Cavium e le nuove soluzioni ARM 64 bit per il settore server

Le soluzioni con architettura ARM 64 bit sono ormai in dirittura di arrivo, Cavium ha presentato la famiglia ThunderX al recente Computex

Durante il Computex, la manifestazione tenutasi a Taipei la scorsa settimana, la compagnia di semiconduttori Cavium ha presentato ThunderX, un SoC con architettura Arm V8 a 64bit e 48 core a 2.5ghz: la soluzione è destinata naturalmente ad elevati carichi di lavoro e promette consumi ridotti ed alte prestazioni.

Taipei“Cavium […] ha progettato una famiglia di SoC che crediamo sia in grado di settare un nuovo standard per quanto riguarda le performance, caratteristiche uniche, richieste energetiche […]”.

ThunderX è una famiglia di SOC accuratamente ottimizzata con un’architettura bilanciata riprogettata da zero per conseguire performance ottimali con le applicazioni” ha dichiarato Gopal Hedge, vice presidente e general manager di Cavium Data Center Processor Group.

“ThunderX è un’innovativa implementazione dell’architettura ARMv8-A. Insieme allo standard di architettura Server Based ARM, accelererà l’avvio di sistemi basati su ARM e ottimizzati per i carichi di lavoro oltre che […] [accelerare i processi d’innovazione] all’interno dei data center” ha dichiarato Simon Segars, Ceo ARM.

L’ultimo lavoro Cavium appartiene alla quinta generazione di SoC  della compagnia ed è stato realizzato mediante processi produttivi a 28 nanometri.

E’ stata anche annunciata un’importante collaborazione con Oracle per preparare i processori al porting di Java Platform SE 8 nell’architettura ARMv8. Cavium ha rivolto particolare attenzione anche al mondo open source, ne sono una prova la collaborazione con la community openSUSE e la partecipazione al Fedora Project, che vedrà il pieno supporto dei processori 64 bit Cavium con il rilascio di Fedora 21.