Categorie
Creare un negozio di E-Commerce con Magento

Come creare un e-commerce con Magento – Lezione 4

Terminologia tecnica

I temi contenuti nelle interfacce possono essere di due tipi. Ogni interfaccia contiene un tema di default, che viene utilizzato automaticamente per definire le modalità di visualizzazione delle pagine. Un tema di default deve essere completo, ovvero deve specificare tutti gli aspetti delle pagine. Ciò significa che un tema di default deve definire il layout, contenere i template delle pagine e tutte le risorse necessarie, come ad esempio i file CSS o le librerie JavaScript.

 

All’interno di un’interfaccia possiamo trovare alcuni temi detti “non di default”, in inglese Non-default themes. Questi temi vanno interpretati come delle modifiche specifiche rispetto al tema di default. Ad esempio, se vogliamo modificare l’aspetto delle pagine per adattare il negozio ad una promozione pasquale potremmo voler caricare qualche immagine ad hoc, come ad esempio una colomba. In questo caso potremmo creare un tema non di default specificando solamente le immagini o le risorse necessarie per implementare la modifica. I temi non di default sono molto utili per personalizzare alcuni aspetti di un negozio senza dover creare tutte le risorse richieste da un nuovo tema di default.

 

Un tema è composto dai seguenti elementi:

 

    • Layout: un set di file XML che stabilisce il layout delle pagine

 

    • Template: le pagine vere e proprie del negozio, realizzate in PHP e HTML, utilizzando delle tag PHP proprietarie del paradigma di Magento che permettono di creare nuove pagine in modo semplice e modulare

 

    • Locale: alcuni file di testo che contengono le etichette necessarie per tradurre nelle diverse lingue le pagine del negozio

 

    • Skin: l’insieme di immagini, fogli di stile e librerie JavaScript che stabiliscono l’aspetto delle pagine dei templates

 

 

Dal punto di vista pratico, quando andiamo ad analizzare la struttura di un template, Magento introduce il termine di blocco. Un blocco può essere di tipo strutturale oppure contestuale (nel senso che fa riferimento ad un particolare tipo di contenuto). I blocchi strutturali sono usati soltanto per descrivere il layout di un template e non ci interessano più di tanto. I blocchi contestuali, ovvero relativi ai contenuti, sono quelli che implementano le diverse funzionalità del e-commerce. Possiamo avere un blocco per le tag dei prodotti, un blocco per l’elenco dei prodotti, un blocco per l’iscrizione alla newsletter eccetera.

 

lezione4-1

 

Ciascun blocco contestuale sarà chiaramente contenuto all’interno di un blocco strutturale. Intervenendo a livello di blocco (contestuale) possiamo smontare e rimontare un tema come più ci piace, senza dover creare dei nuovi template da zero. In altre parole i blocchi sono i mattoncini elementari che possiamo usare per personalizzare l’aspetto di un negozio a nostro piacimento.

2 risposte su “Come creare un e-commerce con Magento – Lezione 4”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.