Jump to content

FlameNetworks

Members
  • Content Count

    3,110
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    22

Everything posted by FlameNetworks

  1. FlameNetworks

    Aggiornamento Plesk

    Probabilmente ti sfugge il fatto che, diversamente da un hosting condiviso, su un VPS hai risorse dedicate ed un livello di flessibilità tale da poter personalizzare il tuo ambiente ed il software da utilizzare. :) Questo spiega, sostanzialmente, la differenza di prezzo. Naturalmente un server bisogna saperlo amministrare, se non si vuole acquistare una soluzione managed.
  2. Scusate ma non ho capito il dominio a chi è intestato... :)
  3. Per la cronaca, se fossi minorenne non potresti registrare alcun dominio nè siglare alcun contratto per la fornitura di un qualsiasi servizio.
  4. Posso garantire che si riferisse ad una soluzione Managed, ergo ha senso quello che ha scritto. :)
  5. Salve Giovanni, non avendolo mai usato, quel prodotto però mi sembra interessante perchè è possibile integrarlo con diversi pannelli di controllo e, leggendone le funzionalità, è abbastanza completo. Oltretutto viene anche consigliato da cPanel: Getting the most out of your system's firewall. | cPanel, Inc. Per consigliarlo sia il tuo Provider che cPanel, probabilmente vuol dire che funziona bene. :) Sarebbe interessante , nel caso decidessi di farlo installare, avere poi un riscontro che possa tornare utile a tutti. :approved:
  6. FlameNetworks

    problema spam

    A queste cose, comunque, dovrebbe provvedere autonomamente il Provider, dato che il VPS è managed. :)
  7. Ciao, mi verrebbe da consigliarti un servizio managed, ovvero dove il Provider gestisce la parte sistemistica e si occupa di questi problemi. Il problema potrebbe essere di diversa natura, potrebbe infatti dipendere da un'errata configurazione DNS, da un problema di blacklisting o da un malfunzionamento di postfix. Tuttavia, non avendo neanche un log a disposizione purtroppo è impossibile darti una mano nello specifico.
  8. Puoi usare qualche sistema di virtualizzazione (es: VirtualBox) per crearti una macchina virtuale sul tuo PC. La gestione di un server, sia esso in remoto oppure in locale, è del tutto irrilevante in questa fase di apprendimento. Comunque, non frantendermi, ma il tuo approccio misto programmazione/sistemi lo trovo un pò caotico e probabilmente ti porterà ad avere conoscenze in entrambi gli ambiti ma poco di realmente approfondito. Capisco che magari l'informatica ti piace, ma - secondo me - o concentri le energie sulla programmazione oppure sui sistemi. Entrambi sono contesti talmente vasti e complessi che non basta una vita intera per impararne davvero bene uno soltanto.
  9. FlameNetworks

    newsletter mensile 20 mila iscritti

    http://lmgtfy.com/?q=dkim+setup :)
  10. FlameNetworks

    newsletter mensile 20 mila iscritti

    il rDNS dovrebbe coincidere con l'hostname del tuo MTA. DKIM è sempre un record TXT a livello DNS.
  11. Non so quanto sia riconosciuta in ambito lavorativo una certificazione LPI, o meglio non so quanto sia spendibile in tal senso. Il percorso formativo è interessante, ma ci sarebbe da vedere quanto le aziende prendono in considerazione tali certificazioni. Dipende un pò da quale obiettivo vuoi raggiungere post certificazione. In generale credo siano più valide (e costose) le certificazioni su Red Hat, sulle quali c'è un'attenzione maggiore da parte delle aziende che cercano personale.
  12. FlameNetworks

    newsletter mensile 20 mila iscritti

    In linea di massima è un volume gestibile, ma con 1 solo IP nel caso di blacklisting è un problema. Sincerati, prima di iniziare, che SPF, DKIM e rDNS siano configurati correttamente.
  13. Ciao emmedi, anche una soluzione SaaS (con VPS + applicazione) "chiavi in mano" potrebbe andar bene, così non avresti vincoli sul quantitativo di messaggi da inviare. Se parliamo di Newsletter, phpList è una buona soluzione open source con cui si possono gestire diverse liste, creare template, etc... ed è dotata di un'interfaccia grafica per la creazione dei messaggi.
  14. FlameNetworks

    Alla ricerca del Hosting perfetto

    Le prestazioni non sono una prerogativa del Provider in valore assoluto, ma del servizio che il Provider stesso eroga al cliente o, per essere chiari, del servizio che il cliente ha deciso di acquistare. Poi c'è da considerare anche quanto il sito web è ottimizzato e quindi, a parità di servizio di hosting, quanto lo si possa migliorare in termini prestazionali. In generale, se ci si aspetta prestazioni di un certo livello su un hosting condiviso normale, probabilmente la scelta di acquistare quel servizio non va nella stessa direzione. Se invece stiamo parlando di tipologie di servizi diversi (es: vps, dedicati, cloud) allora il discorso potrebbe cambiare, a meno che non si compra un "server" che invece è lo scalda pizzette che usava mia nonna per prepararmi i toast al prosciutto. Naturalmente prendi il mio ragionamento con le molle, perchè non so che tipologia di servizi di hosting hai acquistato presso le aziende che hai indicato. :) Buone feste!
  15. Forse l'esempio (cluster e/o infrastrutture complesse) è un pò estremo e, a mio avviso, non molto appropriato. Credo che il concetto che voleva esprimere VonT sia rivolto per lo più alla scalabilità dei VPS. Partire con una soluzione "entry level" monitorando il sistema e, eventualmente, aggiungere risorse nel tempo. Non credo che staresti a cambiare hosting ogni qualvolta devi potenziare il sistema, basta trovare un'azienda seria e affidabile con cui avviare un percorso di crescita.
  16. FlameNetworks

    Passaggio da hosting a VPS, alcuni dubbi

    Due used? Dove? Lì c'è scritto semplicemente che di 2887 KB di RAM, 2262 sono usati e 625 liberi. Poi 697 usati da buffers/cache e "allocati" 2189. Ma ora che hai i dati sull'utilizzo della RAM, che ci fai? Cosa ti fa pensare che sia lì il problema? Ripeto il concetto, dopodichè fai come ti pare: senza l'indirizzo del sito web è impossibile darti dei consigli puntuali.
  17. FlameNetworks

    Passaggio da hosting a VPS, alcuni dubbi

    La "Used" non ti dice proprio niente? Ri-bha.
  18. FlameNetworks

    Passaggio da hosting a VPS, alcuni dubbi

    Senza l'indirizzo del sito web è impossibile darti dei consigli puntuali. Una ventina di plugin? Bha.
  19. FlameNetworks

    Passaggio da hosting a VPS, alcuni dubbi

    Manca l'indirizzo del sito web... :)
  20. Il "finchè non ti cacciano" non mi sembra una soluzione sensata, visto che parliamo di un e-commerce e non del blog con le foto delle cene di famiglia. :) Ho indicato dei requisiti minimi perchè non abbiamo dettagli che ci consentono di dimensionare, da subito, il sistema. Un VPS offre un livello di scalabilità che uno shared hosting, anche di livello professionale, non ha.
  21. FlameNetworks

    Plesk 11 >> Errore nell'eseguire un backup

    Ci sarebbe da fare un film... Ma è un esempio, VERO??? :D
  22. Request an IPv4 /22 From the Last /8 — RIPE Network Coordination Centre "No new IPv4 Provider Independent (PI) space will be assigned." Si dovrebbe pensare invece a IPv6, IMHO.
  23. Trattandosi di un progetto nuovo, non abbiamo uno storico da analizzare per dimensionare il sistema. Comunque, con 30000 prodotti e attività quotidiane di aggiornamento massivo del catalogo, questi potrebbero essere dei requisiti minimi: - 2 GB di RAM - 2 vCPU (preferibilmente Xeon) - 20 GB di storage Nel caso scegliessi un VPS, le risorse possono essere incrementate rapidamente, il che costituisce un vantaggio importante essendo un nuovo sito web. Ho parlato di requisiti minimi, dando per scontato che il sito web sarà ben ottimizzato (immagini, tema, cache, etc...). Da capire poi se questo sistema lo gestirai tu, oppure lo affiderai a qualuno che si occupera dell'ambito sistemistico. Bye! :)
  24. FlameNetworks

    Cerco hosting linux, 800€/anno

    Non avevo fatto caso al post duplicato, rispondo anche qui nel caso fosse utile: un hosting condiviso andrebbe escluso a priori, perchè è piuttosto limitato per i requisiti esposti e non credo riuscirebbe a far funzionare questo sistema in modo accettabile. Che non te la senta di rischiare su un sistema unmanaged è un bene: finalmente leggo di qualcuno che dice di non avere le giuste competenze per amministrare un server, senza farsi ammaliare dal cPanel o dal Plesk di turno. :) Un VPS managed potrebbe essere la soluzione giusta per partire, perchè ti garantisce risorse dedicate, un ambiente personalizzabile (vedi php.ini e altre configurazioni) e scalabilità nel tempo, se - come ti auguro - il progetto dovesse crescere.
  25. FlameNetworks

    Hosting Linux, 800€/anno circa

    Ciao, un hosting condiviso andrebbe escluso a priori, perchè è piuttosto limitato per i requisiti esposti e non credo riuscirebbe a far funzionare questo sistema in modo accettabile. Che non te la senta di rischiare su un sistema unmanaged è un bene: finalmente leggo di qualcuno che dice di non avere le giuste competenze per amministrare un server, senza farsi ammaliare dal cPanel o dal Plesk di turno. :) Un VPS managed potrebbe essere la soluzione giusta per partire, perchè ti garantisce risorse dedicate, un ambiente personalizzabile (vedi php.ini e altre configurazioni) e scalabilità nel tempo, se - come ti auguro - il progetto dovesse crescere.
×