Jump to content

galerio

Members
  • Content Count

    44
  • Joined

  • Last visited

  1. è già su sedo, ma credo sia più per domini, non per siti web interi, no? Ma quanto potrebbe valere l'intero sito web (dominio più tutto quanto il sito)?
  2. Sto pensando di separarmi dal mio 1e2.it nato sul finire del 2008 come sito di recensioni di materiale multimediale, informatico e guide varie dato che ormai non ho più tempo da dedicarci. E' composto da una parte in wordpress (con tema molto personalizzato da me stesso) e una parte di forum in vBulletin 4 suite (con regolare licenza) e diversi plugin, alcuni a pagamento (come vBSEO o vBActivity & Awards (Pro) e Advanced Post Thanks / Like (Pro)) e varie modifiche implementate da me. Il pagerank è di 4 per la homepage e di 2 per il forum. Ci sono 198 articoli pubblicati nel blog con 2384 commenti (nessuno spam) Nel forum: discussioni 4,388 -Messaggi 24,859 -Utenti 5,512 Il forum è dotato di una sezione blog: ogni utente del forum ha un suo blog personale con un dominio personale di terzo livello del tipo "nomeutente.1e2.it" (anche questa è una mia modifica personale). Non pubblicando più articoli ormai da mesi, il numero delle visite si è drasticamente ridotto. Ultimi 30 giorni: 17400 sessioni per 26600 visualizzazioni di pagina. Circa da gennaio a oggi sulle 20.000 sessioni al mese di media. Questo è l'andamento da gennaio a luglio compreso: Questa è l'intera evoluzione del sito dalle origini a oggi: Tutti gli articoli del blog sono stati scritti da me, tranne qualche rara eccezione. Anche le fotografie sono state scattate da me. Sono tutte recensioni originali di prodotti testati realmente con cura. Il posizionamento dei banner è stato testato più volte fino a raggiungere le posizioni migliori sia per guadagni che per minor disturbo degli utenti (ho sempre odiato i siti troppo intrusivi, infatti per gli utenti loggati del forum i banner sono nascosti). C'è anche la possibilità di passare all'eventuale compratore tutti i contatti che ho stretto e maturato con le varie aziende che mi fornivano i prodotti da recensire. Secondo voi quanto può valere? Come consigliate di comportarmi?
  3. In webmaster tool di google vai sul tuo dominio, a sinistra entra nel menu "diagnostica->statistiche scansione" e vedi quante pagine ti scannerizza al giorno. Per modificare la frequenza di scan vai invece in "configurazione sito->impostazioni" e alla voce Velocità di scansione metti Imposta velocità di scansione personalizzata. Puoi anche monitorare gli spider che visitano il tuo sito con un software gratuito e davvero ottimo: http://www.crawltrack.net/ Se in tutto coi tuoi 20 domini fai 700 visitatori al giorno, un cloud server base ti basta. Io che ho un cloud hosting reggo senza problemi un traffico che va anche a 10 mila utenti al giorno (più tutti i vari spider che non vengono contati). Il servizio è ottimo, l'uptime anche (davvero una soddisfazione) e il supporto tecnico è una favola. Che dire, certo che lo consiglio e se il tuo server è sottodimensionato, ti basta un click per aumentare immediatamente le risorse. (anche se hai 20 siti, 1gb di ram può essere tanto, il tutto dipende dall'applicazione che usi e dal numero di utenti simultanei che si collegano, io ad esempio vado da un minimo di 70 a un massimo di 300mb utilizzati, con poi dei picchi che comunque il cloud assorbe e gestisce senza problemi).
  4. Niente, ho risolto, era google che è passato da 10.000 pagine scannerizzate al giorno a oltre 80.000... una volta abbassata la frequenza di scansione ed escluse le pagine inutili scannerizzate (tutte pagine doppie che avevano una query-string inutile, ma google le considerava ugualmente nonostante i canonical) il carico del server è tornato alla normalità. Mannaggia Google Panda!
  5. Ho un cloud hosting con seeweb e mi trovo davvero bene, ma ultimamente il mio sito genera degli inspiegabili aumenti nel consumo della cpu nonostante il traffico sia rimasto costante e il sito non sia molto cambiato. Il fatto è che essendo in un servizio di cloud hosting, man mano che aumentano le risorse consumate e più io dovrei aumentare la potenza del mio cloud per stare dietro a tali consumi. Per fortuna la modularità di questo servizio mi permette di rendere il mio sito sempre accessibile in ogni condizione di carico, ma è ovviamente mio interesse abbassare i costi e quindi il consumo di cpu (che tra l'altro è misurata in mips ... ma non era un metodo di misurazione non attendibile e che varia da cpu a cpu e quindi non comparabile? Inserisco questa digressione perchè all'inizio se digitavo in ssh "cat /proc/cpuinfo" leggevo che il processore era un intel xeon quad core etc etc, da qualche settimana invece hanno cambiato qualcosa e ora si legge solo il nome di "Qemu virtual cpu" e non vorrei che questo possa aver influito sull'aumento dei mips del mio server....) Ad ogni modo, spero che non sia troppo fuori luogo la mia richiesta, ma come posso sapere chi o cosa sta consumando tutta quella cpu? Perchè la cosa strana è che a volte ci son connesse poche persone e la cpu schizza in alto, altre volte ce ne sono tante e la cpu è bassa.... e quasi ciclicamente vedo dei picchi o delle zone di alto consumo quotidiane. Il mio sito è composto da una parte in wordpress e una in vbulletin, ma disattivarle per cercare il colpevole significa perdere parecchio traffico. Ho anche provato a disabilitare vari plugin che potrebbero essere i responsabili ma non ho visto miglioramenti. Di cronjob non ce ne sono sul server e pure i cronjob di vbulletin sono tutte cose innocenti e che durano al massimo un paio di secondi, non delle ore. Avete qualche idea su come analizzare la situazione? Grazie e scusate se questo non è il luogo adatto per discuterne.
  6. Vorrei anche io sapere l'url del sito e tutte le info disponibili
  7. www.1e2.it portale di informazione principalmente tecnologica con recensioni e articoli di varia natura e famoso per il supporto offerto agli appassionati di Media Player Networked, dopo il cambio di facciata del blog e dopo aver migrato il forum da phpBB a vBulletin, invita tutti quanti a partecipare a: Concorso 1e2: Vincono Tutti La partecipazione è gratuita, ecco la pagina dell'annuncio e regolamento: Concorso 1e2: VINCONO TUTTI - Vinci un Media Player e Buoni sconto YouBuy In palio: un Media Player Networked 4Geek Playo per il primo classificato buoni sconto da 25 euro per il secondo e terzo classificato buoni sconto da 15 euro per tutti i partecipanti!! Il sito si compone di diverse parti: un blog in Wordpress come sezione principale (sono l'autore del plugin per Wordpress chiamato Better Delete Revision) in cui si trovano gli articoli e le recensioni (recensioni vere, non solo descrizioni di prodotti); un forum in vBulletin 4 Suite (sono l'autore del plugin Gravatar as Default Avatar) ricco di sezioni di ogni genere e superspecializzate per il supporto ai prodotti recensiti e oltre al forum ogni utente ha il proprio blog e pagina personale nel suo dominio personale secondo lo schema username.1e2.it; Trovate ad esempio il mio blog all'indirizzo galerio.1e2.it una sezione FAQ e una Wiki completano il sito in continua crescita ed evoluzione. Il tutto si appoggia su piattaforma cloud di Seeweb.it (con piano cloud hosting) con OS Debian 5, server Apache2, PHP 5.2, MySQL 5, Opcode Cache con APC 3.1.6. Sono passato per il forum da phpBB3 a vBulletin per diversi motivi: il primo è la possibilità di creare contest (come quello appunto che ho segnalato qui sopra) grazie a plugin facili da installare e gestire, e poi perché volevo che ogni utente avesse la possibilità di avere un proprio blog con l'indirizzo personale. Il motto di 1e2 infatti è sempre stato "ogni parola ha la sua dignità", quindi volevo che ognuno avesse la possibilità di esprimersi nel suo spazio personale. Cosa ne pensate? Vi piace?
  8. No, non ho mai abilitato suexec. La configurazione di apache e php è quella di default con abilitati in più solo i moduli classici tipo mod_rewrite
  9. Salve, sto testando l'installazione di APC 3.1.4 (alternative php cache) su un server Ubuntu 10.04 con php5.3 e apache2. Il problema è che dopo aver spostato il file temporaneo di cache di APC (che di default è in /tmp) in un tmpfs (sia mettendolo in /dev/shm che rendendo la stessa cartella /tmp un tmpfs) il server Apache ora per scrivere e modificare i file del mio host ha bisogno che cartelle e file siano "www-data" come Owner e come Group. La stessa cosa mi è capitata su un server Debian (ma non di prova, quello mio reale) con php 5.2 e APC 3.0.19 (stable). Dai log di apache non trovo errori che giustifichino tale cambiamento. Adesso anche disabilitando APC il server apache vuole sempre usare www-data come credenziale per scrivere i file. Come posso ritornare alla situazione di partenza iniziale? In questo modo posso poi ritentare i passaggi e vedere da dove inizia l'errore e questo strano "cambio" delle credenziali. Grazie
  10. Il sito tratta argomenti solo per adulti (argomenti nel senso che è un blog con articoli dedicati a un pubblico adulto, ma niente pornografia, ne verbale ne video o immagini), solo che la pubblicità che metto è per siti per adulti, quindi pornografici e volevo evitare problemi legati alla legge ....prestigiacomo? ... quella insomma che vieta la pubblicazione di foto di gente adulta che però sembra minorenne: ovviamente sul mio sito non c'è nulla di tutto questo e anzi ho addirittura bloccato le pubblicità con immagini anche solo di nudo perché appunto il mio sito non è pornografico e la gente deve sentirsi a suo agio visitandolo, ma non si sa mai che un giorno scappi qualche immagine di un sito per "teen" dove le modelle sembrano troppo giovani per essere maggiorenni. Tutto qua. Per ora ho messo il sito in Germania su Servage.net (è incredibile quanto riesce ad alleggerire il carico di lavoro del server il plugin W3 Total Cache, infatti Servage nonostante sia in overselling riesce a sostenerlo... tranne quando qualche altro sito manda in blocco tutto quanto...)
  11. Beh, ma magari un hosting dedicato o semidedicato potrebbe comunque fare al caso mio, senza comprare una VPS managed. Sul fatto che tutti i siti sono monitorati per evitare sovraccarichi dipende poi ovviamente da quanto sia la tolleranza per tali sovraccarichi e vorrei evitare di avere il sito su un server che a certe ore del giorno rallenta o diventa inaccessibile.
  12. Salve, sto cercando un hosting in grado di sostenere un sito in Wordrpess (ma ottimizzato con W3Cache, quindi il database è usato molto poco) che fa circa 10.000 utenti unici al giorno e oltre 20.000 visualizzazioni di pagine. Non voglio stare in italia, quindi volevo cercare in germania o olanda (è un sito per adulti), ma non avendo conoscienze, il tutto deve essere managed, quindi non importa che sia un hosting o vps o server dedicato, basta che sia managed. Inoltre dovrebbe avere queste caratteristiche: almeno 1 Mbit di banda garantita, 128 MB riservati per PHP, gli altri siti che eventualmente si trovano sullo stesso server devono essere controllati per non togliere a me tutte le risorse. Il mio budget è sui 300 euro annuali. Avevo visto WebT Hosting ( Linux Managed VPS Hosting, cPanel VPS Hosting, FFMpeg VPS, Unmetered Bandwidth VPS - WebT Hosting) con la VPS LVE-03 che se compro una licenza per cpanel (170 euro all'anno) ti danno gratuito il servizio managed, però così forse sforo un po' il mio tetto da spendere. Avete qualche altra soluzione da suggerirmi? (sempre tra Germania e Olanda) Grazie
  13. Hai perfettamente ragione, il rischio potrebbe proprio essere quello di avere un problema che va a bloccare l'intero sistema cloud. Ma ora sono talmente giovani i sistemi cloud che solo il tempo potrà dirci quanto siano affidabili. Io per ora mi trovo molto bene, il fatto di avere un cloud che è praticamente una vps e quindi al riparo da sovraccarichi da parte di altri utenti è ottimo. Inoltre posso vedere con vari grafici il carico del mio sistema e capire se ho abbastanza potenza o se devo aggiungerne altra. Io vengo da un hosting semi-condiviso di Netsons che non ce la faceva più a reggere il carico del mio sito (circa 7 mila utenti al giorno), mentre ora viaggio tranquillamente e non uso nemmeno la merà della potenza a me riservata.
  14. Oltre che a partecipare al sondaggio voglio farvi leggere la mia recensione con opinioni riguardo un servizio di Cloud hosting offerto da seeweb: Seeweb: il Cloud Hosting è il futuro | Facile come dire 1 e 2 .it Spero sia gradito.
  15. galerio

    Cloud Hosting di Seeweb

    Io ho appena trasferito il mio sito sul cloud hosting di seeweb: l'accesso via ssh è un figata! Però il pannello di controllo non ti permette di controllare nulla... solo le email e gli SPU da distribuire tra web, db e mail. I dns invece sono gestiti da seeweb e devi aprire un ticket se vuoi modificarli. Idem per abilitare i moduli di apache. Il mio sito ha sui 7000 utenti al giorno con circa 20000 pagine visualizzate e funziona molto bene ora su seeweb.
×