Jump to content

bud

Members
  • Content Count

    31
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About bud

  • Rank
    Nuovo utente
  1. In realtà mi ero concentrato sul caso in cui il registrante muore :D Grazie per la precisazione, in realtà leggendo il regolamento sembra che basti anche solo la cittadinanza italiana. Quindi se ho ben capito quello che dici io potrei anche trasferirmi in uno Stato extra UE con la mia azienda, mantenere il dominio intestato alla mia persona e affittarlo o cederlo in comodato d'uso alla mia azienda straniera (per fare un esempio al limite).
  2. Grazie VonT per la risposta. Quindi nessun problema dal punto di vista fiscale o legale, basta un contratto in cui il privato "affitta" l'uso del dominio .it all'azienda se ho capito bene. Questo vale anche se l'azienda è extra UE, che secondo le regole del NIC non potrebbe possedere un dominio .IT? Non credi che le rogne sarebbero analoghe se il registrante fosse una ditta individuale o una SRL unipersonale?
  3. Ciao a tutti, il nome a dominio .it di un sito editoriale che guadagna tramite affiliazioni e che quindi dietro ha una società, può essere intestato a un nome privato comunque collegato alla società (ad esempio titolare o amministratore dell'azienda) o deve avere per forza l'azienda come registrant? Cambia qualcosa se l'azienda è italiana o estera? Grazie in anticipo!
  4. bud

    dominio e marchio registrato

    Meglio evitare un qualsiasi marchio registrato nel nome a dominio perché come ti ha già detto Ricsca avrebbero tutto il diritto di rivendicarlo.
  5. bud

    Nome a dominio di un paese

    Per quanto riguarda domini .it su città/stati stranieri? Ad esempio londra.it o francia.it. In questi casi non possono essere rivendicati in nessun modo dalle rispettive città/Paesi?
  6. Grazie del suggerimento, se è così concordo che è inutile complicarsi la vita. Tu quale registrar italiano consiglieresti per un dominio di quel valore?
  7. Bel colore :D Grazie per gli screen, sembrerebbe tutto molto intuitivo. Approfitto per chiederti: c'è la possibilità di gestire redirect verso altri domini anche in 301? Gidinet mi sembra ottimo nel rapporto qualità/prezzo. Register ho testato il suo supporto via chat e non mi è sembrato male, anche se lì saliamo a 35€ l'anno (c'è anche l'hosting allegato che a me non servirebbe però). Aggiungo anche Aruba, di cui ho spesso sentito parlare male ma vedo che ha un supporto h24 via chat, telefono e ticket. Io Aruba la uso per altri servizi per cui non ho mai avuto bisogno di assistenza, come lo giudicate a livello di pannello e assistenza domini?
  8. Il pannello di controllo è chiaro?
  9. Con domini premium intendo domini che hanno un particolare valore commerciale. Tu un dominio .it che ha il valore di mercato di 10.000€ non lo definiresti premium? Per quanto riguarda Godaddy perché dici di evitarlo per i .it?
  10. Ciao a tutti, secondo voi quali sono i registrar più affidabili in cui registrare domini .it premium? Da esperienze personali e anche leggendo nel forum personalmente direi: Godaddy: usato per altre estensioni e mi son trovato bene ma da quel che ho letto sul loro sito non vi si possono trasferire .it ma solo registarne di nuovi Gidinet Register: costa decisamente di più della media. Vale la spesa perché offre servizi e garanzie maggiori? Voi cosa consigliate? Quello che cerco è il top dell'affidabilità, un pannello di gestione chiaro e un'assistenza che risponda almeno entro qualche ora. Grazie in anticipo :)
  11. Ciao a tutti, secondo voi è possibile registrare domini (per poi svilupparci siti) su nomi di Paesi o città straniere? Ad esempio brasile.it, australia.com, parigi.com o londra.it solo per dirne alcuni a caso. Quindi nomi nella traduzione italiana (quando esiste) in domini .com o .it Oppure c'è il rischio che lo Stato/città in questione in futuro possano richiedere l'assegnazione del dominio? Io ne ho visti alcuni già sviluppati che sembrerebbero non avere rapporti ufficiali con i Paesi che trattano però preferirei prima conoscere se c'è una precisa normativa in merito. Grazie in anticipo :)
  12. I contratti ci sono e se non ricordo male sono 3: uno per il servizio domini, uno per i servizi OVH in generale e uno sulla privacy. E alla fine della pagina c'è da accettarli per poter continuare la registrazione (un'unica spunta per tutti). Più che altro, come dicevo all'inizio della discussione, non è chiara la questione sull'oscuramento. Anche il supporto telefonico mi ha detto che c'è una spunta già preselezionata sull'oscuramento, ma riprovando anche oggi a fare la procedura di registrazione ho trovato solo la schermata dello screenshot postato da Cesar. Ma mi sembra strano che sia questo perchè mancano voci come ad esempio l'email...
  13. Ciao Cesar, sì questo lo sapevo. Quello che chiedevo è, come mai durante la procedura d'acquisto non mi è stata data l'opzione per scegliere se oscurare o meno gli altri dati oltre nome e cognome? Davvero lo fanno automaticamente di default?
  14. Ciao a tutti, sarà che ho acquistato sempre su registrar americani, ma sto avendo qualche problema a capire la procedura d'acquisto di OVH.it Un paio di ore fa ho acquistato alcuni domini .it e la prima stranezza è che non è uscita da nessuna parte un'opzione che mi chiedesse se davo o meno il consenso per la pubblicazione dei miei dati personali nel whois. Ho chiamato anche il loro supporto e un tecnico mi ha detto che l'oscuramento (a parte logicamente nome e cognome visto che è un .it) sarebbe avvenuto automaticamente, è possibile? L'ultima volta che ho acquistato un .it il consenso mi era stato chiesto... Comunque, arrivato alla fine della procedura, ho pagato con carta di credito e la procedura è andata a buon fine. Però non mi è arrivata alcuna conferma dell'ordine...anche accedendo al pannello di controllo non c'è traccia dell'ordine e in effetti i domini risultano tutti liberi e acquistabili. Capisco che per registrarli ci voglia del tempo, ma almeno l'ordine e il pagamento non dovrebbero risultare accettati? Magari domattina (visto che sono passate le 18:30 e loro non sembrano lavorare oltre) troverò tutto risolto ma nel frattempo vi chiedo: è normale? Grazie in anticipo
  15. Ho un paio di domini che sono sicuramente molto importanti per me perchè su di essi si basa tutta la mia attività e sono progetti che porto avanti da anni e volevo quindi informarmi il più possibile su come proteggerli al meglio. Credo che i metodi di sicurezza sopra discussi siano sufficienti. Il resto era più per curiosità che altro. Grazie a tutti per le risposte :)
×