Jump to content

inesorabile

Members
  • Content Count

    19
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by inesorabile

  1. Si potrebbe verificare che in un server vps che avete scelto si ha il sistema operativo nudo e crudo. Quando il server è basato su windows non c'è problema: windows server ha già tutto (o quasi...) per gestire applicazioni web. E comunque l'installazione di eventuali software aggiuntivi (come microsoft sql) è semplice ed intuitiva. Diametralmente opposto è il discorso su server con distribuzione linux. Tuttavia, installare un pannello di controllo su distri linux non è così complicato come si possa pensare, anche per chi non è espertissimo su ambiente linux (saranno facilitati gli utenti che hanno avuto esperienze con il famigerato Dos... ) Uno dei pannelli di controllo più potenti ed intuitivi è sicuramente ispCP di Omega, ed è ,soprattutto, completamente gratuito. Al pari di Cpanel, Plesk Panel, ed altri software a pagamento, offre un interfaccia semplice ed intuitiva in grado di gestire infiniti siti web, con relativi db mysql, accounts ftp, email, etc. Prima cosa, accedere al terminale SSH, aggiornare il sistema, creare la directory, scaricare e scompattare l'ultima versione di ispCP Omega. Questi i comandi: Andiamo ora nella directory creata digitando: Dovremmo ora editare il file sources.list ed aggiungere una linea a fine lista: Dovremmo ora scaricare il pacchetto specifico per debian 5: Importante: alle domande rispondete: "NO" per quanto riguarda il courier "screen", mentre nel "postfix" mettete "internet site". Inserite ora il dominio principale del sito senza www e con estensione .tlc (quindi vostrosito.tlc). Alla domanda sul modo di installazome do PROFTPD rispondete "standalone". A questo punto occorre copiare i file nella directory principale del server: Una volta fatta questa operazione, bisogna configurare mysql: Ricordate di inserire una password che non dimenticherete!!! Spostiamoci ora nella directory contenente l'installazione del pannello di controllo e lanciare l'installazione: Abbiamo ora terminato l'installazione. Possiamo cancellare le directory create in precedenza: A questo punto possiamo accedere al pannello di controllo del server digitando l'ip nel browser. Buon lavoro a tutti!
  2. Salve a tutti, dopo varie riflessioni (grazie anche all'aiuto degli utenti di questo forum) sono arrivato alla conclusione di una scelta server dedicato managed con SLA per un sito ecommerce. Sto cercando tutt'ora un fornitore di servizio e stavo valutando anche Server24.it, davvero molto competitivi e con ottimo hardware. A differenza di FlameNetwork (che è mi ha rapidamente contattato sul cellulare chiedendomi neld ettaglio quelle che erano le mie esigenze e successivamente mandato un preventivo per email) onestamente sono un pochino deluso dal modo telegrafico con cui Server24.it ha risposto alle mie richieste di informazioni, anche perchè non mi viene spiegato assolutamente se offrono SLA e in che termini. Mi invitano a leggere il contratto preoccupandosi di "quotare" le mie domande a "mo" di forum: > 1. Offrite servizio SLA e in che termini ? puo creare il contratto online. Li troverá tutte le specifche sul contratto. Le condizioni generali invece le trova su: Condizioni generali server24.it - server dedicati, hosting e managed Ora leggendo il contratto, tra l'altro scritto con carattere piccolisismo, non mi sermbra offrino SLA. Mi sono perso qualcosa? Saluti e grazie a tutti.
  3. Averlo è sempre meglio di non averlo. Questa è la mia personalissima idea. Ho delle esigenze ben precise. E chiedo dei servizi precisi. Se un provider non è in grado di offrire determinati servizi, questo non siginifca che non è affidabile. Però ora le mie esigenze sono queste. Idem come sopra. Guarda, ho un sito Joomla su Linode (server in uk), il 360 da 19 dollari al mese (quindi una barzelletta a livello economico). Gira come un missile, è un blog con articoli da commentare, ha forum e community builder, regge 1400/1500 IP differenti al giorno con query da crepacuore. Ultimamente ho installato UserTrace, un componente che fa un update sulla tabella del db su ogni movimento di un visitatore. L'attuale db mysql è grande 570mbyte. Mai avuto un problema in un anno intero. Ora se tanto mi da tanto un ecommerce da 200 visitatori al giorno sarebbe perfetto da metter su questo VPS. Ma ci sono delle considerazioni da fare che devono mettere al sicuro me nei confronti del cliente, o se proprietario dell'ecommerce, nei confronti dei soci.
  4. WizOfOz proprio ieri ho cercato una mail di contatto suil vostro sito per chiedere un preventivo anche a voi, ma non l'ho trovata!
  5. La sicurezza al 100% non esiste... però è sicuramente lo SLA in fase contrattuale è qualcosa in più. Le mie esigenza sono un sito web il più veloce ed affidabile possibile. Full managed, backup giornalieri e SLA sono le priorità. Non mi interessa se il sito gira su una machcina virtuale o dedicata (mi è stata proposta anche una soluzione vps molto interesante con i vari servizi, hosting, db e mail server, su più nodi), l'importante è che sia affidabile. Io devo avere accesso hosting su ftp e accesso al db.
  6. Signori buongiorno a tutti, ho la necessità di un server dedicato su cui installare 3-4 siti basati su Joomla. Uno di questi siti è un ecommerce, mentre gli altri sono siti statici con circa 500 visitatori complessivi al giorno. Il sistema operativo è linux su cui installo isp CP Omega. Stavo notando l'offerta di aruba con Atom 330 Dual Core e 2Gb di ram: avevo delle perplessità sulla cpu, meno invece per le ram. Cosa ne pesnate? Grazie a tutti, ogni consiglio è ben accetto.
  7. UNO, la cosa non devi spiegarla a me ;) ...ma agli imprenditori del nuovo millennio che "dovrebbero" sviluppare l'ecommerce in Italia... per me è chiaro che una rogna quando non vogliono spendere 200 euro al mese per un server a loro effettivamente dedicato... infatti sto cercando di capire se esistono soluzioni alternative (ho quanto meno il dovere di cercarle vitsa la mia inesperienza sul tema hosting.). Dalle vostre considerazioni, che reputo razionali e autorevoli, la risposta è no, non ci sono alternative, a meno che non si vuole rischiare di perder soldi per down. Ripeto, come ha scritto ServerDedi.com, quanto si sparano cifre di 300/400/500 euro al mese, anche i "grossi" ti rispondono picche...
  8. Ci mancherebbe Uno! Non volevo fomentare la polemica e non vorrei andare off topic... però credimi. 15.000 euro di margine al mese (10% di margine su circa 1.9/2 milioni all'anno), con 4 dipendenti (1 al commerciale,1 ad assemblare e fare test x rma, 2 al magazzino), affitto un magazzino, utenze, perdite di altri 2% per spedizioni su rma e diritto di recesso, etc... non sono molti... Sono quindi sempre di più le imprese che si rivolgono all'estero (Germania in primis) per l'hosting, o che magari non hanno intenzione di spendere 200 euro al mese x un server (a loro rischio e pericolo, mi sembra chiaro!) Concludo comunque nel dirvi che questa discussione mi è stata veramente utile e vi ringrazio vivamente!
  9. Sucsate, intendvo esperienza su hosting che mi manca. Chiaro che php ed sql sono applicazioni web...
  10. Scusatemi tutti... forse mi sono espresso male. La mia domanda era se un server con cpu atom 330 potesse reggere un lavoro come quello descritto. Non ho esperienza in merito, i siti cui mi devo occupare sono attualmente posizionati su spazio hosting (con ottima banda) e mi hanno stato commissionato di raggrupparli. Quindi non c'è nulla che non va come qualcuno pensa. Non siamo tutti esperti e fenomeni di tutto. Sono anni che programmo in sql (anche linguaggi proprietari come quello di oracle o di postgres) e su ambiente windows\linux, e vi posso assicurare che 1gb di ram su una distri debian con cpu celeron (il cosidetto hardware da baraccone...), con apache e php 5 possono bastare per gestire 3-5 database con un discreto numero di query in contemporanea (la cosa cambia radicalmente su ambiente windows con mysql e asp, anche se conosco siti in asp.net che girano da anni su un celeron 478...). Questo in linea teorica, ma in ambiente web il discorso cambia per molti motivi (specialmente se si ha il server non sotto i propri occhi). In ambiente web come dicevo ho poca esperienza. Mi sono sempre limitato a sviluppare siti\cms su commissione. E' per questo che ho chiesto a voi, che vi reputo come la miglior community hosting italiana del web. Altra cosa: molti di voi confondono fatturato e guadagni...un 'azienda che fattura 2 milioni di euro all'anno vendendo online materiale informatico E' UNA MICROIMPRESA. In margini sono ridicoli, il personale costa, le strutture idem e si sta sempre più attenti a quanto e come spendere. Questo è quanto. Vi ringrazio comunque della discussione, è stata molto utile. Penso che la priorità sia comunque di avere soluzioni con dischi in raid e doppia scheda di rete. Meglio ancora se riesco a separare l'eccomerce dagli altri siti (su due server in pratica).
  11. ETR, avevo effettivamente pensato anche io di separare l'ecommerce... ma per una questione di praticità pensavo di mettere tutto in un server e manutenzionare, monitorare, etc, esclusivamente quel server. Bene, adesso ho le idee ancor più chiaro... scarto a priori l'atom e mi oriento su un qualcosa di veramente professionale Grazie a tutit per i suggerimenti!
  12. L'ecommerce vende materiale informatico con fatturati dai 3 ai 5mila euro al giorno (quindi il downtime potrebbe costare caro). E' vero, mi basterebbe un VPS, tuttavia ho bisogno di un hard disk spazioso poichè uno dei siti permette agli utenti di caricare immagini. Soluzioni VPS con hard disk da 160/250gb non ne veod in giro. Ho avuto esperienze (con grande soddisfazione) con VPS linode (Linode - Xen VPS Hosting), ma immaginate, per la soluzione con 128gb di hard disk si arrivano a spendere 160 dollari al mese... a questo punto la mia scelta è caduta su un server dedicato e volendo lasciare l'hosting in Italia (fondamentalmente per ragioni di assistenza evito i provider tedeschi...) stavo valutando la soluzione di Aruba. L'unico dubbio, ripeto, è la CPU Atom 330.
  13. Bene ragazzi...mi avete convinto :approved: ! Secondo voi, che soluzione hardware dovrei cercare (al di là del provider). Xeon con 4gb di ram? O possono bastare 2Gb? Conosco linux (se dovete installare un pannello web dal terminale chiedetemi pure!) ma ho poca esperienza sui server dedicati. Adesso ho la necessità di raggruppare questi 3/4 siti sotto un unico server e mi si presenta il dilemma "hardware".
  14. Diciamo che non è uno Xeon... ;) ma ne parlano dicretamente nella rete, soprattutto se dedicato a piattaforme linux. Questa la recensione proprio su Hosting Talk: Server Dedicato Aruba Basic 1.1: un Intel Atom lowcost di tutto rispetto | HostingTalk.it Certo, rimango perplesso sulla cpu in virtù delle operazioni sui db mysql...
  15. Gentilissimi buongiorno a tutti. Qualcuno di voi sa consigliarmi fornitori di VPS con pannello Plesk che offrono due o più indirizzi IP statici? Personalmente mi trovo benissimo con Aruba, ma non da la possibilità, nella versione base del VPS, di avere più di un indirizzo IP, neanche (ovviamente) pagandolo. Grazie a tutti anticipatamente.
  16. Gentilissimi Singori, per prima cosa ben trovati a tutti. Ho diversi nome di dominio su tophost che puntano su server vps aruba. La parte web ed ftp funziona alla stragrande, così come la gestione della posta sia in entrata che in uscita con client come outlook e thunderbird. L'unico problema che incontro è che non riesco ad accedere sulla webmail del server VPS. Digitando quindi webmail.nomesito.com mi da sito non trovato, così come mail.nomesito.com. Qualcuno di voi sa dirmi dov'è il problema? Queste le due impostazioni: Pannello DNS Plesk sul VPS Aruba Pannello DNS Tophost (dove sono locati i nome di dominio) Grazie!!!
  17. La webmail è attiva, sì. Questo lo screen shot su "entrambi i lati": Pannello DNS Plesk sul VPS Aruba Pannello DNS Tophost (dove sono locati i nome di dominio)
  18. Ne ho diversi tutti impostati allo stesso modo. Uno di questi è http://www.netbyte.it. Se digiti http://mail.netbyte.it ti rendi conto del problema. Grazie ancora.
  19. Onestamente penso anche io che non sia un problema di Tophost. Sono invece convinto che ho sbagliato ad impostare i record. La riposta sul ping è corretta su mail.miosito.com , ma digitandolo nel browser mi si apre un pagina del VPS che mi da errore. Mentre webmail.miosito.com non sembra proprio esistere, non fa ping e non risponde ovviamente enanche il browser. Questo è ciò che appare quando digito mail.miosito.com:
×