Jump to content

McHost

Members
  • Content Count

    21
  • Joined

  • Last visited

  1. Buongiorno a tutti, al fine di non creare equivoci tengo a precisare che l'annuncio è rivolto solo ai possessori di partita iva , e che tale acquisizioni non è possibile effettuarle tra privato per ovvi motivi fiscali e legali . Grazie
  2. Salve,puoi inviare maggiori dettagli a marketing@mchost.it grazie
  3. Si è ancora valida può mandarmi una mail a marketing@mchost.it con i suoi recapiti per poterci mettere in contatto e nel frattempo potrebbe anticiparmi cosa ha da offrire Saluti
  4. Società italiana operante nel settore hosting / server dedicati al fine di ampliare il proprio volume d' affari ricerca società da acquisire comprensiva di parco clienti hosting ed eventuali server fisici / virtuali nel quale risiedono di domini. Si garantisce l'acquisizione secondo termini previsti dalla legge e continuità dei servizi erogati. Chiunque fosse interessato a cedere la propria attività per impossibilità di gestirla o altro può rispondere con messaggio privato
  5. al momento e tutto trasferito , il"contenzioso" è perche secondo me il ritardo e per loro negligenza e non mia è non e corretto che io gli retribuisca i mesi di ritardo
  6. praticamente io compravo dominio e puntamento , non avendo la possibilita di cambiare name server quindi non potevo spegnere il server che mi faceva da reindirizzamento finche lui della società X non effettuava la modifica cambia . lui a farlo ci ha messo 5 mesi e da me vuole 5 mesi di boleggio server ecco il punto
  7. salve a tutti, espongo un domanda , per avere anche una vostro opinione Disponevo di un server dedicato gestito in maniera autonoma presso una società X dotato di pannello plesk. Presso questa società X registravo anche i domini .It, in quando accreditata come manteiner, con ns1 e ns2 che puntavano su il server dedicato che noleggiavo da lei.Fin qui spero tutto chiaro. Dopo qualche mese ho deciso di acquistare un mio server di proprietà presso un'altra struttura e di disdire il server a noleggio , ma di mantenere come mainteiner la societa X iniziale. per non creare disservizio ai clienti Ho proceduto nella seguente maniera: 1) ho trasferito tuttii dati relativi ai domini sul nuovo server /caselle ,db,pagine,ecc..ec..) . 2) ho modificato dal plesk i record DNS affinche puntassero sul nuovo server 3) una volta che tutto è tornato funzionante sul server nuovo (siti,caselle,db,ecc)ho richiesto al MAINTEINER dell Società X di cambiare di DNS presso il registro IT affinche io potessi disdire il server presso di loro( Visto che il pannello che loro mettono a disposizione non permete di farlo) 4) la società X NON cambia i DNS che puntano sempre verso il suo server a noleggio che poi li fa ripuntare al mio impedendomi di farlo disattivare 5)dopo numero email,raccomandate e mesi di attesa effettua il benedetto cambio di tutti i dns di tutti i domini consentendomi quindi di disattivare il server 6)alla fine di tutto mi manda la fattura del server a noleggio dei mesi che è stato attivo in attesa del cambio DNS Adesso la mia domanda è questa gli spettano sti soldi? è corretto comportarsi cosi? sono io che seguito un iter sbagliato cosiderato che gli ho mandato la raccomandata di disdetta come da contratto? Solo lui in veste di manteiner poteva cambiare i DNS visto che non fornisce un pannello dove cambiarli? Cosa fareste voi? grazie a tutti
  8. McHost

    Consiglio Controller Raid

    Esatto lo fa solo da bios e quindi in offline ma essendo un 500gb non ci mette poco anzi ci mette quasi 5 ore
  9. Salve, in effetti l'italiano del mio post lascia a desiderare , ma è stato scritto ad un ora un po' insolita per me e gli errori sono dovuti al fatto che il sonno ha fatto la sua parte. Per il resto dal lato societario siamo italianissimi , la sede legale è in italia e anche i server godono di connettività italiana.
  10. Salve, al fine di rendere piu trasparente l'annuncio da me inserito volevo solo spiegare che quando noi acquisiamo clienti/domini, cosa che facciamo frequentemente,lo facciamo da chi, per qualsiasi voglia motivo, vuole cedere l'attività quindi il cliente al 90% rimarebbe cmq a piedi con il servizio in quanto il suo hoster smetterebbe di erogarlo a prescindere da quanto lui a pagato o no (caso già successa)e tralasciamo gli aspetti legali dovuti al disservizio in quanto non mi sembrano inerenti al post Un metodo a parer nostro corretto quando si acquisisce un parco clienti e contattarli uno ad uno (lavoro che a volte a richiesto mesi di lavoro) per informarli del nuovo gestore il quale in questo modo si ha possibilità di valurare il grado di soddisfazione del cliente del precedente gestore e invitarlo ,nel caso fosse rimasto scontento, a provare il nuovo hoster , ma sopratutto comunicargli le nuove condizioni contrattuali del servizio in vigore ovviamente da successivo rinnovo. fatta eccezione di clausole di una certa importanza.con questo modo di operare le problematiche si riducono veramente al minimo spero di essere stato più trasparente. P.S. Valutiamo anche cessioni di rami d'azienda ma li esistono iter differenti!
  11. Quali altre informazioni dovrei inserire? siamo una s.n.c. quindi in possesso di regolare partita iva e cerchiamo ditte individuali o altre società che per i piu svariati motivi chiudono / cedono o altro
  12. McHost

    Consiglio Controller Raid

    quello del sc1495 non lo fa , che lo facciano tutti i controller lo so volevo sapere cosa mi consigliavate già che lo devo comprare
  13. Società operante nel campo del web hosting cerca aziende o privati che vogliano vendere un pacchetto clienti di hosting e domini si valutano eventuali acquisti di relativi server fisici o virtuali. per informazioni scrivere a marketing@explorasnc.it
×