Jump to content

Eugene

Members
  • Content Count

    43
  • Joined

  • Last visited

About Eugene

  • Rank
    HT Member
  • Birthday 02/15/1969

Contact Methods

  • MSN
    eugene@yodastudio.com
  • Website URL
    http://www.yodastudio.com
  • Skype
    Eugene

Converted

  • Località
    Dagobah
  • Interessi
    KISS, Star Wars, Billy Sheehan, il mio gatto senza un dente e la mia bellissima fidanzata
  • Cosa fai nella vita?
    Titolare web agency
  • Il tuo Hosting Provider?
    Servage
  1. Eugene

    Redirect 301 tra pagine con url rewrite

    In effetti nell'htaccess è presente dell'altro codice (si tratta di un cms open source per e-commerce) ma, dalle verifiche che ho fatto, anche cambiando la posizione del redirect il risultato rimane invariato. Questo il codice già presente: Options +FollowSymlinks Options -Indexes <FilesMatch "\.(tpl|ini|log)"> Order deny,allow Deny from all </FilesMatch> RewriteEngine On RewriteBase / RewriteRule ^sitemap.xml$ index.php?route=feed/google_sitemap [L] RewriteRule ^googlebase.xml$ index.php?route=feed/google_base [L] RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d RewriteCond %{REQUEST_URI} !.*\.(ico|gif|jpg|jpeg|png|js|css) RewriteRule ^([^?]*) index.php?_route_=$1 [L,QSA] In un altro sito, sviluppato in maniera analoga, ho utilizzato dei redirect 301 senza riscontrare le stesse difficoltà. Grazie
  2. Buongiorno. Ho un sito, nel quale viene utilizzato l'ur rewrite, contenente degli articoli. Uno dei più vecchi è stato riscritto ma piuttosto che sostituire il testo si è deciso di creare un nuovo articolo, aggiornato, eliminando il vecchio. Dal momento che il vecchio articolo era comunque stato pubblicizzato è stata espressa la volontà di non perdere la popolarità raggiunta ed evitare, inoltre, eventuali errori 404. Ho pensato di utilizzare un redirect 301 con htaccess: redirect 301 /url-rewrite-vecchio-articolo http://nomesito.ext/url-rewrite-nuovo-articolo La cosa strana è che andando al vecchio indirizzo non vengo reindirizzato al nuovo ma al seguente: http://nomesito.ext/url-rewrite-nuovo-articolo?_route_=url-rewrite-vecchio-articolo Non comprendo perché in coda all'url mi ritrovo "?_route_=" seguito dal vecchio friendly url. Qualcuno mi può chiarire la faccenda? Grazie
  3. Buongiorno. Mi sto avvicinando (come se non avessimo già abbastanza cosa da studiare) al protocollo Open Graph. Ho letto ancora poco a riguardo, quindi chiedo scusa per l'eventuale ingenuità delle domande. In particolare mi interessa comprendere l'utilità del meta tag "property". Da quel che ho letto viene principalmente associato all'utilizzo di applicazioni di facebook ma mi sembra di aver capito che utilizzare tali meta tag può comunque giovare alla pagina poiché esistono anche altre piattaforme che li rilevano. In sostanza cosa si dovrebbe fare, affiancare comunque i meta "property" agli attuali meta tag oppure limitarsi a farlo quando utilizziamo delle applicazioni di facebook, cosa che ormai avviene nella maggior parte dei siti? Qualsiasi chiarimento è bene accetto. Grazie.
  4. La discussione era alla fine "morta" perché questi dell'agenzia si erano resi conto che il problema era nella configurazione del loro client di posta (credo Outlookcredo) e quindi non hanno più avuto bisogno del mio intervento. Per altri motivi continuai la ricerca e ricordo che mi rivolsi a EastItaly per avere solo un server di posta. L'azienda mi parve seria ed affidabile, parlai anche telefonicamente con il titolare che fu molto disponibile nell'ascoltare le mie esigenze. Alla fine non ho più avuto bisogno di loro, ma l'impressione è stata più che buona. Il servizio in questione è l'hosting mail (non so se è possibile mettere il link diretto).
  5. La pensavo anche io così, ma ho chiesto all'assistenza di TopHost e mi hanno detto chiaramente che, al momento, consentono di intestare un dominio, indipendentemente dall'estensione, a residenti in Italia. Alla fin fine è un loro limite, chi ha tale necessità (come me in questo caso) può sempre rivolgersi ad altre aziende.
  6. Ho trovato anche ovh che sembra interessante, grazie per l'indicazione.
  7. Non si tratta di un .it, ma di un .com. Chiedo scusa per non averlo precisato prima.
  8. Buongiorno E' sorta la necessità di registrare un dominio per un nuovo cliente che risiede all'estero (paese asiatico). Da diversi anni sono uso a registrare i domini presso un'azienda per poi utilizzare l'hosting ed i servizi annessi di un'altra (tramite riconfigurazione dei DNS). Per la prima fase di quest'operazione mi rivolgo ormai da parecchio a TopHost che offre un ottimo prezzo per la registrazione dominio + DNS, ma purtroppo non consente di intestare un dominio ad una persona (fisica o giuridica) non italiana. Mi sapreste consigliare un'azienda che mi consenta di acquistare lo stesso servizio (registrazione + DNS) senza limitazione geografiche per l'intestatario e che abbia dei prezzi convenienti? Dal momento che devo riconfigurare i DNS non mi interessanno aspetti come lo spazio web disponibile, velocità dei server e via dicendo. Grazie.
  9. Grazie mille per il consiglio, lo girerò subito a chi di dovere. Comunque si, il sito di YODA Studio è tra quelli ospitati da TantraHost. Farò sapere l'esito di eventuali verifiche. Buona serata.
  10. Da qualche tempo mi appoggio a TantraHost per l’hosting del siti realizzati. Trattandosi di hosting condiviso ritengo il rapporto qualità prezzo più che accettabile, soprattutto paragonato ad altre aziende che offrono servizi similari. Un mio collaboratore che risiede in Germania e che, seguendo un mio consiglio, si è rivolto alla stessa azienda per i suoi lavori, mi ha fatto notare che praticamente da quando è loro cliente (dovrebbe essere poco più di un anno) i servizi di TantraHost si sono rivelati per nulla affidabili: server lenti, siti non di rado irraggiungibili (compreso il loro sito aziendale) e posta inutilizzabile. Personalmente, a parte un paio di down negli ultimi due anni (e velocemente ripristinati, compreso un attacco di hacker) non ho notato questa mancanza di qualità nel servizio acquistato. Si è quindi pensato che i problemi possano sorgere solo nel caso in cui l’utente si connetta dall’estero (o perlomeno dalla Germania). Non essendo competente in materia di server, connessioni e via dicendo non ho idea di quanto vi possa essere di possibile in questa teoria, in ogni caso la cosa mi preoccupa dal momento che alcuni dei miei lavori si rivolgono ad un’utenza internazionale ed in alcuni casi sono proprio i clienti ad essere esteri. Quindi, in primo luogo, chiedo se qualcuno di voi, cliente di TantraHost, abbia riscontrato le stesse anomalie riscontrate dal collaboratore teutonico. Dopodiché gradirei sapere se esiste un modo per testare l’affidabilità di un server connettendosi da differenti paesi (senza, ovviamente, dover fare realmente il giro del mondo). Grazie e buona serata.
  11. Stavolta risolto sul serio. Ho ripristinato i DNS di Aruba e poi sono intervenuto solamente nei DNS di tipo A. Adesso ci siamo. Grazie e buona giornata.
  12. Come volevasi dimostrare risolto un bel neinte. Con la configurazione sopra indicata il sito è a raggiungibile ma ho perso la posta su Aruba. Ho contattato l'assistenza ma ho notato che hanno la meravigliosa tendenza a chiudere un ticket e dopo rispondere, non dando la possibilità di controbattere, cosa che si rende necessaria quando le loro risposte sono tanto ovvie quanto inutili ai fini della risoluzione del problema. Ho già aperto il terzo ticket e non ho ancora risolto nulla, quindi torno a chiedere aiuto agli esperti del forum. Per quel che ho appreso con la sopraindicata configurazione vado a modificare gli NS autoritativi e così facendo non posso più utilizzare la loro posta. Che configurazione dovrei quindi adottare per utilizzare un hosting differente mantenendo la posta su Aruba? Mi sembra di capire che dovrei intervenire sui DNS di tipo A ma non ho idea di quali valori assegnare. Grazie.
  13. Risolto. Ho configurato i Record Name Server nel seguente modo: ns1.tantrahost.com - 173.236.50.106 ns2.tantrahost.com - 173.236.50.106 Il sito è raggiungibile ma continuo a nutrire qualche dubbio grazie ad alcune contraddizioni nelle guide di Aruba. Non è escluso che domani sparisca tutto.
  14. Buongiorno. Premessa: non sono un esperto su questo argomento quindi pregherei, chi eventualmente volesse darmi un aiuto, di tenere in considerazione la mia "incompetenza". La questione è la seguente: un cliente ha acquistato il servizio "dominio - dns con posta" su Aruba ed adesso io dovrei configurare tutto per utilizzare i server di TantraHost. Questa operazione la faccio regolarmente registrando, però, i domini presso un'altra azienda con la quale non ho riscontrato particolari problemi. Con Aruba le cose non sono state altrettanto semplici. Le guide online non mi chiariscono assolutamente le idee, anzi creano ulteriore disorientamento. Negli ultimi giorni ho fatto dei tentativi con delle configurazioni in base a quello che avevo "intuito" dalle guide ma non ho ottenuto alcun risultato, inoltre il pannello di gestione di Aruba diviene inaccessibile per almeno 24 ore dopo aver apportato delle modifiche, quindi devo aspettare un'intera giornata per poi scoprire che la configurazione non è stata registrata e le modifiche da me apportate sembrano non essere stare memorizzate. Sempre più confuso... Qualcuno mi può aiutare? Grazie
  15. Buonasera. Ho da poco pubblicato il sito www.riabilitasystem.it. Si tratta di un'azienda specializzata in noleggio apparecchiature per la riabilitazione e la fisioterapia domestica ed ospedaliera. Il sito presenta l'azienda ed i servizi offerti nonché i singolo prodotti e macchinari disponibili per il noleggio suddivisi per tipologia d'impiego. Per ogni prodotto è presente una scheda che ne illustra le caratteristiche, le terapie consigliate, le indicazione e le controindicazioni. Il sito riporta anche le notizie provenienti, tramite rss feed, da un portale nazionale tematico. Per la realizzazione sono stati usati html, css, javascript (jquery), php ed il codice delle pagine è stato validato in base a quanto disposto dal W3C. Il sito si trova sui server di Aruba dal momento che il cliente aveva già provveduto, quando mi è stato commissionato il lavoro, alla registrazione del dominio presso di loro. Trattandosi di un sito che non richiede particolari risorse è stato ritenuto opportuno lasciare le cose come stavano, soprattutto per non creare un disagio al cliente con trasferimenti vari. Buona serata.
×