Jump to content

dylan

Members
  • Content Count

    57
  • Joined

  • Last visited

  1. Già in corso l'intervento, a tal fine vorremmo approfittarne per far esaminare altre caratteristiche.
  2. Salve a tutti, abbiamo un server dedicato Professional con Aruba. PRO 3.2: [TABLE=width: 100%] [TR] [TD=class: name]Versione di Parallels Plesk Panel[/TD] [TD=class: value]9.5.4[/TD] [/TR] [TR] [TD=class: name]Sistema operativo[/TD] [TD=class: value]Linux 2.6.18-274.12.1.el5[/TD] [/TR] [TR] [TD=class: name]CPU [/TD] [TD=class: value]GenuineIntel, Intel® Xeon®CPU L5520 @ 2.27GHz[/TD] [/TR] [TR] [TD=class: name][/TD] [TD=class: value][/TD] [/TR] [/TABLE] HD: 260 Gb RAM: 8 GB ...con in hosting circa 100 siti web attivi, la maggior parte dei quali su piattaforma wordpress. Poiché tali progetti sono stati sviluppati e vengono gestiti dalla nostra agenzia (update, ottimizzazioni, modifiche & co.) mi domandavo se fosse il caso di pensare ad una installazione di wordpress in modalità MU (multisite). In questo modo avremmo maggiore facilità di aggiornamento e manutenzione delle piattaforme, garantendo però ad ogni cliente la sua autonomia di lavoro e le personalizzazioni grafiche. Cosa ne pensate? Il tutto nasce da una recente infezione ddove ei nostri siti a causa di un brute force sulla password di root. Ora ci ritroviamo a dover fixare pagine su pagine e ovviamente a dover aggiornare / reinstallare decine di copie di WP. A tale proposito mi chiedevo? Come possiamo ottimizzare la sicurezza del nostro server? Attualmente usiamo Parallels Plesk 9.x (a breve migraremo su 10.x). Grazie mille Dylan
  3. ok, allora proverò prima in autonomia (con qualche certificato gratuito) e poi procedo all'acquisto, potete consigliarmi qualche fornitore valido? Oltre i classici? Verisign, thawte, ecc. ecc.
  4. è semplice effettuare l'installazione? qual è la procedura corretta? e sopratutto, quale il miglior fornitore di certificati SSL?
  5. Sì i domini sono tutti gestiti da noi: in pratica la richiesta è stata fatta da un nostro cliente per rendere operative le sue TAB anche in modalità https su facebook. Le tab/applicazioni che sviluppiamo per i nostri clienti risiedono solitamente sullo stesso server in vhosts separati - all'occorrenza potremmo acquistare un dominio, su cui attivare un wildcards certificate e spostare le singole applicazioni / tab in sottodomini dedicati al singoli clienti in maniera tale da poter "distribuire" il certificato tra tutti i clienti (ammortizzando così il costo del singolo certificato / annualmente) Stiamo cercando qualcuno che abbia le skills necessarie a guidarci in questo processo, che ci indichi il fornitore più conveniente tra qualitù / prezzo / assistenza, installi il certificato sulla ns. macchina via pannello plesk e scambi un po' di know how con il nostro team :) qualche proposta?
  6. Salve WizOfOz, grazie della precisazione, allora la richiesta diventa: acquisto di un certificato per un dominio ed installazione via plesk, ecc. ecc. l'impiego del certificato è per il corretto funzionamento di uan tab facebook, ospitata sul dominio (che dal 1 ottobre richiederà l'SSL attivo) Dylan
  7. Salve, stiamo cercando un sistemista per ricevere consulenza per l'acquisto di un certificato SSL per il ns. server da condividere sui nostri domini (circa un centinaio). Abbiamo pannello PLESK: qual è il fornitore più conveniente? qual è la vs. tariffa per l'installazione? Grazie infinite Dylan
  8. Salve Antonio, grazie mille, penso che farò in questa maniera. domani mandiamo messaggio. Grazie mille, ovviamente vi aggiorno. Dylan
  9. Sì, riassumo a scanso di piccoli equivoci: Mario Rossi chi chiede di registrare il dominio.it che gli viene correttamente assegnato dal NIC. Pippo paga per l'hosting. Mario Rossi è assegnatario del dominio / Pippo è nostro cliente ... Mario e Pippo litigano ... Mario ci chiede di cancellare i contenuti, Pippo non vuole... Mario (informalmente) giustifica la cosa divendo che il sito pubblicato è di sua proprietà intellettuale, Pippo dice che non ci sono riferimenti o copyright sul sito quindi se lo tiene... SCENARIO A Togliamo i contenuti online, Pippo ci denuncia...? SCENARIO B Lasciamo i contenuti, Mario ci denuncia...? SCENARIO C Toglaimo i contenuti dal .it e li trasferiamo sul .com del medesimo dominio, quindi Mario vede esaudito il proprio desiderio per quanto gli concerne il .it ma Pippo conserva il dominio e la visibilità del sito, ovviamente poi avvisiamo Mario della cosa e gli suggeriamo di contattare Pippo per eventuali altre richieste... e li accontentiamo entrambi! che ne dite? Alte idee?
  10. Salve e grazie. Sono le stesse domande che mi pongo io. In pratica da un primo accordo informale tra x e y è avvenuto qualche screzio e i due si sono separati. Ora x credo si stia facendo consigliare da personale poco preparato memtre y si è ricolto a noi... La questione.è che x non vuole cje il sito realizzato e pubblicato sul dominio in questione rimanga ad y ma (suppongo) non voglia danneggiare il dominio per non incorrere in sanzioni da y?? Comunque cosa dovrei fare legalmente? Cancellare i contenuti dal. It oppure? Una soluzione alternativa sarebbe oscurare il punto it e spostare tutto su un altro dominio. Com e da lì far decadere i diritti di x sul tutto... Successivamente con più calma convincere y a rifare il sito e togliersi di mezzo anche dalla questione vecchio sito qualche altra idea?
  11. Salve a tutti :) sul mio server (server dedicato, non siamo accreditati c/o il NIC) è ospitato un dominio con estensione .it (registrato c/o provider Aruba) intestato al soggetto X. Il dominio è stato pagato dal soggetto Y il quale detiene tutti i dati per la gestione dello stesso. Per motivi che non sto a spiegare il soggetto X, assegnatario del dominio, ci ha richiesto tramite raccomandata di eliminare tutti i contenuti dal suddetto dominio pena azioni legali contro la nostra azienda ... Il ns. consulente legale ci suggerisce di eliminare i contenuti e darne comunicazione al soggetto X ... ma giustamente la cosa arrecherebbe un danno al soggetto Y, formalmente nostro cliente. Come dovremmo muoverci? Che presupposti ci sono per le azioni descritte? C'è documentazione? A livello informale il soggetto X ci ha informati che (a suo dire) i contenuti siano di sua proprietà intellettuale e non vuole che vengano resi pubblici sul dominio in oggetto. ?
  12. ok, imparato la lezione. :) Potresti occuparti tu della configurazione di questi aspetti?
×