Vai al contenuto

Mark79

Members
  • Numero contenuti

    449
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    1

L'ultima giornata che Mark79 ha vinto risale al 6 Aprile 2013

Mark79 ha ottenuto più reazioni positive in un giorno nei suoi contenuti!

6 Seguaci

Su Mark79

  • Rango
    HTastinator

Converted

  • Località
    Roma
  • Interessi
    Diritto Informatico
  • Cosa fai nella vita?
    Avvocato in Roma
  1. Mark79

    Registrare nome e cognome di terzi

    Tornando al tuo post, come ti avevo scritto è una materia troppo complessa per essere trattata in un post. L'attuale orientamento giurisprudenziale tende ad assimilare il dominio internet ad un marchio registrato e quindi il suo sfruttamento economico è riservato solo all'avente diritto il quale se ritenesse tale diritto leso agirà nella sede che riterrà più opportuna che potrebbe essere o meno una camera arbitrale. Ovviamente il personaggio noto, potrebbe autorizzarti all'uso di un nome a dominio che sia a lui riconducibile e in tal caso un'eventuale futura riassegnazione dipenderà dalle condizioni contrattualmente stipulate all'atto della concessione. Puoi utilizzare il dominio persona-nota.it per fare un redirect ma tutto dipenderà su quale dominio avverrà il redirect.
  2. Mark79

    Registrare nome e cognome di terzi

    Quesito molto interessante che meriterebbe ben più delle poche righe di risposta in un post. Per quanto riguarda una persona nota se si evince palesemente che non si tratta del suo sito ufficiale ma di un sito di ammiratori che è privo di qualsivoglia scopo di lucro non dovrebbero esserci problemi (fermo restando che la persona di cui stiamo parlando potrà chiedere in qualsiasi momento al nic.it la riassegnazione di quel nome a dominio). Se invece parliamo di un mariorossi, persona sconosciuta, non puoi proprio. Personalmente ti sconsiglio di fare un sito simile a quello che hai suggerito, a prescindere dal rischio querela in cui potresti incorrere per i tuoi scritti, avresti la spada di damocle che se il sito grazie al tuo lavoro diventasse famoso, te lo potrebbero portar via e tu vedresti tutto il tuo lavoro vanificarsi.
  3. Mark79

    Nome a dominio di un paese

    Le cose non stanno proprio così. Gli enti statali hanno diritto di prelazione sui nomi a dominio. Alcuni, ad esempio quelli dei grossi comuni, sono già stati messi come "non registrabili" dal nic.it, quelli dei comuni minori in teria sono tecnicamente registrabili ma questo non significa che lo siano anche legalmente. Il rischio è che dopo che tu hai realizzato il sito e lo abbia fatto crescere il comune in questione ne avochi il diritto e tu perda tutta. Il mio consiglio è di non realizzare siti .it il cui nome a dominio sia quello di un comune/provincia/regione italiani.
  4. Mark79

    redemption period

    Non voglio scoraggiarti, ma esiste una nutrita pletora di persone il cui business é di riregistrare i domini che scadono per metterli poi in vendita. Per svolgere questa attività utilizzano appositi software di registrazione automatica. Se il dominio che a te interessa è oggetto delle loro attenzioni le tue possibilità di trovarlo libero e di registralo sono praticamente nulle
  5. Mark79

    Certificazione nome dominio su hoster estero

    L'idea della PEC (che non esiste in altre parti del mondo) è dell'allora ministro On. Brunetta. Comunque i costi della PEC sono molto bassi e possono essere attivati presso domini internet gestiti da alcune aziende per cui la tua PEC sarebbe xxxx@PEC.tuodominio.it Insomma il costo non è la prima critica che farei del sistema PEC...
  6. Mark79

    Solodomini non mi rilascia il codice per trasferire il dominio

    Non lo avevo precisato per non sovraccaricare la risposta, ma essendo un codice identificativo creato proprio dal Registrar per identificare il proprio cliente potrebbe anche cambiare con il tempo.
  7. Mark79

    Certificazione nome dominio su hoster estero

    Il sito lo puoi avere su qualsiasi hoster al mondo. La PEC su un tuo dominio l puoi avere solo su alcuni register italiani che gestiscono anche il dominio. Mi spiego meglio, il tuo dominio (quello su cui attiverai anche la PEC) deve essere acquistato e mantenuto da uno di quei pochi register italiani che offrono questo servizio che provvederà alla certificazione. Non puoi fare la certificazione da solo (per fortuna) e non puoi farlo acquistando il dominio da un register straniero ma solo da quei register italiani che offrono questo servizio accessorio alla registrazione di domini internet.
  8. Mark79

    Solodomini non mi rilascia il codice per trasferire il dominio

    Bene tentare di usare in prima battuta il contact form del sito e telefonare loro, però, visto che sono tutte forme di comunicazioni prive di qualsivoglia valore legale resta solo di inviare una raccomandata a.r. in cui si intima e diffida l'azienda a rilasciare immediatamente il Auth Code qualora ciò non avenisse si darà corso ad un'azione legale per richiedere il ristoro di tutti i danni materiali. Contemporanemante agisci presso l'ICANN che può darti lui il codice di trasferimento. Vedrai che riuscirai ad avere il tuo codice ed a portare il tuo dominio altrove. Un consiglio, scegli con cura l'azienda che gestirà il tuo dominio, non badare al costo (tanto un dominio può costare dagli 8 ai 13 euro, per cui la differenza è meno del costo di una pizza) ma alla solidità dell'azienda. Ricordati che è un tuo diritto farti dare l'Auth Code nel momento stesso che acquisti il dominio, per cui acquisiscilo subito e conservalo sul PC insieme alla ricevuta del pagamento)
  9. Mark79

    Doveri dell' Hosting Provider

    Confermo che avevo compreso bene e vi reitero il consiglio di dialogare invece che litigare. Il cliente finale ha già un legale e tu che sei affermata azienda del settore sicuramente hai un legale basta che i due colleghi si parlino ed sarà facilissimo trovare una soluzione che comunque sarà più economica che l'instaurazione di un contenzioso legale tra voi tre.
  10. Mark79

    Doveri dell' Hosting Provider

    Ti ringrazio della fiducia. Da una veloce lettura dei (lunghi) post mi sembra di capire che qui siamo in presenza di 2 soggetti che sono entrambi danneggiati da un terzo che è scomparso. Vero tutto quello che è stato detto sul rapporto contrattuale che ognuno ha nei confronti del proprio cliente, però, la norma va sempre interpretata ed applicata con "grano salis" e di fronte ad una situazione anomala ma facilmente verificabile si può anche agire in contumacia del terzo a tutela dei propri beni e diritti. Certo bisogna farlo con le dovute accortezze legali, ma è sicuramente possibile trovare una soluzione che non richieda necessariamente l'instaurarsi di un giudizio che richieda ulteriori spese che le due parti dovranno comunque affrontare per colpa di un terzo che si è reso irreperibile non rispettando i termini contrattuali. Se è irreperibile ora, figuriamoci, quanto "sarà reperibile" poi a condanna avvenuta (sempre ammesso e non concesso che sia solvibile e che quindi posso ottemperare al dispositivo della sentenza).
  11. Mark79

    Costo Spese incasso rinnovo nome a domini

    Non credo proprio che rientri nella fattispecie dell'art 2. In ogni caso, permettetemi di togliermi la "toga", oltre ad un aspetto legale che ripeto non consente di pubblicizzare un prezzo e vedersene addebitato uno superiore, c'è un aspetto commerciale da non sottovalutare. Vi siete mai chiesti che impressione avrà il cliente finale quando scoprirà che ci sono aziende concorrenti il cui prezzo pubblicizzato è quello effettivamente pagato dal cliente? Sicuramente si guadagnerà un cliente iniziale quando questi vedrà pubblicizzato il .IT a € 5,90 ma siamo sicuri che resterà tale quando scoprirà che ci sono aziende che forniscono lo stesso servizio di registrazione/rinnovo ad € 8 IVA e commissioni incluse? Siamo sicuri che parlerà bene di noi e che con il suo passaparola ci porterà nuovi clienti? ...e soprattutto siamo sicuri che ( come accaduto in altre circostanze vedi voli lowcost) dopo anni di "cattive abitudini" improvvisamente qualche associazione consumatori/garante non si sveglia e (giustamente) sanzioni pesantemente chi ha avuto una politica dei prezzi "fantasiosa".
  12. Mark79

    Costo Spese incasso rinnovo nome a domini

    C'é una consolidata giurisprudenza in materia. Alla base di tutto c'è il D.Lgs 11/2010 che, all’articolo 3 comma 4, recita “Il beneficiario non può applicare spese al pagatore per l’utilizzo di un determinato strumento di pagamento”. In pratica il prezzo esposto per un prodotto è quello che poi si pagherà indipendentemente dal metodo di pagamento prescelto tra quelli accettati dal venditore. Poi ci sono dei modi per poterlo fare comunque restando in un'area "interpretativa" che però non include certo pubblicizzare 100 e trovarsi a sorpresa addebitato 105 perchè si è pagato con PayPal (che invece è proprio quello che hanno fatto diverse compagnie aeree lowcost procurando loro una condanna)
  13. Ottima iniziativa promozionale, ti faccio i miei complimenti
  14. Mark79

    Dominio bloccato in Italia

    Il sito ha la possibilità di contattarti tramite un "contact form" oppure c'è da qualche parte c'è la tua email? Il whois è pubblico?
  15. Mark79

    Trasferimento domino .it non autorizzato

    Sono contento che ti sei mosso rapidamente prima che la persona che ha commesso la violazione del tuo sistema informatico potesse rivendersi il sito. Come diceva Antonio la fortuna è che fosse un .IT e che quindi si poteva adire ad una azione legale in Italia con un interlocutore italiano (nic.it) che avrebbe dovuto ottemperare alla ovvia sentenza.
×