Jump to content

fantomas

Members
  • Content Count

    238
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

fantomas last won the day on September 4 2009

fantomas had the most liked content!

1 Follower

About fantomas

  • Rank
    Webbologo
  1. Che devo dire, che era già preventivata questa obiezione. Ed è in totale malafede, e lo sai. Rispondono 24 ore su 24 entro 10 minuti, qualunque giorno dell'anno, natale 4 luglio e capodanno compresi. E ne fanno un vanto e hanno ragione. Anche per me finisce qua, chiunque leggendo potrà farsi le sue idee. Speravo che in un forum frequentato al 90% da provider o da gente che lavora presso provider il parere di un cliente esperto e maturo potesse essere utile, invece niente. Ammetto che ero partito prevenuto ed ero certo che le mie considerazioni non avrebbero smosso di un millimetro le vostra convinzioni, ma avete superato i miei pregiudizi. Sono sicuro che con questo atteggiamento e con questa apertura mentale farete grandi business, buon anno :-)
  2. No, ma so leggere quello che ho scritto. Lo vedi che non leggi, se pensi addirittura che io sia un provider? Oppure sanno lavorare e organizzare il lavoro. questo è un altro mito degli italiani: siccome molte aziende italiane non sanno lavorare e organizzarsi, e vanno avanti solo per glorie del passato o finanziamenti, allora se altre aziende sanno lavorare avranno qualche incredibile segreto o magia. NO! semplicemente sanno lavorare, a partire dal trattare bene i clienti. Dove hai letto che mi lamento? Un forum serve a discutere su argomenti e condividere informazioni. Io non mi sto lamentando, perchè lamentarsi significherebbe contestare qualcosa senza però la forza o il desiderio di liberarsene. Siccome me ne sono liberato, non ho da lamentarmi. Ho fatto due prove, ho sbagliato, ho pagato il conto in soldi e ore perse, e sto semplicemente mettendo a disposizione dei lettori le mie esperienze, sperando che non ripetano i miei errori. E continuo a ribadirlo: il provider fa solo contratti annuali sui managed? -> cambia provider Il provider non ti dà l'accesso root (o almeno una shell)? ->cambia provider al primo problema ti dice di cambiare CMS? -> cambia provider il tuo applicativo è giù e la risposta è: "il sistema è a posto"? -> cambia provider non ti dà un sistema di monitoring decente? -> cambia provider etc. Come vedi non mi lamento, dò consigli.
  3. Menti sapendo di mentire. Leggiti il thread e il contesto in cui l'ho detto. no, perchè un provider che sa lavorare ha la fila per i clienti, li può scegliere e il cliente pasticcione lo manda a stendere (e ve lo beccate voi e vi sta bene). Ma vi danno un premio per la centesima illazione non supportata da NIENTE che fate? e basta, dai... nessuno dei provider che ho citato usa indiani sottopagati. Ci sei quasi a cento: Negli USA pago di più che in Italia. La qualità si paga. chi si fa pagare poco, vale poco.
  4. Quasi tutti, tranne ovviamente quelli come godaddy e altri che fanno anche il management delle applicazioni :-)
  5. Prima avete detto che WordPress non va bene per siti grandi. E vi ho dato i link di siti grandi in WP. Poi avete detto che non sono veri WordPress perchè usano cluster / load balancing / Varnish / CDN. E vi ho detto e dimostrato che non è vero. Poi mi avete messo in bocca cose che non ho detto. E vi ho fatto notare che non era vero e neanche corretto. Ora estraete delle mie frasi da un contesto (apt-get update lo so fare anche io etc) che erano in risposta ad una serie di argomenti, e nel contesto aveva senso. Ora sostenete che ai managed non si dà accesso di root arrampicandovi sugli specchi, quando tutti i managed USA danno accesso root e non è che tutti i giorni i clienti si piallano le macchine. Non vuoi darmi l'accesso di root? allora mi rispondi entro 10 minuti alle 3 di notte, come fanno TUTTI gli americani (che tra l'altro danno anche l'accesso di root). E se non mi dai modo di controllare che cosa sta succedendo sul mio server, la colpa è tua di default. Se sai lavorare bene fai contratti mensili e dai l'accesso di root. Se non sai lavorare fai contratti blindati di un anno o più e non dai l'accesso di root, così puoi dire qualunque fregnaccia al cliente perchè tanto non è verificabile, e fai perdere 3 giorni per un debug che richiederebbe 4 ore. Che dire? è proprio questa la mentalità di molti provider italiani da cui io e molti altri fuggiamo: diffidenza, contratti capestro, burocrazia e raccomandate di disdetta, incompetenza, arroganza, mancanza di capacità imprenditoriale, aggressività verso i clienti. Che altro posso aggiungere, vi sta già punendo il mercato.. :-)
  6. Il punto non è questo: soprattutto in riferimento alla richiesta originale del thread, se l'atteggiamento del provider è "cambia CMS" la soluzione del problema è molto più dura. In ogni caso per un debug serio di problemi complessi non bastano i log. Serve anche fare dei test, poter stare alla console e fare un ps aux o un tail -f su qualche log quando ti serve, poter cercare stringhe nel codice, poter avere tutte le informazioni possibili in tempo reale. Farlo solo con control panel (spesso settato male) e ftp è ridicolo. Inutile offrire managed se questo si limita a far stare su il sistema e non ti fornisce tutti gli strumenti per poter affrontare problemi quando si presentano. Nè io nè nessuna altra persona sana di mente accetta come consiglio "cambia CMS" a business già avviato.
  7. Trasloco ne ho fatto solo due (di test), dagli USA all'Italia perchè ero convinto che mi potessero dare vantaggi. Dopo un po' di mesi me ne sono ri-scappato subito negli USA e lì rimango. Notare che non avevo fatto il trasferimento per risparmiare: semplicemente perchè alcuni siti che avevo su un unmanaged stavano crescendo ed erano diventati business e volevo maggiore affidabilità e controllo, e non avevo più tempo nè me la sentivo più di giocare a fare il sysadmin . In particolare un problema che non avevo materialmente tempo di risolvere e che stava rallentando un sito mi aveva convinto a passare ad un managed. Non sono proprio la persona che continua a fare traslochi. Ho alcuni server da anni presso gli stessi provider (USA). E' ovvio poi che uno parla delle esperienze in cui si è trovato male, E' inutile che parli di come mi sono trovato bene con LiquidWeb, StormOnDemand, Linode, WiredTree, SingleHop, e anche Hostgator, tanto che non mi sognerei mai di spostare i dedicati o VPS che ho presso di loro. Le uniche due esperienze italiane che ho fatto sono state PESSIME, quindi ne ho parlato e ne parlerò. Sono sicuro che esistono aziende buone anche qui in Italia, ma non rischio più, non sulla mia pelle o su quella dei clienti. Per lasciare soldi poi a gente che al primo problema che si presenta dopo 9 mesi di hosting managed ti risponde: "io da qui vedo tutto bene e il sistema è a posto quindi non c'è nessun problema". No, mi basta vedere che non ha altri siti WP ad alto traffico: controllo che bisognerebbe sempre fare (andando poi a vedere che effettivamente i siti siano hostati là, perchè molti fregano anche su quello). Se mi deve dire solo che il sito è giù, ci arrivo anche io. Se magari il problema capita una volta all'anno, ci si mette insieme a risolvere il problema. E non significa che il sysadmin deve dirti la riga di codice, ma delle due una: - o mi dà l'accesso root e ci lavoro io per trovare il bug; - o mi fa arrivare lui il più vicino possibile all'errore senza farmi perdere due giorni di ping pong a colpi di ticket Certo in Italia molti hanno anche il ricatto del contratto annuale, per cui spesso il cliente, dati i costi e i tempi necessari al trasloco e alla rescissione del contratto, abbassa la testa e accetta tutto. Per questo consiglio anche di non accettare mai e poi mai contratti annuali (almeno sui dedicati), perchè è un suicidio se si becca il provider sbagliato. d'accordissimo: se però capita un problema dopo mesi, non si fa lo scaricabarile. Si risolve. E dato che solitamente il cliente ha meno possibilità di reperire personale skillato rispetto al provider, a mio modestissimo parere è il provider che in situazioni eccezionali può fare lo sforzo. Con questo escludo ovviamente chi vuol far girare siti enormi a costi ridicoli, sto parlando di dedicati managed pagati il giusto.
  8. e dai Antonio, ti leggo e ti stimo da parecchio, già da quando lurkavo soltanto, ma quando si parla di WP ti viene la bava alla bocca e perdi il lume della ragione :-) Se il sistemista deve fare solo quello, sono sistemista anche io allora :-) Per fortuna non è così, e ci sono aziende e sysadmin che hanno a cuore la riuscita del tuo business, anche sforando un po' da quello che gli compete. Certo se uno fa il sysadmin alle poste o al ministero può dire questo mi compete e quello no, perchè tanto non lo caccia nessuno, ma se lo fa in un'azienda che risponde a logiche di mercato, a mio parere deve fare di più. Molte aziende italiane ritengono faticoso anche raccogliere le pepite d'oro, perchè non gli compete. Non capiscono che hanno un mercato d'oro davanti, e se lo stanno facendo fregare. contente loro...
  9. e fai benissimo! Era un po' che non mi imbattevo in questi mitici thread "alla mio cugggino" come dice Alex :-D (complici le vacanze mi sa che abbiamo tutti un po' di tempo in più). Sono d'accordo, ma sai che tanti pensano al stessa cosa di Joomla (a me per esempio non piace e lo ritengo scritto male, ma ciò non mi impedisce di consigliarlo per certi utilizzi): ma se uno viene a dire A TE che Joomla non regge milioni di pageviews gli ridi in faccia, come faccio io se me lo dice di WP, giusto? :-) E anche questo te lo approvo in pieno, così come non esistono molte alternative a Joomla se uno vuole un sito strutturato o un qualcosa che assomigli ad una webapp senza svenarsi. Per dire un sito come il tuo non proporrei mai di farlo con WP. Straquoto. Ma anche il programmatore (come me) può fare poco, se dall'altra parte ha un sysadmin che quando gli dici "guarda che non vedo questa pagina, vedi un po' se lato sistema tutto bene" lui risponde: "io la vedo", e che ogni volta che c'è un problema mi dice: "il sistema è a posto, è colpa di WP". Se poi unisci al fatto che la maggior parte dei provider qui in Italia sui managed non ti da neanche l'accesso root, allora sei praticamente bloccato: ogni cosa (grep, test, etc) dovrà passare da lui allungando i tempi in maniera enorme. In pratica secondo me rispetto ad un managed all'italiana, senza accesso root, e senza il minimo supporto che vada al di là di ciò che è dovuto, tanto vale prendersi un unmanaged. A installare un pannello di controllo e fare apt-get update e apt-get upgrade sono capace pure io. Se voglio un managed è per avere qualcosa in più, non qualcosa in meno. Concordo - oppure un provider che al suo interno abbia anche qualcuno che si intende delle piattaforme più diffuse e possa intervenire quando necessario. Su questo dissento. Non vedo perchè php, mysql, apache o chi per essi debbano avere migliaia di parametri di configurazione se questi non servissero ad adattarlo a particolari configurazioni ed esigenze. sicuramente non esiste una configurazione perfetta per WP, ma una configurazione per quel tipo di sito, con quella particolare configurazione e modalità di utilizzo si.
  10. Ed è proprio questo il punto: lo so benissimo che non gli compete, ma se ha passione e lo fa, è meglio. E avrà più clienti soddisfatti. Negli USA nessuno si sogna di dirti "non mi compete, cavoli tuoi". Io sono programmatore, ma non posso e non voglio dire "non mi interessa niente del sistema". Non sono reparti stagni. Io so dire al provider cosa e come fare, ma il 99% degli utenti no. Vuole semplicemente un sito che stia su. E questo è esattamente il discorso che faccio io quando convinco la gente a passare a WordPress:-) E' diffuso, funziona bene, regge il carico e farà andare avanti il tuo business. Se hai un problema, lo hanno già avuto 100 prima e si troverà una soluzione. Se il programmatore ti molla, ne trovi altri 100. Se l'hoster non ti supporta, ne trovi altri. Stesso discorso ovviamente per Drupal o joomla e pochi altri (anche se in campi di applicazione diversi).
  11. Non ho detto quello: ho detto che mi serve uno che abbia hostato siti WP ad alto traffico, e che sappia configurare il sistema ad hoc. Non è una bella tecnica quella di far passare gli altri per dei deficienti attribuendogli cose che non hanno detto. Con me non attacca. Questo è vero, non ce ne sono molti altri. Il nuovo hoster anzichè dirmi "WP fa schifo" mi ha detto: "guarda che se hai così tanto commenti ti conviene fare così e cosà, configurare qui e legtgerti questo. Ecco la differenza tra uno che conosce che cosa hosta e uno che non lo conosce. Si, si usa solo per siti con milioni di messaggi e traffici assurdi. come sopra mi attribuisci cose che non ho detto. Tra perfetto e incapace c'è tutta una serie enorme di sfumature, ma dai tuoi discorsi sembra che le sfumature non ti si confacciano. Tu continua pure a usare software SIL 4 e architetture multi-tier per far girare i blog. Io ci ho lavorato per farci girare le metropolitane e i treni, e per i blog e i siti mi basta qualcosa che funzioni, perchè (come molti) so capire le differenze tra un sistema vitale e un cms.
  12. No. O meglio dipende da che cosa intendi per numeri molto grandi. Come ho già detto, sotto i 2 milioni di pv/mese e sotto 500Gb/mese di traffico (che sono la stragrande maggioranza), un sito WordPress ben configurato e gestito gira su un sistema ben configurato senza Varnish e senza CDN. Poi è ovvio che se WP te lo mette su e ottimizza uno che non lo conosce e che lo odia a priori, e il sistema te lo gestisce uno che ritiene che WP sia il male, allora ti proporranno Varnish, giga di ram e cluster anche per siti con 100 mila visite / mese. Comunque mentre molti qui continuano a dire che WP fa schifo e bla bla bla ci sono milioni di persone che lo stanno usando e ci stanno facendo business. Mi incuriosisce però una cosa, che in tanti messaggi non ho mai letto: qual è una valida alternativa? Io uso WP perchè mi conviene, ma dato che a me delle guerre di religione non frega niente, e se uno domani mi da una soluzione migliore la adotto all'istante, riuscite a dirmi qualche valida alternativa? Magari aprendo un altro thread che questo lo abbiamo ammorbato abbastanza? Perchè a parte criticare senza fondamento non ho MAI visto proporre un'alternativa (è ovvio che ce ne sono, ne conosco e ne ho usate, ma non che abbiano la stessa versatilità, basso costo di startup, disponibilità di addon e sviluppatori, etc)
  13. quelli che ti ho citato li conosco bene, e sono wp standard senza cache abilitata (con 25k commenti al mese sono più i danni che i vantaggi ad usare plugin di cache). Quello linode usa ovviamente cache pesante ma non certo memcache + varnish che come sai su un vps sono un po' problematici :-) Su questo concordo in parte: certamente il sacro graal degli hoster non esiste, altrimenti sarebbero tutti là. Ma tra un hoster che mi dice: "il tuo cms è una m**da e uno che mi dice: "ok, affrontiamo e risolviamo il problema", preferisco (e consiglio) sempre il secondo. Di costi non mi sembra di aver mai parlato, in ogni caso ritengo che per cifre tra i 200 e i 300 euro / mese si trovino dei buoni managed adatti a siti wordpress nell'ordine di visite di cui ho parlato. Di nuovo parli di cose che non conosci. Leggiti il codex di WordPress, inizia da qua: Plugin API « WordPress Codex Mai usato varnish. Il carico lo reggono benissimo per ora. Se sarà il caso lo userò, perchè il mio obiettivo non è portare avanti delle battaglie, ma fare in modo che i miei progetti vadano avanti nel miglior modo possibile. Ma di nuovo non è questo il punto: stai tentando di parlare di qualcosa che non conosci. Tu non conosci WordPress, e si capisce, e ti capisco perchè uno nella vita non deve fare tutto. Ma non sparlare di cose che non conosci. Mai usato Varnish. Commenti gestiti con WP. Saprai come si lavora in ambiti professionali, ma continui a fare ipotesi su cose che non conosci. Quindi quel che hai scritto è basato su ipotesi sbagliate (Varnish che non ho mai usato, disqus che non mi sogno di usare), quindi molto confutabile. Fin'ora le assurdità le hai dette tu. Vero! Però c'è una soluzione: plugin professional o custom. Vero anche questo. tavern*ti è una persona che ammiro e sono sicuro che se è arrivato a quel livello è perchè sa anche ascoltare e valutare i consigli. Su phpbb vs. VB ti dò ragione, su WordPress no.
  14. quante volte ti sei imbattuto in soluzioni WordPress che richiedessero Load balancing? Io pochissime. Eppure attualmente gestisco un network di una decina siti wordpress ad alta interazione (0.5Tb di traffico, 2milioni di pageviews / mese e oltre 25mila commenti approvati al mese) più un po' di altra roba e il sito principale (che fa l'80% del traffico) è tra i primi 1000 siti italiani per traffico e tra i primi 100 siti WP italiani, e gira tutto tranquillamente su un quad core configurato ad hoc per WP con un load che non supera mai 2 (su 4 core). Gestisco altri 2 network simili su server simili. Con cache e sistema settati a dovere da appassionati, conosco siti WP da oltre 1 milione di pv che girano su linode da 1 o 2 Gb di RAM. Questo per dirti che non è che parlo per sentito dire. Quindi proporre soluzioni cluster su siti con meno di 3/4 milioni di pageviews / mese significa secondo me che non si conosce a sufficienza lo strumento WordPress e non si sa configurare un sistema ad hoc. Certo, ma lo fai fesso (e non contento) solo per la durata del contratto, perchè poi quando sposta il sito da un altro che invece non ha pregiudizi verso WP e gli configura tutto per bene, si accorge che magicamente funziona tutto! WP è nato con l'obiettivo di soddisfare le più disparate richieste di milioni di persone. Nell'ingegneria del software la configurabilità è sempre in antitesi con l'ottimizzazione. Il "file-minestrone in cui mappare attraverso procedure i metodi creati" è una specifica progettuale di WP, che è basato su una gestione a hooks e filtri. Per una serie di motivi che è troppo lungo spiegare qui. La cosa oggettiva è che WP sia installato su 1 sito su 5 della rete e che piace agli utenti. La cosa oggettiva è che ci sono siti WP da 100 milioni di pageviews e oltre. E' vero che più aumentano le visite più aumenta la spesa (ma questo vale con qualunque CMS). E' vero che esistono plugin scritti male. E' falso che non si possa scalare. E' falso che richieda soluzioni cluster, load balancing o soluzioni esotiche per traffico inferiore al terabyte / mese e meno di 2-4 milioni di pageviews / mese. Che sia scritto da cani è soggettivo (considerando che deve soddisfare le più disparate esigenze, essere espandibile, configurabile, etc). Non vi piace WordPress? va benissimo! Il mondo è bello perchè è vario! Ma non date consigli sbagliati o informazioni false.
  15. Certo, un provider che fa hosting managed deve dirlo. A nessun cliente frega niente che il server sia managed se il suo applicativo non gira. Io non porto la mia FIAT da un meccanico che dice della FIAT quello che certi providers dicono qui di WP (era un esempio, non ho una FIAT:-) ). Se un provider, come ce ne sono diversi qui, ad ogni thread e richiesta dice che un applicativo fa schifo, deve dire che non lo hosta. Cosa pretendono è un conto, che cosa fanno è un altro. In Italia c'è qualche migliaio di siti con più di 1 milione di pageviews / mese, siti WP con più di 1 milione di PW / mese ce ne sono poche centinaia. che hanno bisogno di più di 1 server, poche decine. Quindi la maggior parte delle lamentele dei providers che si leggono qui sono infondate. Se uno ritiene che un suo potenziale cliente sia un incompetente che usa software sbagliati, non deve accettare il cliente e deve essere onesto con lui. E' una pretesa strana? Io non ho nessuna chiusura mentale e non sono io che alzo il livello della discussione. Trovami un solo post scritto da me in cui parlo male di altri CMS. Sono uno sviluppatore: so usare, ho usato e apprezzo vari cms e frameworks. Alcuni mi piacciono, e ci lavoro, altri non mi piacciono, o non li conosco abbastanza, e non ci lavoro. Quindi non ho fatto alcuna considerazione di merito sui provider. Ho solo detto, e continuo a dire, che se un CMS non ti piace, o non lo conosci, o non lo supporti, o tutti e tre insieme, devi dirlo, in modo che un potenziale cliente possa decidere. Quindi la risposta a thread come questo non è "cambia CMS", ma fatti aiutare da un sysadmin che ci capisca, o fatti trovare e correggere i bugs da un programmatore. E se sei hostato da un provider che ti dice che WP fa schifo, cambia provider: perchè siti WP grandi ci sono, e funzionano.
×