Jump to content

garetjax76

Members
  • Content Count

    3
  • Joined

  • Last visited

  1. In effetti per com'è adesso la situazione, non penso che mi cambierebbe tantissimo la vita bypassare il server di posta del provider e far fare tutto al mio server, anche se presumo ci sarebbero conseguenze un po' meno ovvie (traffico generato, spam da processare - visto che i messaggi vengono comunque filtrati)... Comunque grazie mille dei consigli.
  2. Uhm... mi sembra strano, dato che i due server non si parlano se non tramite POP3, quindi il server del provider non sa quanti account sono configurati sul nostro. A questo punto forse è più probabile che il provider non faccia nessun filtro sull'indirizzo e si limiti a girare tutto quello che gli viene propinato. Se fosse così, secondo voi è una cosa che potrò replicare con altri provider oppure no? Non mi dispiacerebbe mantenere il mio server di posta, almeno sono indipendente per quanto riguarda le impostazioni interne, forwarding, autorespond, numero di account...
  3. Salve a tutti. Da parecchi anni utilizziamo un provider locale che ci fa hosting e servizio mail, ultimamente sono sorti dei malumori (soprattutto legati ai costi) e la ditta mi ha chiesto di guardarmi intorno. Ora, se non ho perplessità per quanto riguarda l'hosting del nostro sito web (sia il traffico che l'occupazione è ridicola e non aumenterà in futuro), ho grossi dubbi sulla gestione delle caselle di posta... mi spiego meglio. Ora come ora abbiamo un server mail interno (VPOP3), con una settantina di account configurati. Questo server fa polling periodico via POP3 su 1 account del nostro provider (ho ereditato questa situazione senza poter avere spiegazioni) e scarica quindi tutte le mail che poi vengono processate e girate ai singoli account. Ho fatto qualche prova e sembra che tutte le mail che vengono inviate verso il nostro dominio vengono processate e poi messe su questo account, anche quelle verso indirizzi che non esistono: in questo caso è il mio server che genera il bounce. Ora mi chiedo: se dovessi cambiare provider, è logico che se optassi per un provider che offre 100 caselle di posta poi potrei teoricamente fare a meno del nostro server interno... e fin qui ok, ma se optassi per uno che ne offre solo 5? Potrei comunque replicare la situazione attuale secondo voi? Oppure tutte le mail tornerebbero indietro perché non sono configurate sul server del provider? Scusatemi per l'incompetenza ma non vorrei avere brutte sorprese... e vorrei capire come fa a funzionare la soluzione attuale! (non posso certo chiederlo al provider :))
×