Jump to content

digene

Members
  • Content Count

    196
  • Joined

  • Last visited

About digene

  • Rank
    Webbologo
  • Birthday 12/28/1983

Converted

  • Località
    Villa di Tirano (SO)
  1. Guarda, l'Italia è in Europa, quindi una persona potrebbe darlo per scontato, tanto come è capitato a me. Ma in ogni caso, errare è umano, non credo sia un reato, no?! :approved:
  2. Avevo dato per scontato che la ricerca con locazione "Europa" includesse anche l'Italia, ma a quanto pare non è così. Grazie quindi! :zizi:
  3. Scusa è Guest.. Ma la ricerca sulla parte offerte l'ho già fatta e mettendo come categoria VPS, locazione "Europa" e pannello "Directadmin", non appare nessuna offerta. Prova tu stesso :approved: In ogni caso su google non ho trovato poi molte aziende che offrano dei vps con queste caratteristiche precise. Quelle che ho trovato sono tutte in zona Milano, mentre le altre non offrono DirectAdmin. Ovviamente so che per gestire un dns non occorrono molte risorse, per questo dicevo che mi bastano tranquillamente 512MB ram, i domini oltretutto sono solo un centinaio. Era una buona cosa sentire qualche consiglio da parte di qualche utente, ma se non arriverà nulla mi butterò su vhosting-it visto che è anche stato gentile a rispondere. Ciao :approved:
  4. Si parla di un vps che avrà l'unica funzione di name server secondario o terziario (si può dire?). Per questo ho chiesto quella precisa dislocazione, ovvero Italia esclusa Milano oppure Europa. Quindi un piano base da 512MB ram, massimo 1GB (ampiamente sovradimensionato). Comunque le caratteristiche le valuterò in seguito. Mi interessava avere una scelta fra diverse aziende per poter confrontare piani e prezzi.. Ma vedo che nessuno si fa vivo :-(
  5. Buonasera ragazzi, Come da oggetto sono alla ricerca di una vps con installato os Debian e pannello di controllo Directadmin. L'importante è che sia dislocata al di fuori di Milano, in Italia oppure in Europa, Francia, Germania o Inghilterra le preferenze. Dovrà avere uno sla 99.5 o superiore. Al momento ho trovato VHosting - www.vhosting-it.com (con vps in Germania), qualcuno di voi l'ha mai provato direttamente oppure mi sa dare qualche parere? Altri suggerimenti? Grazie mille :approved:
  6. Ciao Ste! Mi indichi per favore l'url del modulo ICANN? Non è quello che già segnalavo prima, di Internic? Intanto ho proceduto a chiamare Register e successivamente ad inviare un fax secondo loro istruzioni.. Vediamo se la situazione si smuove! Grazie, Daniele
  7. Ciao Ragazzi! Sono incorso in un ahimè classico problema. Ho un amico/cliente con un dominio .com registrato e mantenuto da molti anni da telecomitalia con il registrar register.it. Il cliente ora vorrebbe trasferire suddetto dominio. Qui iniziano i problemi. Dentro il whois sono presenti correttamente i dati della azienda ma in tutti i campi è presente l'email domain@telecomitalia.it. Abbiamo provato lo stesso ad avviare la procedura di trasferimento. Nessuna risposta. Abbiamo chiamato il call center di telecom per avvisarli di cambiare la mail presente nel whois oppure inoltrarci la comunicazione. Nada, non si riesce a parlare con nessuno che ne capisca qualcosa. Abbiamo provato ad inviare una e-mail a domain@telecomitalia.it Nessuna risposta. Abbiamo provato anche a inviare una comunicazione a Complaint Form spiegando il problema, più di una settimana fa. Nessuna risposta. Sinceramente non sappiamo più che pesci pigliare! Qualcuno ci sa suggerire come procedere? Grazie, Daniele
  8. digene

    La domanda del secolo: quale antivirus?

    Ti consiglio Kaspersky o al massimo Nod32 della Eset. Avendo un negozio ne ho visti passare tanti sotto le mani, ma con questi due non ho mai avuto problemi! Kaspersky Lab ha anche creato GetSystemInfo che è un ottimo applicativo per il controllo del pc e dei suoi processi stile Hijackthis. Ciao :approved:
  9. Direi che questa tua spiegazione in fondo dice tutto e se ci si ragiona è ovvio che sia così! Hai confermato i miei "dubbi". Merci! :approved:
  10. Non l'ho scritto esplicitamente, ma era sottinteso.. Stavo parlando di un sito con link di film in streaming che ha dei ricavi con la pubblicità su di esso ospitata. Il proprietario del sito si arricchisce sfruttando materiale "pirata" coperto da copyright. Potrei anche sbagliarmi, ma tutto ciò dovrebbe essere illegale. Mi sbaglio?
  11. Si lo so, non ci perdo nulla.. Infatti è quel che penso di fare. Voi, a livello professionale, come vi comportate in casi come questi? Cosa si rischia? Immagino infatti che pur tenendo controllato tutto, si rischia di ritrovarsi sui server materiale illegale da qualche utente più o meno "furbo".. :approved:
  12. Buonasera :zizi: Premesso che non faccio l'hoster nel vero senso della parola, ma gestisco alcuni server dove sono ospitati siti web e software creati dalla mia agenzia. Mi è capitato di dar un po' di spazio ad una persona per potersi ospitare il proprio blog personale (gratuitamente si intende, come favore). Mi sono accorto da alcuni giorni che su questo blog sono ospitati link a film in streaming. Ho immediatamente avvisato il proprietario dicendogli gentilmente di levarli perchè è illegale, ma a quanto pare fa "orecchia da mercante". Che fare quindi? Voi che probabilmente con queste cose ci combattete tutti i giorni che provvedimenti prendete? Io rischio qualcosa? Grazie! :approved:
  13. digene

    AdSense e Partita IVA

    Premetto di aver letto velocemente, ma da qualche tempo Google ha aperto una "filiale" in Irlanda. Quindi il conto adsense va convertito in euro e le fatture van fatte sempre in euro, intracomunitarie, ed il discorso del riaccredito dell'IVA va a decadere. :approved:
  14. digene

    cambio laptop

    Tra questi sicuramente andrei ad occhi chiusi sul HP Pavilion dv6-1200s. Altrimenti dai un occhio agli Asus. :approved:
  15. Non mi faccia ridere per favore!!! E legga quel che ho scritto! Io la fattura di rinnovo l'ho PAGATA, seppur vi avevo comunicato che volevo disdire il servizio circa 4 mesi e mezzo prima della scadenza (errando lo comunicai tramite il vostro pannello di controllo dove era presente una voce "rinnovi", quindi per e-mail). Vi spiegai comunque che per l'anno successivo non volevo assolutamente rinnovare, eppure l'anno successivo mi fu mandata nuova comunicazione, e riiniziò la diatriba.. Quindi per favore, prima di parlare di "evasione fiscale", ci pensi non una ma 10 volte! Non è di certo per 15 euro che si va in malora, ma mi son semplicemente sentito preso per i fondelli. Nel mio caso non vi siete comportati da azienda seria, poi che voi lo siate o meno non sto qui a giudicare. Poi se legge un po' il forum noterà che non sono un "rivoluzionario" che ha come scopo alimentare flame, anzi, scrivo con toni molto pacati. :approved:
×