattutto la memorizzazione degli svariati ExaByte di dati che gli utenti di tutto il mondo conservano sulla piattaforma

Hosting Solutions al MIX di Milano con 1 Gbit/s

Hosting Solutions intende migliorare la qualità dei servizi offerti ed espandere le opportunità di fornitura, garantendo un collegamento diretto al MIX di Milano e investendo in una forte espansione infrastrutturale. All’orizzonte si staglia l’inaugurazione di un nuovo data center di proprietà del provider, posizionato vicino all’attuale centro tecnologico fiorentino e in corso di progettazione