Jump to content

thedarkmist

Members
  • Content Count

    33
  • Joined

  • Last visited

About thedarkmist

  • Rank
    Nuovo utente
  1. thedarkmist

    Consiglio registrar con delega NS

    Salve, se rilegge bene la discussione di 7 anni fa il problema non era "non mi piace il pannello", come del resto non è nemmeno questa volta. Il problema è che si verificavano malfunzionamenti. Quindi il pannello non era "brutto". Non funzionava. Non è questione di resistenza al cambiamento e non è che con il tempo "ci siamo abituati". Con lo sviluppo di interfacce utente ci mangiamo, si figuri se non sono conscio di questo aspetto psicologico: se una cosa non funziona non è brutta. Non va, punto. Sette anni fa, anche grazie alle tante nostre segnalazioni, i bug più importanti sono stati risolti. Il cliente però non dovrebbe essere trattato come un beta tester, come in quella situazione. Nonostante l'accaduto il rapporto è proseguito, con alti e bassi, a dire il vero, e alcuni problemi importanti, fra cui qualche mese fa in concomitanza con il cambio di mantainer occorso dopo l'acquisizione da parte di Persolvo. Anche in questo caso problema risolto dopo varie ore (del resto c'è la propagazione dei DNS) anche, mi piace pensare, grazie alla nostra segnalazione puntuale e precisa, che descriveva il problema e anche possibili cause. Perchè il rapporto è proseguito? Il mercato dei registrar it, come hanno già notato altri su questo forum, è desolante. Non ci sono ad oggi in Italia aziende con pannelli per reseller veramente affidabili che gestiscano bene registrazioni, anagrafiche, rinnovi, crediti prepagati, fatturazione. Interfacce tipo namecheap (che non uso, ma che vedo al volo che è ben fatta, per cui non è questione di "abitudine"), non esistono nel mercato italiano. Per cui il vostro pannello, una volta sistemato e reso funzionante, era comunque una soluzione accettabile. Oggi cosa sta succedendo allora? Ben venga WHMCS, di cui al contrario di quello che afferma, apprezzo il design (sulla sicurezza... parliamone). I problemi sono di carattere gestionale. Allo stato attuale, come da voi stessi ammesso, a distanza di settimane ci troviamo in una situazione in cui i domini sono sdoppiati fra 2 pannelli. Dobbiamo gestire 2 crediti ricaricabili e 2 differenti modalità di fatturazione e di rinnovo automatico. Noi, al contrario di quanto riportato dall'altro utente, e di cui non vogliamo discutere perché non è affar nostro, non ci interessa rinnovare all'ultimo minuto. Anzi, vogliamo automatizzare il più possibile. Ad oggi, invece, il nuovo sistema continua ad inviare email di rinnovo, una per ciascun dominio chiedendo di rinnovare. Questo anche se è impostato l'autorinnovo. Informazione discordante. Vale l'autorinnovo o devo rinnovare a mano? In caso vada fatto a mano mi spiace, con noi avete sbagliato strada. A noi serve automazione, con 500 domini mi pare il minimo. Poi c'è il sistema della proforma e delle fatturazioni, che è incomprensibile: perché mi deve arrivare una proforma da pagare se la fattura del credito prepagato è già stata emessa? E tutto quanto sopra, senza alcun preavviso. Dal giorno alla notte, in pieno periodo di ferie, ci siamo trovati di fronte a questa situazione, annunciata senza anticipo a cose fatte (anzi, fatte a metà). Oltretutto con la promessa che questa situazione di stallo si sarebbe risolta a breve. Ma a distanza di settimane tutto è come il primo giorno. Volete fare le cose con calma per evitare errori? Ottimo, ma dovevate organizzarvi PRIMA, per ridurre al minimo il disagio dei vostri clienti i quali non sono nemmeno stati avvisati e preparati. Non ci vuole un genio del customer service per capirlo. Siete stati acquisiti da un'altra azienda? Ci sono nuove politiche tecniche? Benissimo, si informano gli utenti con largo anticipo e insieme a loro, come veri business partner, si gestisce la transazione in modo da non creare problemi al cliente, al quale non importa nulla delle manovre aziendali. Vuole solo che il servizio funzioni a dovere. Quindi, di nuovo, il problema non è di adattamento a una nuova situazione. E' un problema gestionale il quale, per chi gestisce molti domini come noi, è un problema ENORME. Non siamo ragazzini capricciosi e non vogliamo essere trattati come tali. Sta a voi garantire un servizio professionale e capire le esigenze di chi con voi fa business. Liquidare la questione come un capriccio, una "resistenza al cambiamento", secondo me la dice lunga sull'attuale situazione e sul possibile sviluppo futuro. Spero che mi possa essere dimostrato il contrario, ma al momento la situazione è questa. Grazie comunque per aver risposto. Saluti.
  2. thedarkmist

    Consiglio registrar con delega NS

    Sto per provare Gidinet. E' un'azienda piccola, ma ne parlano bene... Il pannello è bruttino, ma sembra avere tutto il necessario.
  3. thedarkmist

    Consiglio registrar con delega NS

    No guarda, non è un'opinione. Non è questione di interfaccia, ma del fatto che da 1 mese non hanno ancora spostato tutti i domini per cui un è costretto ad una doppia gestione, che non si capisce nulla sulla fatturazione sul credito preacquistato e sui rinnovi automatici, che ti arrivano 10 mail di avviso scadenza e non capisci cosa devi fare, che ti rispondono a un ticket dopo 1 settimana, che cambi gli NS e non vengono presi correttamente, che sono incontattabili per telefono anche se hai 500 domini registrati da loro e un minimo di serietà dovrebbero dimostrarla.
  4. Ciao a tutti, sono cliente di Domainregister da molti anni, con oltre 500 domini registrati (NS delegati a nostri server). Recentemente, con l'acquisizione effettuata da parte di un'azienda straniera, l'interfaccia e la gestione della fatturazione è diventata un disastro. Sono riusciti a mandare a quel paese anni di onorato servizio. Sono alla ricerca di una alternativa valida e paragonabile in termini di prezzo. Qualcuno ha un registrar da consigliarmi? Ho già scartato a priori Aruba e Register. Grazie
  5. Ci credo che funziona bene, ma io ho bisogno che in caso debba contattare l'assistenza, mi sia offerto un servizio di prim'ordine. E qui per me si chiude la questione con loro.
  6. Grazie per il consiglio, ne ho letto in giro, ma Aruba si è ampiamente giocata la mia fiducia parecchio tempo fa.
  7. Ormai sono sfinito. Per il budget che mi son dato è veramente dura trovare un servizio che mi ispiri... sarò troppo esigente. In sostanza sui 200 euro mensili + iva si trova anche una macchina ben carrozzata, ma poi per avere un minimo di strategia di disaster recovery il prezzo si impenna. Prendo ad esempio OVH: che cavolo di senso ha dare 100 GB di backup ftp, se poi questo è raggiungibile solo dal server. Se mi va giù la macchina, che me ne faccio del backup su ftp? Ora sto testando un servizio cloud. Davvero figo in teoria, anche se ci sono pecche piuttosto grandi che al momento sto cercando di chiarire con il fornitore, ma i costi... non mi piace non avere una pianificazione chiara e poi è vero che è "ridondato inside", e questo leva parecchie grane, però per avere una macchina ben carrozzata son davvero dindini. Sui costi incide anche il CPANEL, che mi piace molto e vorrei continuare ad usare. Ma sui dedicati si fa sentire sul prezzo mensile.
  8. Esatto, il punto è questo. Non pretendo che si accorgano e intervengano da soli se c'è uno dei 2 dischi raid1 che ha qualche problema registrato solo da SMART, ma: 1 - se salta un componente che rende il server fermo (tipo l'alimentatore o la ram), allora sì, vorrei che intervenissero 2 - in ogni caso, anche su intervento a richiesta, vorrei rispondessero ai ticket in tempi accettabili, o meglio ancora al telefono qualora nascessero fraintendimenti da chiarire a voce. Il problema, in sostanza, è sempre avere dei down limitati. Intendiamoci, se va in down per un paio d'ore non è un problema enorme, ma se non si fanno vivi per mezza giornata o più e non rispondono ai ticket, per me è una situazione inaccettabile, da cui voglio tenermi ben alla larga.
  9. Sì, mi serve unmanaget dal lato software, ma managed dal lato hardware e comunque mi serve che dall'altra parte ci sia qualcuno che risponde in tempi ragionevoli in caso di necessità non dipendenti dal software. OVH sulla carta sarebbe perfetto, ma poi se per un guasto a un HD mi tengono giù per un giorno intero, col piffero che gli compro il dedicato. Al momento sono orientato verso serverplan. Almeno si trovano al telefono. Mi pare la RAM non costi proprio pochino e rischio di andare un po' fuori budget.
  10. Il budget può essere intorno ai 200 euro mensili, ma il problema è che le VPS standard hanno scarse risorse. Io ho bisogno di RAM, visto che lavoro molto con wordpress, e una VPS tradizionale è dura trovarla oltre i 2 GB. I costi poi a parità di risorse sono troppo alti. Scendono solo se si va su Virtuozzo, ma è un ambiente troppo shared e abbiamo già avuto abbastanza problemi. Il VPS può andare bene per un singolo sito, ma io ci voglio mettere un WHM/CPANEL con vari account sopra. Guardando su serverplan sembra che il costo di un dedicato non sia troppo diverso dalla soluzione cloud, certo bisogna vedere se gira a dovere e comunque concordo sul fatto che dei vantaggi del cloud (scalabilità e ridondanza) a me interessa solo la ridondanza. La scalabilità non mi importa. Chi di voi fa hosting per i propri clienti stando sul cloud? E quanti sul dedicato?
  11. Ho chiesto se intervengono autonomamente in caso di guasto hardware. Sembrerebbe di sì. Affermano che se i loro sistemi di monitoraggio rilevano una anomalia, i tecnici sostituiscono il componente. Eh, mica tanto. Migrare un server con 150 siti di clienti dentro porta via parecchio tempo. Non vedo la questione come una cosa da prendere alla leggera "tanto se non mi trovo bene cambio". Devo preoccuparmi dell'uptime. Sono d'accordo, infatti ho cercato di chiedere opinioni, proprio per stimolare chi eventualmente abbia da dire bene, a dirlo. Ma dalle risposte (anche su forum stranieri) quello che mi pare emergere è la soddisfazione per il prezzo delle macchine e per la connettività, ma un po' tutti dicono che se accade qualcosa all'hardware, bisogna pregare. Della serie: ottimo fino a che tutto va bene, ma se succede qualcosa all'hardware, la cosa si fa complicata. A questo punto sto riprendendo in considerazione anche il cloud oltre a un altro paio di opzioni (anche italiane).
  12. Sembra interessante, come offerta... dov'è l'inghippo? ;)
  13. Chiedo venia. Da OVH mi hanno risposto, il filtro antispam aveva intercettato la mail di avviso. Scusate. Le altre considerazioni restano valide :)
  14. Ok ragazzi. Per quanto riguarda softlayer, io ci sono su mediante Hostgator (Virtual machine) che è cosa differente rispetto a un dedicato diretto con loro. Con HG i son trovato bene come assistenza (lasciamo perdere l'overselling che fanno sulle VPS) ma la latenza è tanta e volevo cogliere l'occasione per spostarmi in EU (HG usa i datacenter softlayer solo di Dallas). Per il cloud considerate che noi dobbiamo ospitare siti fatti da noi, senza che il cliente abbia alcun accesso. Non facciamo gaming, per cui non ci sono picchi e valli clamorose di carico da gestire. Si tratta in sostanza di un ambiente piuttosto stabile e confinato. Il cloud ti fa pagare parecchio la flessibilità. A parità di risorse i costi sono molto più elevati. E' vero che non hai problemi con l'hardware, ma un datacenter serio, che interviene in caso di guasti hardware in tempi ragionevoli (poche ore) è comunque accettabile per noi. Oltre al costo il cloud richiede anche investimenti in termini di competenze che non so quanto valga la pena accettare. Noi siamo abituati a lavorare su sistemi tradizionali con CPANEL, e spostarsi su cloud significa anche dover imparare ad amministrare il tutto in modo diverso. Non sono molti i provider che offrono cpanel in cloud. Insomma... capisco che tutto il mondo sta andando verso il cloud, ma io prima preferisco aspettare ancora un po'. Le offerte sono ancora troppo disomogenee e i costi difficilmente prevedibili. Aggiungo una cosa su OVH: mi sono iscritto per avere un account, e mediante ticket ho contattato il supporto commerciale per alcuni chiarimenti. 3 giorni e nessuna risposta. Da rackspace mi hanno chiamato entro poche ore dopo aver rintracciato uno che parlasse italiano (peraltro non ho problemi con l'inglese... è stata un loro riguardo). Purtroppo su soluzioni dedicate classiche non hanno la flessibilità che mi serve (minimo 2 server + 1 firewall per il datacenter EU).
  15. Grazie per la condivisione della tua esperienza. Si, mi riferisco a OVH e non a Kimsufi. Purtroppo sto cercando un dedicato in cui gli hardware fails siano gestiti autonomamente (non voglio dover fare io la diagnosi per un problema hardware). Pensavo fosse così anche per OVH. Sto guardando con interesse a Serverplan, che nonostante macchine meno potenti e offerta meno ampia, sembra comunque più disponibile al supporto hardware h24. Se anche qui qualcuno ha esperienze da condividere, sono tutte bene accette. Sto valutando, inoltre Rackspace e Hetzner, ma non mi è ancora chiara l'offerta. Rackspace spinge per il cloud (sono stato contattato da un loro commerciale), ma non sono convinto faccia al mio caso.
×