Jump to content

gaglia

Members
  • Content Count

    9
  • Joined

  • Last visited

  1. Ok grazie mille, vada per solo cognome :)
  2. Salve a tutti, ho bisogno di un consiglio :) Vorrei registrare un dominio per pubblicare una pagina personale (in inglese, di carattere professionale per presentare informazioni su di me, curriculum etc) e sono indeciso tra cognome.[net,com,org] o nomecognome.[net,com,org]. Io preferirei solo cognome, per avere un indirizzo email tipo nome@cognome, l'unico problema è che il dominio cognome.it (e solo quello) è stato già preso (da un piccolo, credo piccolissimo, imprenditore della mia città, col quale non ho legami di parentela). Ci sarebbe il rischio di denunce per cybersquatting? A me andrebbe bene anche nomecognome, il problema è che verrebbe fuori un indirizzo piuttosto lungo (18 caratteri esclusa l'estensione) e un indirizzo email ufficiale tipo nome@nomecognome. Cosa sarebbe meglio secondo voi?
  3. In effetti la situazione pare molto cambiata in Svezia, almeno a giudicare dai risultati delle ultime elezioni. Non mi aspettavo una batosta del genere per il Pirate Party. Forse la gente ha preso sul serio le accuse ad Assange? Boh, strano. Resto sul piano A, appena ho un attimo di tempo googlo un po' qualche provider islandese alternativo, sennò vado su quello linkato :)
  4. Uhm sembra interessante. Ma sono gli stessi che danno l'hosting a TPB vero? Forse non è proprio il massimo per una homepage "professionale" intesa come vetrina per il lavoro... Inoltre proprio perché danno hosting a TPB saranno parecchio sotto fuoco incrociato... Idealmente come soluzione mi piace molto, ma pragmaticamente... sentirei una certa spada di Damocle sulla testa :emoticons_dent2020: comunque grazie, idea da non scartare diciamo! :approved:
  5. Ci avevo pensato, sarà il piano B infatti :D
  6. Eheh sì, sapevo che in Islanda non se la passano troppo bene da quel punto di vista :D tuttavia vorrei rischiare... ci sono vari motivi tra cui motivi di latenza, motivi "green", motivi "professionali"... e ovviamente la legge sulla freedom of speech e protezione delle fonti giornalistiche. So che non è uno scudo impenetrabile e non sono comunque un pedoterrosatanista... ma non vorrei correre il rischio di vedere la GdF oscurarmi il blog con una telefonata perché magari qualcuno ha lasciato un commento che a qualcuno in Italia non è piaciuto... Esempi ce ne sono purtroppo :S Grazie per il link, cavolo hanno prezzi bassissimi! Chiaramente farò altre ricerche su "iceland webhosting" prima di buttarmi su quello ma mi pare un buon punto di partenza. E grazie anche per la spiegazione sulla registrazione del dominio, ma una cosa non mi è chiara: se io vado a registrare un dominio da, ad es. eNom, e poi l'hoster islandese mi vende il pacchetto comprensivo di hosting + dominio... a quel punto come mi dovrei regolare? Ultima domanda, se l'hoster non mi fornisse email... sarebbe possibile agendo SOLO sui campi del DNS, effettuare un "redirect" da miouser@dominioislandese a miouser@miovecchiofornitoredimail ? In questo modo se anche il sito islandese fosse down le email mi arriverebbero lo stesso no?
  7. Pensavo a un .net Accetto anche consigli "commerciali" in PM dato che non ho proprio idee :emoticons_dent2020:
  8. Sì sì lo so perfettamente, non è per quello :D ci sono vari motivi per cui volevo un host islandese, adesso sarebbe lungo da spiegare. Una cosa che non ho capito riguardo al dominio. Se registro il dominio da, ad esempio, registratuttiidominichevuoi.it poi non c'eè il rischio che se, diciamo, registratuttiidominichevuoi.it chiude i battenti io perdo i miei diritti sul mio dominio? E se uno fa un whois sul mio dominio non escono fuori informazioni su di me ma su registratuttiidominichevuoi.it giusto? Non c'è un modo per evitare questo? Ovvero di registrare e gestire il dominio io personalmente senza affidarmi a terzi? Non so se mi sono spiegato. Grazie per eventuali risposte :)
  9. Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi sono iscritto perché da quello che vedo mi pare una community molto attiva ed esperta, e spero di poter ricevere alcune delucidazioni :) Ho buona esperienza di gestione di server linux a livello "amatoriale", ma non mi sono mai occupato di hosting, sono un niubbo assoluto, e dato che sono arrivato al punto di dover fare delle scelte "delicate" vorrei non andare a tentoni e farmi consigliare da chi ha più esperienza. Scusatemi in anticipo se faccio richieste senza senso ._. In soldoni mi serve di avere una paginetta personale (magari con un blog wordpress) che funga un po' da "vetrina" per l'ambiente professionale (insomma, per non avere la homepage su blogger dot com ), con tanto di indirizzo email dall'aria "ufficiale" e dominio che sia riconducibile direttamente a me (es.: con un whois). Inoltre per motivi vari preferirei che il sito fosse hostato fisicamente in Islanda. La cosa importante, sia per quanto riguarda l'hosting che per quanto riguarda il dominio, è che sia una soluzione affidabile "duratura", nel senso che non vorrei risparmiare 2 euro al mese per avere un hoster semisconosciuto che può fallire senza preavviso da oggi a domani. Per il nome di dominio stesso discorso, se fosse possibile registrarlo direttamente a nome mio (senza passare per intermediari insomma) preferirei, ma non so nemmeno se è possibile. Infine, per quanto riguarda l'email, l'ideale sarebbe un indirizzo miouser@miodominio che non faccia altro che reindirizzare le email verso la mia casella di posta che ho da molti anni su un servizio col quale mi trovo molto bene. E' possibile paciugando con i campi del DNS, sbaglio? Ricapitolando: host islandese nome di dominio, possibilmente un .org o un .net, registrato a nome mio, magari con la possibilita' di far puntare l'indirizzo da un'altra parte (es.: a un server di backup in caso di down dell'host islandese) apache+php+wordpress, spazio web ne basta poco, possibilita' di ftp/sftp/webuploader, possibilita' di https casella di posta in grado di reindirizzare le email su un'altra (sarebbe poi mia premura modificare i campi "rispondi a" e "inviato da" nel mio client di posta in modo che chi riceve le email vada a rispondermi a miouser@miodominio ) banda non e' un grosso problema uptime anche non garantito, ma soprattutto serieta' amministrativa costo non esorbitante Non mi viene in mente altro. Sapreste consigliarmi qualcosa in particolare, o almeno schiarirmi le idee se sono stato "nebuloso" su alcuni punti? Grazie :)
×