Jump to content

Angix

Members
  • Content Count

    29
  • Joined

  • Last visited


Reputation Activity

  1. Like
    Angix reacted to netimax in Partita iva per hosting?   
    Ciao Angix,
    Ho letto recentemente che ci sono grandi benefici per i giovani che vogliono costituire una società, grazie al Dl 1/2012. Se non erro, per la costituzione di una s.r.l. ci vuole solo 1euro di versamento per il capitale sociale, invece dei 10.000euro (minimo) previsti dalla legge (art 2463, 2° comma, 4).
     
    Si chiama Società semplificate a responsabilità limitata ed è per giovani fino a 35 anni. Si tratta di Srl a tutti gli effetti, ma caratterizzate da diverse semplificazioni, come già detto, dall'ammontare del capitale sociale (l'importo minimo da versare non dovrà essere inferiore ad 1 euro), alle formalità di costituzione (non servirà il notaio, basterà comunicare telematicamente al registro delle imprese l’apertura della nuova società), facilitando, dunque, chi volesse “fare impresa” e creare da sé il proprio lavoro.
    Come si legge, infatti, all'articolo 3 del Dl n. 1/2012, viene inserito nel Codice Civile un nuovo articolo, il 2463bis, che disciplina questa nuova forma societaria.
     
    Secondo la nuova norma, la società semplificata a responsabilità limitata può essere costituita con contratto o atto unilaterale solo da persone fisiche che non abbiano compiuto i 35 anni di età alla data della costituzione.
     
    L'atto costitutivo deve essere redatto per scrittura privata e indicare:
     
    - il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita, il domicilio, la cittadinanza di ciascun socio;
    - la denominazione sociale contenente l'indicazione di società semplificata a responsabilità limitata e il comune ove sono poste - la sede della società e le eventuali sedi secondarie;
    - l'ammontare del capitale sociale non inferiore ad un euro sottoscritto e interamente versato alla data della costituzione. Il conferimento deve farsi in denaro;
    - i requisiti previsti dai numeri 3), 6), 7), 8) del secondo comma dell'art. 2463 (ovvero l'attività che costituisce l'oggetto sociale, la quota di partecipazione di ciascun socio, le norme relative al funzionamento della società, le persone cui è affidata l'amministrazione e l'eventuale soggetto incaricato di effettuare la revisione legale dei conti);
    - luogo e data di sottoscrizione.
     
    Inoltre, la Srl semplificata resta in vita finché i soci (tutti o l’unico socio) non compiono i 35 anni. In particolare, quando viene meno il requisito di età, può accadere, alternativamente, che:
     
    - i soci “anziani” vengano esclusi dalla società, con il rimborso della propria quota, favorendo l’entrata di nuova forza lavoro più giovane;
    - gli amministratori convochino l’assemblea per deliberare la trasformazione della Srl semplificata in un’altra società di capitali secondo le norme del Codice Civile;
    - nell’eventualità non fosse possibile assumere altro personale con età inferiore ai 35 anni e non si volesse trasformare la società semplificata in un’altra tipologia, questa si sciolga (le altre cause di scioglimento restano quelle indicate nell'art. 2484 Cod. Civ.).
     
    Oltre a cercare info sul web, ti consiglio di parlare con un commercialista locale, soprattutto, per informarti (benissimo) sul suddetto Dl.
     
    Saluti,
    Antonio
  2. Like
    Angix reacted to Uno in Partita iva per hosting?   
    Angix perdonami se a te non interessa nulla di quello di cui stiamo parlando, lo comprendo e ti chiedo per per favore di lasciarci continuare il discorso perchè a noi e ad altri potrebbe interessare. Avrei "splittato/forkato" la discussione, ma ormai è troppo mescolata per poterlo fare senza moncarla.
     
     
    Sicuramente senza garanzie e fideiussioni neanche con una srl "normale" si ottengono finanziamenti corposi, ma sono certo che un pelo di fiducia in più viene spontaneo darla a chi almeno qualche migliaio di euro lo investe. E' una questione di crederci, non so se hai presente certi discorsi che si fanno qui sul forum: qualcuno viene con "l'idea mega" che vorrebbe abbia un traffico di milioni di utenti nella prima settimana e pensa di poterla mettere su sull'hosting da 5 euro. Se ci credo non dico che mi compro un D.C. ma almeno per iniziare qualche centinaio di euro li investo
     
    mi riferisco all'articolo 2463 Bis dove recita:
     
    "Quando il singolo socio perde il requisito d'età di cui al primo comma, se l'assemblea convocata senza indugio dagli amministratori non delibera la trasformazione della società, è escluso di diritto e si applica in quanto compatibile l'articolo 2473-bis. Se viene meno il requisito di età in capo a tutti i soci gli amministratori devono, senza indugio, convocare l'assemblea per deliberare la trasformazione della società, in mancanza si applica l'articolo 2484."
     
    La mia non era voglia di filosofeggiare ma pragmatismo di uno che è nel mondo del lavoro da parecchio tempo.
    A 20, 25, anche a 30 anni posso decidere di indebitarmi (magari se ho alle spalle qualcuno che mi da una mano e mi fa da garante, che so i genitori) e costituire una società con tutti i crismi per un progetto in cui credo.
    Se invece parto in questo modo, mettiamo che i sogni rimangono in gran parte solo desideri e che la mia società a 34 anni mi consente di avere uno stipendio decente (che con i tempi di oggi non è poi da buttare) ma non così brillante. Mettiamo che nel frattempo mi sono trovato una ragazza (o un ragazzo) e ho messo su famiglia o voglio metterla, che magari ho un mutuo per una casa o vorrei farlo etc...
    Beh anche 10/15000 euro mi peseranno parecchio di più....
     
    Io non ho questi problemi, penso si sarà capito che i 35 anni li ho passati, ma non per questo dimentico i problemi delle varie età e se una mano la si vuole dare l'esperienza (se la si ha) dovrebbe spingere nel dare una mano reale per costruire qualcosa e non per far credere che sia possibile senza realmente dare.
    La mia idea di aiuto è quella che se vado in Africa porto e regalo le canne da pesca e non dei libri di pesca
     
    Vedi che alla fine anche tu non mi dici: "ma no.. non cambia nulla, puoi fare tranquillamente affari con una ssrl messa su da un 18enne con 1 euro"
    Sia chiaro non mi fido sulla parola neanche della srl classica messa su dal 50enne, anzi magari peggio... però mi verrà spontaneo chiedermi delle cose se un giovane artigiano mi si presenterà come ssrl invece che come ditta individuale, se andrò a chiedere un parere legale e mi vedrò scritto sulla targa di un grande studio associato ssrl.
    Soprattutto in certi ambiti in cui quello che si paga di più è la competenza, la professionalità e l'unica garanzia è l'assunzione di responsabilità, se questa viene a mancare per cosa dovrei pagare?
     
     
    Il bene dei cittadini? Se avrò servizi più scadenti non lo definirei un bene. Muovere l'economia mi sta bene, certamente, ma non così. Agevola l'apertura delle ditte, elimina la burocrazia farraginosa, elimina molte regole, magari inutili, ma sistema e definisci quelle che lasci.
     
    Hai mai avuto a che fare recentemente con una ASL per aprire un'attività?
    E' tutto vago... tu prima dovresti trovare il locale, lo affitti, lo arredi (o peggio ci fai dei lavori in base a quello che ti serve per lavorare) e poi dopo vengono a fare il sopralluogo e ti dicono se il locale è idoneo. E se decidono per 10 cm di finestra non hai aria a sufficienza per quel tipo di attività? (esperienza personale, mi sono salvato per 5 cm)
    Altro che i 10000 di una srl.....
    Ma prima non ti danno uno straccio di stampato in cui sono descritti esattamente tutti i requisiti.
    25 anni fa quando ancora battevano tutto a macchina una fotocopia me la diedero, 10 anni fa per quello che credevo un semplice trasloco ho rischiato di perdere un investimento strutturale di decine di migliaia di euro.
    Questo è solo un esempio e che non vuole spaventare nessuno, vorrei far capire che chi si è trovato sempre a dirigere o ad occupare cariche che in termine informatico definirei molto lontane dal linguaggio macchina, non ha proprio idea di cosa sia la vita produttiva reale. Non ho motivo di dubitare sulle buone intenzioni che sicuramente animano i "nostri" professori, ma io preferisco un panino piuttosto che l'idea di poter avere caviale e champagne.
     
     
     
    Quello che volevo dire con l'esempio Inghilterra è che inizio ad esser stufo di sentire: "eh ma in XXXXX funziona così" perchè in XXXX ci sarà tutto un contesto per cui la tal cosa funziona bene, se così realmente è.
    Non puoi dirmi che in tutta Europa pagano l'ici ma poi fregartene se in tutta Europa sulla benzina non pagano (ancora) le accise della guerra in Etiopia e pagano l'energia elettrica molto meno (sono solo degli esempi)
     
    Buona domenica Netimax
×