Jump to content

mewberry28

Members
  • Content Count

    139
  • Joined

  • Last visited

About mewberry28

  • Rank
    Appassionato

Converted

  • Località
    London
  1. mewberry28

    la forza del dio denaro

    ah si?... io sono stata minacciata con la pistola d'ordinanza proprio da uno di loro.. ma si dai non raccontiamoci stupidaggini.. peccato che i motivi per cui l'ha fatto erano ancora più futili dell'aver criticato un provider su un forum.. ma tanto, giustamente, non puoi capirmi.. per ritorsioni intedevo da parte del provider. ed intendo cose reali e non certo paura di una risposta "a modo" come dice Uno. ma purtroppo sono rimasta sola non per mia scelta e con una bambina e se qualcuno mi viene sotto casa a minacciarmi la risposta delle forze dell'ordine è "signora finchè non la tocca non possiamo fare niente" (alla faccia del Rischio e Sacrificio). ma forse avete ragione voi faccio troppo la vittima.. e si vede ho avuto poco da sorridere nella vita. :) la finisco qui sennò poi viene chiuso il thread. troppe polemiche e troppo vittimismo :)
  2. mewberry28

    la forza del dio denaro

    avrò avuto esperienza a riguardo forse? perchè dovrei mettermi a rischio. sarebbe un sacrifico inutile. quelle persone che hanno avuto problemi con il suddetto provider, che hanno scritto sui forum etc etc come pensi che si sentiranno quando torneranno qui e leggeranno quell'articolo? presi per il cu... il danno e la beffa. quindi se uno non si accredita può fare cosa gli pare? non gli chiuderai mai la porta in faccia? ho capito.. quindi c'è il rischio che voi facciate una recensione positiva anche di una ditta che vende gli spazi web sui pentium II? capisco.. quindi se io dovessi scegliere un hosting provider per una mia iniziativa con le vostre recensioni ci devo andare con i piedi di piombo? vedi? è stato costruttivo il topic non è un flame ora sono venuta a conoscenza di questo "piccolo" dettaglio.. e mi regolerò di conseguenza.
  3. mewberry28

    la forza del dio denaro

    ho dato per scontato che si sarebbe capito visto l'intelligenza e l'esperienza delle persone che frequentano questa community
  4. mewberry28

    la forza del dio denaro

    siamo nell'era che non puoi dire chiaramente ciò che pensi per paura di ritorsioni minacce di morte etc. e nessuno ti tutela. un pò come succede generalmente al sud con la mafia. la gente sta zitta perchè tanto poi lo stato ti lascia in balia di quelle persone. la penso come Antonio.. l'articolo non avrebbe dovuto essere fatto... poi ognuno agisce come crede per carità ... questo è solo il mio pensiero. per alcuni giusto.. per altri sbagliato.. francamente dopo aver visto l'articolo e tutto ciò che è stato scritto mi è un pò scesa la fiducia sull'operato di chi dovrebbe tutelarmi in questo forum (per quello che vi può interessare...).. per cui ero piena di dubbi riguardo la censura. Mewberry con la M non con la N. grazie.
  5. mewberry28

    la forza del dio denaro

    che tristezza... è proprio vero con i soldi si compra tutto. si riesce ad evadere perfino i ban nelle community.. ed addirittura passare per brave persone... basta far sentire il profumo dei soldi... e tutto cambia... è curioso perchè si fa presto a parlare degli altri.. ma sarebbe meglio prima di tutto guardare noi stessi.
  6. già cambiando la porta di ascolto di ssh risolvi il problema. solitamente sono scan automatici che agiscono solo sulla porta di default. per quanto riguarda il PermitRootLogin già aruba lo imposta di default su no per loggarti alla macchina infatti ti dovrebbe aver fornito un user di del tipo admin+numero d'ordine.
  7. mewberry28

    Dati personali domini web

    se il dominio ha come estensione .IT per oscurare i dati sensibili è necessario in fase di ordine specificare che i dati non siano pubblici (solitamente si mette una spunta su un opzione del modulo d'ordine). nota bene però che NOME e COGNOME saranno sempre e comunque visibili nei whois in ogni caso. la non pubblicazione si riferisce solo ai dati tipo indirizzo, città, cap, etc. altro particolare che non è stato detto è che se per caso l'intestatario del dominio è una ditta che io sappia NON è possibile "oscurare" i dati. il discorso è diverso per estensione diverse dal .it. per esempio .net o .com . in questo caso basta semplicemente acquistare un servizio di privacy chiamato ID Shield che ha il compito di non far visualizzare i dati dell'intestario del dominio (nome e cognome compresi). l'attivazione di questo servizio dipende dal provider dove hai registrato il dominio. non tutti infatti lo permettono e mi pare anche a me che, come ha detto ste, aruba non lo consenta.
  8. pienamente d'accordo. sarebbe interessante capire il perchè non si trasferiscono presso un altro provider. non posso e non voglio credere che sia solo un discorso di prezzo. secondo me c'è anche un fattore diciamo di "paura". paura magari di perdere il nome a dominio (cosa che tra l'altro è avvenuto veramente in alcuni casi).. non so.. purtroppo queste società poco serie si dovrebbero solo vergognare perchè a fare così oltretutto mettono in cattiva luce anche gli hosting provider che svolgono il loro lavoro seriamente e con professionalità.
  9. pienamente d'accordo. infatti come ho scritto nel mio post. sono gli utenti che vedendo lo stesso pacchetto uno a 8 euro e l'altro a 20 pensano che quello da 20 sia professionale visto che costa più del doppio del prezzo "normale".:fuma: normale ovviamente tra virgolette perchè tra i due secondo me il prezzo normale è 20 euro non 8.
  10. chi mi conosce sa bene che sono obbiettiva e vedo le cose sia dal punto di vista del cliente e sia dal punto di vista di un provider. io credo che il discorso SLA è nato dal fatto che ormai quasi tutti i provider, non potendo fare gli stessi prezzi low-cost di altre società, hanno messo la dicitura SLA anche nei pacchetti più piccoli ed economici. SLA 99.9 .. penali .. etc etc. io credo che ormai il cliente veda come piano hosting economico quelli da 8,99 massimo 12 euro l'anno. tutti gli altri da 20 euro in su sono visti come piani semi professionali e quindi secondo loro è lecito PRETENDERE un servizio semiprofessionale. l'errore è proprio questo. un piano che costa 20/30 euro l'anno è LOW-COST! che vi piaccia o meno (ai clienti) e quindi non si può pretendere la luna o chissà che cosa. gli utenti devono capire secondo me che casi tipo tophost o di qualche altro provider sono casi isolati. vendere un pacchetto a 20/30 euro è un prezzo onesto e giusto. non è una truffa. perchè ormai è questo che si pensa. se io vendo 500 MB a 20 euro l'anno l'utente pensa che lo stia truffando. perchè? perchè ormai secondo loro 500 MB va venduto al massimo 10 euro l'anno. e quindi se io vendo 20 euro l'anno 500 MB secondo loro è un servizio professionale perchè lo pagano MOLTO PIU' DEL DOVUTO.. sempre secondo loro... il vero SLA io penso che non è tanto l'uptime 99.9 periodico o le penali (che tanto non ti danno). il vero sla è che io provider mi impegnerò con tutte le mie risorse, umane, economiche, etc ad erogarti il servizio nel migliore dei modi possibile. fine. questo secondo me deve essere lo SLA. tanto lo sappiamo tutti l'uptime 99.9 non esiste. prima o poi qualche down succede. manutenzione, aggiornamenti, ddos, etc. vedete per esempio stasera alle 1-2 di notte hostingtalk.it era down. può succedere... succede a google, succede a microsoft.. che non credo abbiano problemi ad avere le migliori infrastrutture possibili.. eppure succede... comunque tanto per restare in tema ci metterò l'avvocato perchè io non posso stare senza la mia dose notturna di hostingtalk. chiederò i danni morali :fuma:
  11. mewberry28

    Ban, vecchia questione, ma in questo caso?

    tutta questa discusssione per un un video su youtube (tra l'altro molto popolare) quando poi basta accendere la televisione a qualsiasi orario per vedere donne nude, bestemmie in diretta, offese di vario genere (vedi grande fratello), gente che si prende a botte etc... comunque quando l'admin oltre a bannarlo lo scomunica è troppo forte :cartello_lol:
  12. ma poi queste 2500 euro + iva sono una tamtum o vanno pagate ogni anno??
  13. Risposta tipica di un cliente tipico di un tipico provider: "Ma io ho pagato!!!! non mi interessa se sono 8 euro 10 euro o 20 euro !! io ho PAGATO!!! IL SITO E' DOWN DA 20 min!! se non sistemi andrò in tutto i forum esistenti a raccontare la vicenda per filo e per segno!! anzi no!!!! domani mattina chiamo l'avvocato e procederò per vie legali!! mi stai causando un danno di centinaia di euro!!!! io ho pagato!!! 20 euro!!!!! hai capito!!! provider di M...xxx brutto str.xxxxxx "
×