Categorie
Cloud Computing News

DigitalOcean: un nuovo data center a Singapore

DigitalOcean, il provider di servizi cloud IasS con sede a New York, ha inaugurato un nuovo data center a Singapore.

La scelta del luogo non è casuale, la compagnia necessitava infatti di estendere la propria copertura globale e migliorare al tempo stesso la qualità  dei servizi offerti ai clienti asiatici, due obiettivi che per il direttore operativo Karl Alomar sono stati pienamente raggiunti: secondo quanto dichiarata dal COO DigitalOcean, in merito alle connessioni in partenza dall’Asia e dirette verso l’America, le latenze saranno praticamente abbattute passando dai precendenti 200ms agli attuali “dichiarati” 30ms. I restanti data center di DigitalOcean sono situati a New York (2), Amsterdam (2) e San Francisco. 

DigitalOcean è un cloud provider che negli ultimi 12 mesi ha avuto una crescita superiore a qualsiasi altra compagnia di webhosting, VPS o Cloud Computing che io abbia mai visto. La ragione non è il livello dell’infrastruttura, non parliamo di un oggetto complesso come Amazon AWS, si tratta piuttosto del giusto mix di facilità di utilizzo (provate il pannello di controllo) e versatilità nell’utilizzo. Infine da non dimenticare il costo della soluzione, davvero basso rispetto ai concorrenti. Il futuro? Se DigitalOcean vuole continuare a crescere deve per forza di cose innovare e stare al passo con i competitors, potrebbe di fatto creare un nuovo livello di servizio, a metà fra una infrastruttura complessa e strutturata come Amazon Web Services e un servizio di VPS come ne esistono ormai migliaia nel mondo.

3 risposte su “DigitalOcean: un nuovo data center a Singapore”

[…] In merito al primo punto, la startup ha deciso di ampliare il proprio raggio d’azione appoggiandosi anche a noti data center provider come Equinix, Interxion, TelecityGroup etc. stabilendo le location dei prossimi “snodi” infrastrutturali in base alla “domanda”: ad esempio, come riferito dallo stesso Luca S., il prossimo data center sorgerà nei pressi di Toronto perchè nell’area in questione è presente un elevato numero di sviluppatori (circa mezzo milione). La presenza nel Sud-est asiatico è un altro importante dato da ricordare (Singapore). […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.