Jump to content

megadix

Members
  • Content Count

    94
  • Joined

  • Last visited

About megadix

  • Rank
    HT Member
  • Birthday 02/22/1978

Contact Methods

  • Website URL
    http://www.megadix.it
  • Skype
    megadix

Converted

  • Biografia
    Uno che ha *quasi* imparato
  • Località
    Provincia di Milano
  • Interessi
    Informatica, Musica (tutta!), Cubo di Rubik
  • Cosa fai nella vita?
    Consulente, chitarrista blues
  • Il tuo Hosting Provider?
    www.gandi.net
  1. Se il sito non prevede interventi di altri utenti (interventi, commenti o altro) allora mi sembra che non manchi nulla, altrimenti aggiungerei: 0.a) qualche giorno prima della migrazione imposta il TTL (Time To Live) del DNS originale a 5 minuti, in questo modo il passaggio da un DNS all'altro dovrebbe essere più veloce; 0.b) il giorno della migrazione al posto del sito mettici una pagina di cortesia o comunque impedisci altre modifiche; punti da 1) a 7) 8) togli la pagina di cortesia e rimetti il sito in modalità "live"
  2. megadix

    Web4Web... vs esperienze

    Io mi trovo molto bene, sia dal punto di vista dell'hosting che dell'assistenza. Il personale che risponde ai ticket non brillerà per prosa, ma ha dimostrato di essere veloce, ben preparato tecnicamente e di cercare davvero le soluzioni... tanto mi basta :) Non dimentichiamoci che è un low cost! Aggiungo che l'hosting di Web4Web si è dimostrato anche piuttosto performante; di recente ho ricevuto un attacco di uno spam bot che, nello stesso momento in cui navigavo nel sito, ha inserito circa 2000 interventi (che cu.. ehm fortuna direte voi...). Per fortuna che prima di fare logout ho ricontrollato e ho visto la spam, altrimenti non mi sarei accorto di nulla perché il sito non ha subìto rallentamenti vistosi!
  3. megadix

    PEC per tutti al via?

    :63: Delle due l'una: o sei un appassionato di lettere greche o sei delle mie parti! Comunque ciò che mi fa inc... ehm inalberare di più di questa storia è che avrebbero potuto almeno farsi belli con un form e un sito perfettamente funzionanti, per poi magnare sulla gestione del servizio vero e proprio (e visto come funzionano i servizi di Poste.it qualche sospetto viene) invece così: 1) fanno una gran figura di palta 2) danno una mano così a chi si occupa di in-sicurezza di Internet, fornendogli un bel sito istituzionale a cui accederanno milioni di persone, molte delle quali ignare persino dello scopo della PEC. E poi che diamine, Poste.it è probabilmente il sito con il più alto numero di attacchi di phishing, dovrebbero *come minimo* farsi qualche domanda, invece nulla... bah, bah e ancora bah! :33: La finisco con uno sfogo: il più pivello, impreparato e pigro programmatore impara a mettere gli escape il secondo giorno di lavoro. Beh almeno chi ha la sfortuna di avermi come istruttore/capo/collega! :dev:
  4. megadix

    PEC per tutti al via?

    Ehm, vorrei aggiungere che oltre ai problemi di carico hanno (avranno?) qualche grosso problema di phising... ho fatto un test veloce ed ecco cosa è uscito: PEC come www.italia.it | De Franciscis Dimitri Leggi: XSS a manetta... se avessero sganciato un bel centone glielo avrei fatto io il form :cartello_lol:
  5. Sun ha aggiornato alla versione 6 la specifica Java Enterprise Edition (JEE 6). Le novità sono quasi tutte rivolte alla semplificazione del ciclo di sviluppo e al tentativo di alleggerire il carico di librerie e tool necessari per realizzare e installare applicazioni di tipo enterprise. Un'ottima introduzione si può apprezzare in questa presentazione ufficiale che vede il mitico Arun Gupta alle prese con queste novità: Deep Dive: Java EE 6 and the GlassFish v3 With Arun Gupta La piattaforma di riferimento è il nuovissimo Glassfish V3, utilizzando NetBeans come tool di sviluppo; questa scelta è quasi obbligata per necessità "redazionali", dato che sono prodotti (sebbene gratuiti) di Sun stessa, ma nulla vieta ovviamente di utilizzare altri server compatibili con JEE 6 e tool di sviluppo.
  6. megadix

    Web Framework per JAVA

    Il problema principale di Java è, paradossalmente, la disponibilità di troppe librerie, specifiche, implementazioni, best practice a volte addirittura contrastanti. Il buon Matt Raible, che ha alle spalle anni di esperienza con tantissimi framework per Java, ha pensato bene di realizzare un sistema per creare al volo progetti "chiavi in mano", pronti per essere personalizzati ed estesi. Partito come task di Ant, il celebre sistema di build, si è poi evoluto per sfruttare Maven e i cosiddetti "archetipi", cioè in sostanza dei template di progetto. Appfuse in pratica crea uno scheletro di progetto con alcune caratteristiche di base: - configurazione dell'applicazione in tre layer: DAO (database), Servizi e interfaccia web; - autenticazione; - predisposizione per web services; - templating, caching, ajax, css, ecc. ecc. L'aspetto più importante è che per ogni layer ci sono diverse alternative: - web: Spring MVC, JSF, Struts, Tapestry, Wicket; - database: Hibernate, iBatis, JPA e che è stato pensato per poter essere personalizzato in ogni aspetto: si parte dalla "pappa pronta" e un po' alla volta si evolve verso un progetto complesso quanto si vuole. In sostanza fa risparmiare il (tanto) lavoro necessario per far partire un progetto di tipo "java enterprise" :fuma: Io personalmente l'ho usato in almeno tre grossi progetti e innumerevoli micro-progetti o prototipi da mostrare al cliente. Mitico
  7. megadix

    Web Framework per JAVA

    A costo di essere OT... Appfuse per tutta la vita! Home - AppFuse 2 -Confluence Magari si può approfondire in un thread separato ;)
  8. megadix

    Zend Framework ed altri framework per PHP

    Mi inserisco di straforo nella discussione, vi chiedo scusa in anticipo perché so che sarò prolisso :) Di recente un amico di un amico di un parente di un conoscente [...] aveva bisogno di un piiiiccolo gestionale per il suo piiiicccolo database... beh insomma avete capito che ho corso il rischio di lavorare gratis :cartello_lol: Premetto una cosa: io personalmente non realizzerei un gestionale "serio" (passatemi il termine) in PHP, per diversi motivi che vi risparmio ma che potete immaginare sapendo che adoro Java e tutto il ben di dio (la maledizione di montezuma direbbe qualcuno) che si porta dietro... Fatti due conti mi sono detto "Perché non imparare qualcosa di nuovo?" e così mi sono trovato a studiare diversi framework PHP, più o meno tutti quelli che avete citato, e sono arrivato ad alcune conclusioni. Code Igniter: facile da imparare, codice scritto in maniera -ehm- particolare, molto limitato nell'uso ma ben documentato. Zend Framework: completo, difficile, +1 per il supporto commerciale. CakePHP: facile da imparare, ottima documentazione, alcune lacune. Symfony: completo, ottima documentazione, ottimo supporto alla persistenza (in particolare l'integrazione con l'ORM Doctrine), in alcuni casi troppo sofisticato. Ovviamente il progetto non è andato avanti, anche se ne ho realizzate quattro versioni complete! Certo nel percorso mi sono fatto una cultura :fuma: Quello che ho constatato però è che alla fine il segreto è sempre lo stesso: isolare in maniera corretta i vari strati applicativi aiuta a migrare da un framework all'altro. Si parte con CodeIgniter, si passa a CakePHP, per approdare infine a Zend o Symfony. Intanto il progetto cresce, ma se si isolano i servizi dalla persistenza e dalla view è tutto più facile. E alla fine di tutto 'sto giro si ritorna a Java... scusate non ho resistito!!! --- Ho inserito i successivi post sui framework JAVA nella discussione: http://www.hostingtalk.it/forum/java/12537-web-framework-per-java.html . Antonio.
  9. La tecnologia Java Card permette di avere un ambiente di esecuzione Java all'interno di dispositivi a dimensioni e capacità ridotte come smart card e dispositivi usb. Il più grande difetto fino alla versione 2.x delle specifiche era il limitato supporto al linguaggio Java e alle librerie standard del JDK. Con la versione 3.0 la musica è decisamente cambiata, date un'occhiata al post di Terence Barr (senior technologist di Sun): Check out Java Card 3.0 Connected Edition: Real Java, just really flat ;-) Across the Universe Alcune delle caratteristiche più rilevanti: - ambiente di esecuzione compatibile con il JDK 6 (o 1.6 che dir si voglia...); - pieno supporto alla sintassi Java 5 (alias -ehm- 1.5) - un servlet container! - dimensioni esigue. A quando un data center... nel portafoglio?
  10. megadix

    Ferrovie: nuovi orari, nuovi casini

    Qualsiasi cosa succeda, qualsiasi battuta buona o cattiva riceverai come risposta al thread, sappi che hai tutto il mio sostegno morale :approved: Bella la storia dell'assemblea in treno, peccato che quando si era deciso di farla noi "casualmente" si sono presentati decine di controllori sia in stazione che sul treno, scortati da polfer *e* carabinieri. E giu tutti a testa bassa... sigh Almeno voi fatevi sentire
  11. megadix

    Vps - consiglio gestore

    Un po' di tempo fa ho provato per un mese Eukhost. - le prestazioni mi sono sembrate buone, però ci ho ospitato siti poco frequentati e non ho avuto modo di verificare cosa succede sotto stress; - veramente impressionante (in senso buono) è stata l'assistenza: mail/ticket/telefono (in inglese ma non è un problema), veloce, trasparente, anche nei week-end a orari "strani". Poi ho rinunciato perché all'improvviso ho avuto bisogno di un VPS realmente "nudo", ma questo non era possibile (solo Plesk) così li ho salutati. Per pointweb.it non ti so dire
  12. Beh, ci sono dei pazzi... ehm moderni archivisti che hanno pensato bene di scaricarsi tonnellate di siti da Geocities prima che chiudesse: ASCII by Jason Scott / Geocities Saved! Geocities - Archiveteam
  13. megadix

    Si, Ma QUALE CMS?

    Dovresti andare nei "Workflow settings" del content type di tipo "blog"... fammi vedere... ecco, dovrebbe essere un percorso del tipo: admin/content/node-type/blog devi togliere il check su "promoted to frontpage"
  14. megadix

    Si, Ma QUALE CMS?

    Di base non c'è quasi nulla, e questo è il bello perché non sei obbligato a seguire uno schema rigido :) Ovviamente però ci sono tanti moduli che implmentano l'accesso e l'organizzazione dei contenuti in modi diversi. Prova a vedere cosa fa per te: Organic Group Forum: Private forum for a group | drupal.org ACL | drupal.org Content Access | drupal.org Taxonomy Access Control | drupal.org L'ultimo forse è il più fessibile, purtroppo l'ho provato tanto tempo fa e non ti so più dire quanto sia funzionale...
  15. megadix

    Si, Ma QUALE CMS?

    Questa non l'ho capita... Se intendi "solidità" ti posso assicurare che è uno dei più usati e meglio supportati, le release sono regolari e hanno una politica molto efficace a riguardo. Sicuramente con Joomla hai la "pappa pronta" (senza offesa per nessuno, eh) da subito, ma se non ti va bene qualcosa... beh sono cacchi tuoi. Con Drupal devi sicuramente perdere un po' di tempo a personalizzare, ma lo puoi plasmare come ti pare. Per HT ho realizzato una serie di articoli proprio su questo CMS: CMS | HostingTalk.it Prova a dargli un'occhiata ;) Saluti
×