Jump to content

UtenteOspite

Members
  • Content Count

    71
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by UtenteOspite

  1. Messaggio scritto da fabio (Utente Anonimo) attraverso il portale. La domanda giusta è "perchè Windows Server 2012", quando con linux puoi mettere in piedi un cloud completamente gratis (se hai un sistemista capace e odi il supporto RedHat/Suse/ecc) o con spese compatibili alla soluzione Microsoft? Anche perchè la Microsoft non svenderà per sempre le sue tecnologie e una volta che arriverà ad affermarsi sul mercato (ergo quando ci sarà gente che dipenderà dai loro servizi) i programmatori oramai l'hanno capita che non conviene più investire nei vari .NET quando il server più diffuso al mondo è "Linux" (e non Windows, come dimostra il grafico stesso dove Apache supera IIS). Persino nel cloud gaming partono in svantaggio, dato che la stessa NVidia stà attualmente investendo sulle architetture Linux al riguardo. Fabio
  2. Messaggio scritto da cloud beast (Utente Anonimo) attraverso il portale. Generalmente apprezzo i vostri articoli ma questo è un po' disinformazione... Se non avete info certe non ha molto senso scrivere o presumere come se fosse una chiacchierata da bar.. Perchè non chiedete ad Aruba o a Scality? se non si sa nulla significa che non si è ancora deciso di rendere pubblico nulla , ma si saprà presto immagino, quindi perchè pubblicare presentimenti? Comunque, a vedere l'infrastruttura e le caratteristiche sembra proprio che lo Storage di fondo sia quello che voi pensate, non tanto il connettore S3 che è solo un plugin...scality fornisce Storage per grandi sistemi come quello di aruba, non tanto S3 che potenzialmente si può fare con tante cose, mentre è lo storage backend che è difficile da gestire quando sia hanno PBs di dati ed è difficile che lo habbiano fatto da soli e Scality è l'unica che fornisce un backend affidabile, per la parte S3 invece non so, è irrilevante, ma non credo sia interessante visto che quello di scality è solo un plugin basico come tanti..a differenza dello storage che sembra molto simile ai backend di google, proprio ciò che aruba dovrebbe utilizzare per crescere e competere con loro
  3. Messaggio scritto da cloud beast (Utente Anonimo) attraverso il portale. Generalmente apprezzo i vostri articoli ma questo è un po' disinformazione... Se non avete info certe non ha molto senso scrivere o presumere come se fosse una chiacchierata da bar.. Perchè non chiedete ad Aruba o a Scality? se non si sa nulla significa che non si è ancora deciso di rendere pubblico nulla , ma si saprà presto immagino, quindi perchè pubblicare presentimenti? Comunque, a vedere l'infrastruttura e le caratteristiche sembra proprio che lo Storage di fondo sia quello che voi pensate, non tanto il connettore S3 che è solo un plugin...scality fornisce Storage per grandi sistemi come quello di aruba, non tanto S3 che potenzialmente si può fare con tante cose, mentre è lo storage backend che è difficile da gestire quando sia hanno PBs di dati ed è difficile che lo habbiano fatto da soli e Scality è l'unica che fornisce un backend affidabile, per la parte S3 invece non so, è irrilevante, ma non credo sia interessante visto che quello di scality è solo un plugin basico come tanti..a differenza dello storage che sembra molto simile ai backend di google
  4. Messaggio scritto da Anonimo (Utente Anonimo) attraverso il portale. Qui c'è un esempio tutto italiano di come si può sfruttare il cloud Google con Excel
  5. UtenteOspite

    Introduzione alle promesse di jQuery

    Messaggio scritto da Samu (Utente Anonimo) attraverso il portale. Complimenti! L'articolo è perfetto per un neofita come me!
  6. Messaggio scritto da Lidia (Utente Anonimo) attraverso il portale. Vorrei segnalarvi un altro provider Cloud interessante. fastera Srl di Varese propone servizi cloud su misura: Server Virtuali, Ambienti di lavoro virtuali, VPN e altre soluzioni. Il modello di pagamento è pay per use, le risorse sono configurare su misura e sono associate a dei crediti. l'utilizzo giornaliero di una risorsa consuma un credito. vi invito a visitare il sito www.fastera.com
  7. Messaggio scritto da Zio (Utente Anonimo) attraverso il portale. sì abbiamo capito che tu personalizzi tutto... ma noi persone normali abbiamo una logica comune. metti una bella scritta in alto su questo sito: "cathedra mea, regulae meae" così almeno sanno tutti perchè puoi permetterti di scrivere recensioni evidentemente faziose e di dare degll'ignorante a persone che scrivono cose di cui tu sei presumibilmente l'unico a ignorarne l'esistenza.
  8. Messaggio scritto da Zio (Utente Anonimo) attraverso il portale. Definizioni in inglese di "collusion": (nome) secret agreement (nome) agreement on a secret plot http://it.pokertips.org/glossary/w/COLLUSION sì... devi studiare.
  9. Messaggio scritto da Zio (Utente Anonimo) attraverso il portale. La collusion è evidente non c'è bisogno di argomentarla oltre, concordo.
  10. Messaggio scritto da Zio (Utente Anonimo) attraverso il portale. E come mai AziendeItalia.it è stata nominata e serverplan no? Entrambi usano onAPP, si appoggiano alla stessa società per housing e sono "costretti" ad usare lo stesso hardware in quanto richiesto dal software di gestione. Qual'è la vera differenza tra i due per nominarne uno e l' altro no?
  11. Messaggio scritto da Zio (Utente Anonimo) attraverso il portale. Non mi interessa il confronto con censori fascisti spinti unicamente dall'avidità. Vi aggiungente al già vasto e metastatizzato cancro nella stampa libera, non è una grossa novità in questo paese, lo faccio solo presente per chi non è del settore e potesse anche solo per un attimo credere a certi sproloqui. Cordialità
  12. Messaggio scritto da Zio (Utente Anonimo) attraverso il portale. Dall'articolo si evince chiaramente che la visione non è ampia e il fatto che "voi sappiate chi sta investendo" è altrettanto ridicolo, questo articolo in rapporto equivale alla stampa fascista d'altri tempi. Il che la dice lunga sulla valenza di questa testata. Saluti
  13. UtenteOspite

    Siti utili allo sviluppo Web

    Messaggio scritto da Carlo (Utente Anonimo) attraverso il portale. Per quanto riguarda il Lorem Ipsum, il mio sito web http://generator.lorem-ipsum.info offre testi “dummy” in varie lingue ad set di caratteri, per istanti in arabo, cinese, o russo. Inoltre, ci sono molti segni diacritici per le lingue europee tra cui scegliere, anche per la lingua italiana.
  14. Messaggio scritto da Corrado (Utente Anonimo) attraverso il portale. "CLOUD-COMPUTING PER LE PMI: stato di fatto, applicazioni e potenzialità" In che modo questa tecnologia può essere una potenzialità per il business delle PMI? L’incontro è gratuito e aperto a tutti, previa iscrizione via mail a segreteria@comonext.it MAGGIORI INFO: http://comonext.it/pages/news.aspx#484
  15. Messaggio scritto da ospite82 (Utente Anonimo) attraverso il portale. Tutto bello e tutto ormai già visto e rivisto ma ... nella scelta dei dischi locali rispetto ad una SAN esterna? in questo modo le istanze virtuali create non possono godere di HA! Se un nodo fisico muore ? è necessario 1 intervento fisico per ripristinare le vm su un nuovo nodo... vuol dire comunque almeno qualche ora di DOWN.
  16. Messaggio scritto da klaumatt (Utente Anonimo) attraverso il portale. Ho fatto e testato questo scriptino che richiama un php su altro server locale IIS e funziona bene.Lo scriptino riprende ovviamente quello già fatto in una delle tue lezioni.Spero solo che un giorno si possa avere la possibilità di implementare php all'interno del server node.js (adesso è possibile richiamare php solo se implementato su un diverso server locale). Ciao var http = require('http') ; console.log("Server is up and running") ; // 1st task: a slow cycle setInterval(function() { console.log('Slow cycle') ; console.log(''); }, 5000) ; //5 secondi // 2nd task: a remote call setInterval(function() { //http.get({host: 'www.google.it' }, function(res) { // console.log('HT connection: ' + res.headers.connection) ; //}) ; http.get("http://localhost/SPW/ciao.php", function(res) { console.log("Got response: " + res.statusCode); console.log(''); for(var item in res.headers) { console.log(item + ": " + res.headers[item]); } console.log(''); res.on('data', function (chunk) { console.log('BODY: ' + chunk); }); }).on('error', function(e) { console.log("Got error: " + e.message); }); }, 3000) ; //3 secondi var server = http.Server(function(req, res) { res.writeHead(200) ; res.end('Hello World!') ; console.log('--> Handled HTTP request') ; console.log(''); }) ; server.listen(8080) ;
  17. Messaggio scritto da Leonardo (Utente Anonimo) attraverso il portale. Davvero interessante il progetto BaaS, può davvero aiutare in questo campo!
  18. Messaggio scritto da klaumatt (Utente Anonimo) attraverso il portale. Continuerete a sviluppare le splendide lezioni su Node.js ( http://www.hostingtalk.it/taxonomy/term/4599 ) anche sulla nuova piattaforma?
  19. UtenteOspite

    VPN: installazione e configurazione

    Messaggio scritto da AlwaysHC (Utente Anonimo) attraverso il portale. Scusate ma... OpenVPN ve lo siete dimenticato? Risolve egregiamente tutti i proglemi di PPTP, L2TP e ipsec!
  20. Messaggio scritto da alex (Utente Anonimo) attraverso il portale. Vorrei portare il mio contributo evidenziando come le stesse problematiche siano state affrontate da altri frameworks offrendo supporti ad alto livello (per esempio utility per il chaining di funzioni o transizioni grafiche), mantenendo una buona facilità di utilizzo per gli sviluppatori: http://mootools.net/docs/core/Class/Class.Extras
  21. Messaggio scritto da Alessio Cecchi (Utente Anonimo) attraverso il portale. Stefano, concordo sul fatto che i piccoli ISP per sopravvivire dovranno smettere di vendere il semplice hosting affidandosi al Plesk di turno. La vendita dei pacchetti hosting continuerà negli anni ma chi vuole andare avanti su questa strada deve inventarsi qualcosa da abbinare all'hosting altrimenti i clienti si sposteranno verso i SaaS dove tutto è già pronto e funzionante. Il Cloud inteso come IaaS lo vedo praticabile solo per chi ha risorse perchè richiedi investimenti in hardware ingenti, mentre lo sviluppo di piattaforma SaaS o PaaS è praticabile a costi minori, basta avere fantasia ed una manciata di buoni sviluppatori. Avevo espresso questo mio pensiero già in passato con questo articolo sul mio blog: http://blog.cecchi.biz/2012/07/cloud-a-molti-isp-rompera-le-ossa/ Vedremo nei prossimi 12 mesi chi sarà riuscito ad innovare e chi no.
  22. Messaggio scritto da Leonardo (Utente Anonimo) attraverso il portale. questo pone un po' di problemi per VMware, Microsoft e XenServer, Openstack diviene un progetto molto serio
  23. Messaggio scritto da Raffaele (Utente Anonimo) attraverso il portale. Ciao, sto provando ad acquistare un servizio di Hosting sul 1and1.com da usare per un cliente italiano, purtroppo la cosa non pare possibile, in quanto in fase di identificazione dello stato di appartenenza selezionando Italia si viene reindirizzati sul sito italiano che non dispone del pacchetto hosting. Ho scritto all'assistenza che mi ha risposto che la cosa è possibile, ma non ho ancora trovato una via d'uscita. Secondo me non brillano molto di intelligenza, in quanto tutti i servizi di hosting internazionali permettono l'acquisto a chiunque. Raffaele
  24. UtenteOspite

    Introduzione a Microsoft Windows Azure

    Messaggio scritto da Vanni (Utente Anonimo) attraverso il portale. E` possibile lanciare un prodotto Windows Form sul cloud sfruttando i meccanismi di gestione dei costi e delle istanze di Windows Azure?
  25. Messaggio scritto da Massimo (Utente Anonimo) attraverso il portale. Stefano, grazie per aver ripreso il mio post e per le parole in apertura (non so se mi merito tanto ;) ). Non commento sulle tue percezioni / conclusioni (sulle quali non necessariamente dissento in toto) ma voglio precisare che non esiste nessun "investimento iniziale" per i partner VMware. Il licensing in ambiente Service Provider e' basato sul modello chiamato VSPP che e' fondamentalmente un modello risk sharing (VMware guadagna nel momento in cui il SP guadagna). Se il SP mette in piedi un cloud e (malauguratamente) non riesce a vendere nulla sul mercato, il corrispettivo dovuto a VMware per utilizzare il software vSphere / vCloud e' pari a 0. Piu' informazioni qui: http://blogs.vmware.com/vcloud/2011/07/update-on-vmware-service-provider-program-vspp.html (post vecchio ma serve per inquadrare il concetto). Massimo.
×