Jump to content

maupap

Members
  • Content Count

    50
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by maupap

  1. Salve ragazzi, per motivi alquanto assurdi ( su dominio lowcost italiano finisco la banda e mi viene impedito l'accesso al pannello di controllo del sito, al cambio della zona DNS e ad impostare un redirect sia direttamente io che tramite assistenza, .) sono costretto a trasferire il dominio .it da un Provider all'altro. Bene ... che ci vuole .. procedura online .. codice Authinfo o EPP lo richiedo ... ma ... ecco ... sorpresa: accedo all'area clienti del provider da cui sto scappando e ... non riesco a trovare il link per ottenere l'authinfo. Ok mi dico contatto l'assistenza e me lo daranno loro. Mi rispondono con un link di una guida. Seguo la guida ma ... praticamente nell'elenco dominio non mi ritrovo il dominio da trasferire ma solo la fattura e lo stesso ma nell'elenco prodotti . Vabbè ... ricontatto l'assistenza per avere un aiuto e mi viene risposto che la procedura da seguire è quella indicata. Per carità si tratta di un servizio low-cost però ... un minimo di elasticità. Non ho detto niente che mi hanno bloccato ogni tipo di accesso al sito ( se non comprando un upgrade o aspettando il mese prossimo che si azzera il contatore della banda ... ) Voi che dite? A chi contatto di sabato? Ah la chicca poi è che si tratta di un sito dedicato a un prodotto natalizio e che quindi lavora un mese l'anno .... Attendo vostri consigli
  2. Salve ragazzi, per motivi alquanto assurdi ( su dominio lowcost italiano finisco la banda e mi viene impedito l'accesso al pannello di controllo del sito, al cambio della zona DNS e ad impostare un redirect sia direttamente io che tramite assistenza, .) sono costretto a trasferire il dominio .it da un Provider all'altro. Bene ... che ci vuole .. procedura online .. codice Authinfo o EPP lo richiedo ... ma ... ecco ... sorpresa: accedo all'area clienti del provider da cui sto scappando e ... non riesco a trovare il link per ottenere l'authinfo. Ok mi dico contatto l'assistenza e me lo daranno loro. Mi rispondono con un link di una guida. Seguo la guida ma ... praticamente nell'elenco dominio non mi ritrovo il dominio da trasferire ma solo la fattura e lo stesso ma nell'elenco prodotti . Vabbè ... ricontatto l'assistenza per avere un aiuto e mi viene risposto che la procedura da seguire è quella indicata. Per carità si tratta di un servizio low-cost però ... un minimo di elasticità. Non ho detto niente che mi hanno bloccato ogni tipo di accesso al sito ( se non comprando un upgrade o aspettando il mese prossimo che si azzera il contatore della banda ... ) Voi che dite? A chi contatto di sabato? Ah la chicca poi è che si tratta di un sito dedicato a un prodotto natalizio e che quindi lavora un mese l'anno .... Attendo vostri consigli
  3. maupap

    Problemi ad ottenere autinfo .it

    Beh sul loro sito non c'è alcun numero di telefono. Trattandosi di un servizio low-cost ci sta pure . Mi rispondevano ma tipo ogni 30/40 minuti ... è stata uno scambio di messaggi un pò assurda iniziata alle 14:00 e finita alle 18:00 ve la riassumo Io: Salve ho visto che sto per esaurire le risorse e non ho fatto un backup del sito recente, come fare? Tra l'altro ho notato che non posso accedere nemmeno al pannello di controllo H: Si Glielo confermo quando si esauriscono le risorse non può accedere al pannello di controllo Io: E adesso come faccio ? Potete inviarmi l'ultimo back-up del sito o darmi un pò di banda ( giusto il tempo di scaricare il backup) H: No mi dispiace. Io: E allora qual'è la soluzione? H: Può fare un upgrade o attendere il mese prossimo che le soglie si azzerano Io: Ma almeno accedere al Pannello di controllo per impostare un redirect? Se non lo posso fare io me lo potete fare voi? H: No mi dispiace Io: Vabbè allora sono costretto a trasferire il sito Non riesco a trovare l'authinfo. Me lo potete inviare H: Segua la procedura al link ..... Io: L'ho seguita ma non c'è il sito nella gestione, mi ritrovo solo la fattura e così avanti per altre 2 ore .. Dopo averli tartatassati di ticket alla fine ce l'ho fatta! Mi devo ricredere più che crearmi ostacoli , l'assistenza è alquanto stupida . Ha perso tempo lei e me lo ha fatto perdere a me e in conclusione ha fatto pure un bel pò di pubblicità negativa. Non dirò mai il nome dell'hosting perchè non vorrei che per colpa di un'assistenza poco professionale ci rimetta l'azienda ( tra l'altro già abbastanza in declino ultimamente)
  4. maupap

    Mail separata da hosting

    Si questo lo posso fare in quanto ho il completo controllo dei record dns nel bene e nel male :)
  5. Salve a tutti. Volevo fare una domandina semplice. Ho due domini hostati su joomlahost piano medium con ipcondiviso. Fin quì tutto bene. Da qualche giorno purtroppo è successo che le mail che inviamo ci tornano indietro perchè l'ip da cui partono è entrato a far parte di varie blacklist e comunque ha una "reputabilità" molto bassa. A questo punto visto che noi inviamo solo e-mail singole; per le newsletter utilizziamo apposito servizio autonomo, ho provato a chiedere se potevo acquistare un ip dedicato. Mi è stato risposto che posso acquistare solo l'ip dedicato con ssl .... robetta da 140 € + iva ... Che soluzione mi prospettate? Potrei acquistare un miniserver solo per l'invio delle mail? se si cosa consigliate e da chi? Ovviamente budget basso ... Attendo vostre soluzioni / consigli Ps Peccato per Joomlahost ... da la possibilità di acquistare gli ip dedicati solo per i piani reseller ....
  6. maupap

    Mail separata da hosting

    Ottime queste proposte! Mi sembrano economiche e professionali. Ora me le studio un pò! In verità si tratta di 3 caselle: 2 Utilizzate realmente 1 è la newsletter che esiste giusto come account per il servizio di newsletter (Che è totalmente autonomo però). E inoltre lo teniamo attivo perchè spesso le persone rispondo alla newsletter a quell'indirizzo .....
  7. maupap

    Mail separata da hosting

    Infatti noi utilizziamo voxmail per la newsletter. Si vede che qualcun'altro sullo stesso Ip non l'ha fatto ....
  8. maupap

    Problemi con Flamenetworks

    Pienamente d'accordo! Però dal punto di vista pratico dovresti leggerti tutte le condizioni di utilizzo di qualsiasi programma installi e anche le condizioni d'iscrizione ai forum /siti ... non usciresti più: alle volte ci sono intere pagine di condizioni! Proprio per questo motivo il legislatore ha imposto che le condizioni eccessivamente sfavorevoli per il consumatore ( cliente finale non professionista) siano accettate singolarmente ed esplicitamente.
  9. maupap

    Problemi con Flamenetworks

    Non dico "baggianate": ho semplicemente una laurea in legge e quindi parlo con cognizione di causa. Piuttosto tu parli di "sottoscrivere"; cosa intendi per sottoscrivere? Il semplice clic sul tasto "invia form"? Secondo te costituisce accettazione di qualsiasi condizione? Se fosse così semplice come pensi tu allora sai quante volte incapperemo in truffe mascherate da contratto? C'è tutta una normativa a tutela del consumatore che acquista al di fuori dell'esercizio commerciale
  10. maupap

    Problemi con Flamenetworks

    A suo tempo ( un tempo non troppo lontano ma che cerco di dimenticare ) anche io ho avuto problema ( anche se non economici/contrattuali) con Flamenetworks, quindi esprimo tutta la mia solidarietà a Giacominofede. Tra l'altro la procedura di rinnovo è impugnabile in quanto eccessivamente gravosa ( quindi vessatoria )per il cliente: quando si tratta di attivare il servizio è sufficiente compilare un form on-line ; invece per disdire occorre una raccomandata? rasentiamo l'illegalità!
  11. Preciso che prima di scrivere questo messaggio ho aperto ben 3 ticket tramite il sistema di assistenza online di Flamenetworks ( H24 7 giorni su 7 ). Il primo in data 12 Luglio 2012 Il secondo in data 14 Luglio 2012 Il terzo oggi in data 23 Luglio 2012 ( ore 06:07 ) L'oggetto del ticket poco importa ma lo preciso per completezza: Praticamente ho acquistato due hosting professionali Bronze con Flamenetworks; il servizio Professional prevede l'associazione di un IP per ogni dominio. Nonostante abbia attivato i due hosting a distanza di mesi , entrambi hanno lo stesso dominio. Il ticket l'ho aperto per chiedere, appunto, che mi venissero riconosciuti due IP differenti in quanto previsto dalle condizioni contrattuali di Flamenetworks.com Ad ora non ho ricevuto alcuna risposta a nessuno dei tre ticket. Ammesso che per qualche motivo che io non conosca non posso avere due IP differenti quanto meno merito ( leggi pretendo) una risposta. In linea di massima l'assistenza di Flamenetworks è un pò lenta ( risponde non prima delle 6 ore e molto spesso dopo 24 ore) ma comunque una risposta la danno. Adesso proprio niente. Tra l'altro mi arriva una mail da parte di Flamenetworks che cito testualmente: Quindi la fantomatica assistenza di Flamenetworks Supporto tecnico gratuito: Ticket System - Telefono - Skype (24x7x365) che fa: va in vacanza? e chi giudica i casi di emergenza? Se anche per la creazione di un sottodominio c'è bisogno dell'apertura di un ticket come si fa? Spero che si tratti solo di un problema temporaneo con il ticket system di Flamenetworks anche se problema che perdura da più di una settimana.
  12. L'ho letto e riletto e non c'è scritto il quello di Flamenetworks. Per sicurezza ho conservato degli screenshots dello stesso. Tra l'altro se ci fosse un punto delle condizioni contrattuali l'avrebbero citato ed avrebbero potuto non riconoscere il rimborso. Comunque nessun contratto di fornitura di servizio può "blindare" l'opinione del cliente, che è sempre libero di esprimerla. Mi fa piacere che la tua esperienza sia positiva! Onestamente a me non interessa che Flamenetworks affondi, ma solo che riesca a crescere. Io ne ho provati tanti di provider ( tutti di fascia medio-bassa) e non ho mai ricevuto risposta reali ai ticket oltre le 2-4 ore. Beh anche a me capita di avere clienti che si lamentano a destra e a manca ( devo riconoscere che alcune volte hanno anche ragione) ma questo non mi "autorizza" ad offrirgli un servizio "ridotto", anzi ... mi sprona ad offrirgli un servizio migliore in modo da fargli cambiare idea. Ma questa ovviamente è solo la mia politica ...
  13. Visto che mi è arrivata la notifica di questa discussione aperta da me ... racconto l'epilogo della storia ... Flamenetworks mi ha inviato una raccomandata a.r. in cui diceva che in 30 mi avrebbe interrotto i servizi perchè ( cito testualmente) Ovviamente non avevano diritto per interrompermi il servizio ma visto che mi hanno riconosciuto un rimborso pari al periodo non utilizzato e visto che non mi andava di intentare una causa legale per così poco ( che poi ha i suoi costi) ho lasciato perdere... Al limite mi potevano citare per screditamento appunto, dato che in nessun punto delle Condizioni Contrattuali è compresa tale ipotesi Resta di fatto che si son comportati come dei ragazzini: appena hanno visto che qualcosa non andava bene o comunque un cliente diceva che non andava bene, piuttosto che trovare una soluzione hanno costretto il cliente a migrare. A me hanno fatto solo un piacere, visto che tra l'altro avevo richiesto il rimborso appena ho verificato che non riuscivano a portare i miei hosting su server con una release di php decente. Così sono migrato su JoomlaHost dove oltre a "beccare" un'offerta di benvenuto molto vantaggiosa ho un hosting che mi soddisfa ( spero per molto tempo ancora ...)
  14. Penso che la tua scelta ( registrazione dominio+pec su Aruba e hosting presso altro provider) sia la soluzione + utile. Facendo così potrai cambiare hosting quando vuoi senza dover trasferire anche il dominio e conseguenti vuoti. Per la scelta dell'hosting visto che sono un privato mi sento di consigliarti: Web4web come soluzione più economica ma adatta a siti in partenza; Joomlahost che è specifico x joomla e tra l'altro ha anche un'offerta in questo periodo Mi sento di sconsigliarti tutti gli hoster che offrono spazio e banda illimitati.... In bocca al lupo x la scelta
  15. Salve ragazzi, sono alla ricerca di un nuovo hosting per ospitare il mio dominio ( non inserisco il dominio perchè non so se è contrario al regolamento) Il sito è realizzato in Joomla e ci sono abbastanza estensioni caricate. Ne elenco giusto qualcuna che adesso ricordo: k2 Eventlist Jv-link exchanger Facebook auto-comment News g4 ( o un nome simile) JXT Eventlist Wall JXT K2 Wall Riporto le statistiche di uno dei mesi più proficui Visitatori unici 6707 Numero di Visite 9984 Pagine visitate 62891 Clic 373169 Banda 8.88 GB Il numero massimo di utenti in una giornata è di 800 ( capita 3-4 volte l'anno) Mi rendo conto che non sono chissà che .. In giro ci sono così tante proposte e così pochi commenti che non so proprio che pesci prendere .... Avendo il 99% dei clienti in Italia, preferirei un hosting italiano, il budget è intorno ai 100 € . E' importante che il server monti una release di PHP "moderna" ( almeno la 4.3 ). Proposte? consigli? Per ora sto prendendo in considera Bibihost e Iperweb. Si accettano consigli / etc
  16. Faccio un pò di chiarezza. Joomla è un CMS che non dipende dall'hosting e può essere utilizzato tranquillamente in locale ( dopo l'installazione di pacchetti tipo xamp). Pertanto ti consiglio di installare Joomla in locale; smanettarci per un pò, realizzare il tuo sito ; solo successivamente acquistare dominio e hosting , e trasferire il sito online. Se vuoi una soluzione più semplice c'è anche un hosting italiano gratuito dedicato a Joomla. ( Non so se posso fare il nome. ). Ti da un dominio di terzo livello ( http://www.tuonome.nomeservizio.it) e installazione di joomla tutto gratuitamente. Basta cercarlo su google
  17. @Pandax Se il trasferimento avviene senza intoppi non perdi nemmeno una mail in quanto le mail che ti vengono inviate in quel lasso di tempo di propagazione da un dominio all'altro restano sul server in uscita che ritenta l'invio ogni 6 ore circa. Pertanto non ci sono perdite. A me è andata così in vari trasferimenti. L'unico inconveniente che ho avuto è stato il ritardo di qualche mail ( 5-6 ore) Un consiglio che posso dare è questo: 1) acquistare la gestione del dominio separatamente dall'hosting. 2) Far puntare i dns ( tutti ) sul vecchio hosting 3) Acquistare nuovo hosting 4) Far puntare i dns ( tutti ) sul nuovo hosting In bocca al lupo!
  18. maupap

    Hosting per sito in Joomla

    Alla fine, per chi potesse interessare, la mia scelta è ricaduta su Joomlahost per i seguenti motivi: - hosting cloud - specializzato in joomla - php 5.3 - offerta di trasferimento e registrazione a prezzo scontato ( 36 € inclusa la registrazione dominio .it) - garanzia di prestazioni minime ( a quanto riportato fino a 1000 visitatori contemporaneamente con un'installazione base di joomla) - assistenza online in tempo reale tramite chat ( almeno negli orari d'ufficio) Quello che manca - IP dedicato ( viene offerto solo come opzione congiuntamente all'https a 140 € / anno) - Gestione DNS diretta ( a quanto pare bisogna aprire un ticket per apportare modifiche allo stesso) E' ancora troppo presto e inopportuno dare un giudizio. Anche perchè appena si scrive una recensione positiva, per la famosa legge di Murphy qualcosa incomincia ad andare storto....
  19. maupap

    Hosting per sito in Joomla

    Ho visto le offerte ma sono sempre le solite tre / quattro aziende ( che sono le stesse che fanno pubblicità sul forum). Inoltre non ci mettere la mano sul fuoco con quel 99,99% di provider con PHP 5 ... non voglio fare il polemico ma ho attivato un hosting meno di 2 mesi fa e il server aveva ( ed ha ) la release di php 4.26 .... nonostante io nn abbia richiesto esplicitamente
  20. Vagando alla ricerca di un buon provider sito in Italia mi sono imbattuto in questo Prometeus.net Ha i Server a Milano; fondamentalmente è specializzato nei VPS ma ha ottime offerte anche per il semplice hosting. Li ho contattati per chiedere un pò maggiori informazioni sui loro server. Qualche utente del forum ha avuto modo di provarli o comunque ha raccolto informazioni? Dopo l'esperienza negativa con Flamenetworks ( release PHP 4.2 ) ho chiesto anche la release di PHP
  21. Grazie per il consiglio; da buon utente, avevo già effettuato una ricerca su questo forum e non avevo ricevuto alcun risultato pertinente. Adesso però so che esiste un utente di questo forum che si chiama Prometeus
  22. Le offerte dei VPS in Germania sono le seguenti: IceBlueHost | Premium Quality Hosting Solutions in Europe and the US Errata corridge: per la virtualizzazione non è usato Virtuozzo ma KVM ; è meglio o peggio?
  23. Per caso l'hai provato Icebluhost? Il Vps managed in Germania costa 250 € / anno , non sembra male, anche se bisognerebbe vedere che sistema di virtualizzazione utilizzi ( tutti mi sconsigliano Virtuozzo) Io sono alla ricerca di una soluzione vps managed non troppo costosa o di un ottimo shared hosting. Se hai consigli da darmi scrivimi anche il pvt Grazie e buona giornata
  24. Scrivo questo topic per mettere in evidenza un elemento che noi newbie non prendiamo in considerazione nella scelta del piano hosting: la version di PHP installata sul server. A me, ad esempio, è capitato di acquistare un piano hosting professionale ( di un'azienda molto presente su questo forum, di cui però non mi va di fare il nome) e di "scoprire" che è installato il PHP 5.2.6. Una versione di PHP ( la 5.2 ) che ha smesso di esistere da Gennaio 2011. Fin quando lavoravo con Joomla 1.5 nessun problema. Adesso che ho trasferito un altro dominio con Joomla 2.5 sono sorti i problemi. Il bello è che, domandando in giro, mi sono reso conto che ci sono servizi lowcost che offrono il PHP 5.1 pur costando cifre ridicole .... Quindi non si tratta di spendere di più o di meno ... si tratta solo di efficienza. Per concludere la morale è sempre quella: prima di scegliere un hosting, tra le tante cose da chiedere , informatevi anche sulla versione di PHP.
  25. Dipende da se si tratta di fornitura annuale con pagamento mensile. In tal caso avete pienamente ragione. Se si tratta di pagamento annuale per la fornitura di un servizio mensile per 12 mensilità la cosa è diversa. Comunque si sta uscendo un attimino fuori dal thread. Addirittura Flamenetworks parla di avvocati :) è vero che fa caldo ma scaldarsi a questo punto ... Non bastava più semplicemente proporre / effettuare un trasferimento a un server con un PHP più aggiornato piuttosto che rispondendere / controbattere ( una o due b ? ) / screditare? E il fatto che a più di un ticket da me aperto è stato sempre risposto che non è possibile il trasferimento a un server con PHP 5.3 mi fa ipotizzare ( leggere bene .. ipotizzare) che Flamenetworks non ha server con PHP aggiornati. Ovviamente si tratta di una semplice ipotesi e mi auguro che invece la situazione reale sia differente
×