Jump to content

Nico

Members
  • Content Count

    76
  • Joined

  • Last visited

  1. per alibi intendevo il fatto che alcuni provider italiani hanno questa tendenza a screditare ciò che proviene dall'estero partendo dal presupposto che come numeri non potranno mai competere. quindi dire che l'utente italiano accetta qualsiasi compromesso con un provider estero e pretende il massimo da un provider italiano io la vedo come un tentativo di giustificare i maggiori prezzi italiani (se uno pretende il massimo, paga un prezzo pieno). ma forse ho interpretato male, anche alla luce dei tuoi successivi post. in ogni caso i provider italiani devono mettere in conto una tassazione maggiore e dei costi maggiori di gestione, quindi diciamo che dal mio punto di vista è comprensibile che i prezzi italiani siano superiori, perchè superiori sono i costi, a prescindere dalla questione economie di scala.
  2. questo è senza dubbio vero! però c'è da dire che quasi nessun provider dà queste informazioni, se non su richiesta specifica. io non ho una conoscenza a livello hardware così approfondita da poter valutare, quindi vado un po' alla cieca, fidandomi. ovvio che faccio male e che dovrei stare più attento, ma non ho il tempo per aggiornare le mie arruginitissime conoscenze in materia hardware (essendo utente mac, inoltre, l'hardware per pc o server non so nemmeno più dove sia arrivato come sviluppo..!).
  3. cmq il discorso di guest ha senso solo se applicato ai server kimsufi, che appunto sono soluzioni low cost, che nulla hanno a che vedere con i server dedicati OVH veri e propri, che di certo non è ferraglia. oppure sarà anche ferraglia, ma funzionano bene ed è quello che conta. il paragone con i cinesi non ha assolutamente alcun senso perchè i cinesi abbattono i costi copiando progetti in cui sono stati investiti milioni in R&D, abbattono i costi con la scelta di materiali spesso non a norma e sottopagando i propri dipendenti. OVH non penso faccia nulla del genere: non copia nulla (il modello di business del server provider è quello), non mi pare che usi materiali di scarsa qualità e non sottopaga i dipendenti (visto che in europa le regole sono rigido e ci mancherebbe). e cmq ricordo che il mio è un dedicato OVH, le soluzioni kimsufi le ho viste ma non facevano per me, nonostante i prezzi siano sicuramene molto allettanti. non so come si sia finiti a parlare di kimsufi in questo thread. la frase di webstyler secondo cui c'è diffidenza verso ciò che è italiano e fiducia verso ciò che è estero mi pare francamente un alibi un po' maldestro. io finora ho avuto 4 provider diversi italiani, non ho mai avuto diffidenza. allo stesso modo il fatto che OVH sia francese non è che mi abbia ispirato maggior fiducia nell'acquisto, anzi semmai ciò mi ha indotto a informarmi in modo molto più approfondito. la verità è che OVH riesce a offrire soluzioni a prezzi molto convenienti. i provider italiani non ci riescono o non vogliono farlo. e quindi io scelgo OVH e sono contento (finora) della mia decisione.
  4. vabbeh ma i kimsufi sono una categoria di server appositamente studiati per chi cerca una soluzione low cost, cioè per chi vuole un server decente (senza pretendere la qualità medio-alta) senza investire troppo. i server dedicati sono una cosa molto diversa e non credo che dal punto di vista hardware siano inferiori ad altri provider. ma costano meno, in virtù delle economie di scala.
  5. io ho letto un paio di articoli accademici che trattano di SEO (su cui sto facendo la tesi) in cui si dice che Google tende a valutare la corrispondenza della lingua del sito rispetto al posizionamento del server. quindi un sito italiano su un server con ip francese è meno rilevante, ceteris paribus, rispetto ad un sito italiano su ip italiano.
  6. beh dunque diciamo che per testare una linea a 200 mbit avrei bisogno di una connessione che non ho, quindi mi è impossibile verificare. mi è impossibile verificarlo anche guardando il monitor del traffico, perchè comunque non arrivo a queste cifre. l'unica sarebbe tipo chiedere a diverse persone di scaricare un grosso file contemporaneamente e vedere che cosa si ottiene. in ogni caso loro li hanno chiamati "garantiti". che lo siano o no a me non interessa, perchè non è che ho pagato un prezzo premium per avere 200 mbit, sono una caratterstica base dell'offerta OVH. certo se io pagassi 200 euro al mese per i 200 mbit e non li avessi mi incavolerei non poco. se riesco ad organizzare un test sulla banda vi faccio sapere. comunque diciamo che avendo un traffico di 8 mbit, una banda a 10mbit è limitata, sia in vista dei picchi sia per scaricare grossi file durante il giorno in cui c'è l'affluenza massima. la 200 mbit (anche fossero solo 50 , o 20) comunque mi consente un maggiore margine e per me è sufficiente :)
  7. io ho provato a impotare i record A con gli IP ma non funzionava perchè compariva la pagina generica di Apache, forse per qualche configurazione errata dei DNS su Plesk. Ho risolto mettendo i CNAME :)
  8. si beh in genere sì. per sicurezza scarico i backup per averne copia in locale io, su hard disk miei. perchè?
  9. Qualche altra differenza che ho riscontrato tra Seflow e OVH: - il servizio backup di plesk è già installato su OVH, su Seflow va installato (e me lo aveva installato gentilmente Matteo, quando i rapporti erano buoni) - il pannello 'ManagerV3' di OVH mi pare più completo del pannello 'Valhalla' di Seflow, perchè si possono vedere più dati relativi al proprio server. Le funzioni sono circa le stesse. - Seflow offre IP italiani per le proprie macchine, OVH no. Quindi su OVH per ragioni di SEO è necessario creare gli IP failover in modo da rendere il sito raggiungibile da ip italiani. - Se si ha un dominio non gestito da OVH (es. tophost) bisogna impostare i DNS come record CNAME (con il nome della macchina OVH) e non con i record A (con l'ip), come invece si può fare per Seflow.
  10. allora stando ai dati del mio precedente provider (SeFlow) il carico medio in una giornata normale era di circa 8-9 mbit. La richiesta di banda era superiore in corrispondenza di particolari picchi e probabilmente superava i 10 mbit visto che il sito caricava più lentamente. sicuramente non arrivo a 50 mbit (visto che non proponiamo download di file). Però è utile avere una banda più ampia perchè se ad esempio io voglio scaricarmi 10 file di backup da 2 GB in pieno giorno avendo una banda di 10 mbit (con 8 di traffico utenti) va lentissimo, con la banda attuale posso permettermi di sfruttarla anche nei momenti di picco. Che me ne faccio di quello che resta? sinceramente non lo so, ma OVH offre 200mbit come entry-level, quindi non esistono soluzioni inferiori per quantp riguarda i server dedicati almeno. ricordo che 200 mbit sono per cliente. QUindi se io avessi 100 server, la band per ognuno sarebbe di soli 2 mbit :)
  11. perchè tu hai una connessione 80 mbit? wow vorrei avercela io. si parla di 200 (che loro definiscono garantiti), ma sono 200 a cliente, quindi si suddividono sui vari server che uno acquista. io ora ho 100 mbit per server. magari non sono effettivi (non sono mai effettivi, si sa bene), però la differenza rispetto ai 10 mbit di seflow si vede, soprattutto nel download di grossi file. diciamo che essendo i 200 mbit flat l'entry level di OVH non è che c'è molto da discutere. anche se non sono effettivi è cmq una buona offerta, perchè in italia anche solo 50 mbit flat li paghi un sacco, almeno stando ai tariffari dei provider italiani che ho visto. quindi anche se fossero solo 50 mbit effettivi non mi lamento. :062802drink_prv: tornando in tema, a prescindere dai commenti personali di Kuro, che non mi interessano, dico che con OVH per il momento mi sto trovando bene. qualche dato: l'attivazione del primo server è stata ultimata dopo circa 2 ore dal pagamento dell'ordine. il secondo server ci ha impiegato fi più, cioè circa 36 ore, a causa della disponibilità stock delle macchine. i server vanno bene, il carico suddiviso su due macchine fa proprio al caso mio. su entrambe le macchine ho un consumo di ram inferiore al 18% e un carico su CPU visto da Plesk compreso tra 0.90 e 2.35. E sono due Quad Core (Seflow mi aveva consigliato di prendere 2 Dual Quad Core con 8 GB di RAM ciascuno, il che sarebbe stata una soluzione forse esagerata per le mie esigenze). per quanto riguarda l'assistenza di OVH sono per il momento soddisfatto. Nonostante degli orari non troppo flessibili di contatto, l'assistenza telefonica è gentile e disponibile, anche per quelle questioni relative al funzionamento che Seflow in genere fa pagare come Extreme Fanatic Support. L'assistenza via email/ticket invece è cortese ma molto lenta. Seflow è sicuramente molto più rapida: un ticket su Seflow, anche se aperto a orari improbabili (tipo le 2 di notte) trova una risposta in meno di 20 minuti. Su OVH ci hanno messo circa 13 ore (nel loro prospetto dicono che il tempo medio di risposta è di 12 ore). in sostanza seflow è veloce sui ticket, forse anche a causa del fatto che le risposte sono predefinite (del tipo "gentile cliente, bla bla bla acquisti un bell'xTreme Fanatic per ottenere il supporto richiesto!"). OVH risponde più lentamente ma aiuta effettivamente a risolvere i problemi con un tono meno impersonale a mio modo di vedere. OVH resta comunque meglio di Seflow per via telefonica, se si ha la 'fortuna' che il problema capiti in orario di ufficio.
×